lunedì 31 marzo 2008

Nanna mista

Lorenzo in linea di massima preferisce dormire nel suo lettino, nel lettone ride scalcia gioca ma dormire dorme poco e male.

Ultimamente però verso le 5 del mattino vuole venire con noi, lo prendo per la tetta e se come sempre lo rimetto nel lettino si lamenta finchè non lo riprendo.

Dormire nel lettone però non è sufficiente, lui vuole starmi vicino testa contro testa e abbracciato.

Il risultato è che lui pacificamente dorme...io sto li mi assopisco un po' ma ho paura di muovermi di fargli male e non dormo.

Però è troppo bello non ci rinuncerei mai.

sabato 29 marzo 2008

Sacco bimbo



Da ieri sera Lorenzo dorme nel sacco bimbo, forse avevamo rimandato anche troppo l'utilizzo di questo splendido accessorio.
Debbo dire che a vederlo li dentro è parecchio ridicolo però mi sa che non se n'è accorto, a giudicare da come ride!:-)
Ps: finalmente lo abbiamo fotografato mentre rideva di gusto!

mercoledì 26 marzo 2008

Lorenzo e Pallino

Ero molto preoccupato, prima della nascita di Lorenzo, del comportamento che avrebbe tenuto Pallino, il mio gatto/bue di 9 kg, terrorizzato dall'avere bambini intorno.
Le esperienze sono state tutte negative, il gattone in presenza di un bambino strisciante scappava sotto il letto di camera mia e ci rimaneva fino a che il piccolo diavolo mangiagatti non usciva definitivamente di casa.
Quando venne il cugino di Elena e stette 3 giorni quì, lui visse 3 giorni sotto il letto,salvo andare a mangiare e a fare bisogni quando noi portavamo il piccolo mostriciattolo sanguinario al mare o in giro.
Nato Lorenzo....beh non mi potevo aspettare certo che Pallino mi preparasse una torta o si presentasse con un regalo da scartare.
Però diciamo che l'ha accettato (non che avesse alternative), lo ignora invece di soffiargli, e la cosa è tutto sommato positiva.
Ieri i due sono venuti a contatto:
avevo Lorenzo in braccio e Pallino sulla pancia, dico a Lorenzo di accarezzare il gatto.
Lorenzo mi guarda con aria sadica che lasciava intendere "ne sei proprio sicuro,guarda che poi se si incavola sono cazzi tuoi,io non ne voglio sapere..."
Ma sì mi dico,fagli una carezzina, e gli metto la delicata manina sul dorso di Pallino.
Una volta ritratta la delicata manina vedo che stringe a se una bella manciata di peli Pallinosi...
Mi aspetto che il gatto vada a cercare un coltello e tenti di sgozzare Lorenzo, invece, con mia sorpresa,Pallino si dimostra molto più democratico di quanto potessi mai aspettarmi,non fa una piega, aspetta che Lorenzo si giri e mi guarda con aria di chi dice: "bravo eh....."
Io cerco di giustificarmi ma il suo sguardo è impietoso: "Sei contento ora brutto scemo? Cosa credevi che mi facesse,un massaggio shiatsu??"
Insultato pure dal gatto, e quel che è peggio è che me lo meritavo....

domenica 23 marzo 2008

Resoconto giornata di pasqua



La giornata di Pasqua è iniziata nel migliore dei modi devo dire.
Abbiamo vestito Lorenzino di tutto punto, poi abbiamo deciso di fargli qualche foto prima di andare al ristorante perchè, se lo conosciamo bene, durante il pranzo farà la cacchina, apposta perchè così dobbiamo cambiarlo.
Quindi decidiamo di fargli qualche foto..ma mentre gliela facciamo succede un evento raro, anzi un evento che non era mai successo prima:
mentre gli stiamo scattando una foto,incredibilmente,ride!!
In genere ride per qualsiasi cosa, ride a tutti, cani e porci, fuorchè quando decidiamo di immortalarlo! Stavolta ci ha smentiti! Forse perchè non se lo aspettava....
Ho le prove!
Ovviamente,come ogni giornata di festa in cui dobbiamo uscire che si rispetti piove a dirotto, io porto il passeggino mentre Elena tiene l'ombrello (ombrello formato famiglia), ma tra guardare ora le pozze e ora le vetrine arrivo al ristorante come se l'ombrello non lo avessi avuto....
Al ristorante abbiamo mangiato da dio nonostante io sia ateo, Lorenzo è stato abbastanza bravo.
C'era un mega uovone di pasqua, l'hanno aperto e la sorpresa era un peluche rappresentante un coniglietto con carota in bocca aperto dentro per metterci le cose,grande più di Lorenzo.
C'erano un sacco di bambini, così il padrone del ristorante esce fuori con la frase:
Il regalo lo diamo al bambino più piccolo.
Lorenzino sobbalza all'affermazione,capisce di essere il fortunato con i suoi 3 mesi e mezzo, inizia a sbattere gli occhioni facendosi ancor più piccolo per sembrare più giovane, ma non ce n'è bisogno, il regalo è suo di diritto!
Dopodichè fanno tutti un applauso a Lorenzo, mentre lui faceva l'inchino a destra e a manca, aveva già preso in mano una penna per fare gli autografi...
L'altra foto ritrae Lorenzo con la sua vincita!
Abbiamo passato una bellissima giornata, grazie anche alla splendida compagnia delle nostre famiglie:-)

sabato 22 marzo 2008

Buona Pasqua!

Domani è pasqua, io, Elena e Lorenzo la passeremo al ristorante coi miei genitori e i miei suoceri.
Sono ingrassato solo a vedere il menù,anche Lorenzino non sta nella pelle e si sta già pregustando le nostre facce dopo una sua bella cagatina calda tra una portata e l'altra.
L'andare a mangiare fuori lo stimola particolarmente, se non sentiamo i suoi rumori molesti lui attira la nostra attenzione con uno strillino e poi ci guarda con espressione maligna e un sorriso vandalico che dice: "ci siamo!"
E domani probabilmente non andrà in maniera diversa.
Buona Pasqua ad amici, parenti e conoscenti da me, Lorenzino e Che Guevara

giovedì 20 marzo 2008

Il prezzo della libertà

Questa settimana la mia famiglia si è gentilmente traferita altrove,come ho già fatto notare.
Relax?
Nemmeno per idea!
L'arpia mi ha lasciato tutta la lista di cose da fare, da bravo casalingo/colf/sguattero/schiavo.
Dato che lei e l'ordine della casa hanno litigato da piccini mi sono messo a riordinare, pulire, rammendare,ricamare...ehm, sono andato troppo oltre.
Comunque dopo 3 giorni ho reso la casa vivibile, senza falsa modestia credo di aver fatto un ottimo lavoro, mi spiace solo per gli spazzini che vedranno aumentato il loro lavoro...
Stasera quindi,visto che non lavoro,serata di libertà con gli amici, l'ultima, da domani infatti mi ricongiungerò coi miei familiari.
Non vedo l'ora di rivederli ma stasera voglio proprio godermela, in fondo il mio dovere l'ho ampiamente fatto.
Ne sarà valsa la pena?
Forse il ritorno da Torino dello tsunami con tsunamino a seguito mi getteranno la casa di nuovo nel delirio?
Chi vivrà vedrà,come diceva....boh qualcuno lo diceva.
Intanto non ci penso, e mi godo la serata di libertà, pagata a caro prezzo!

mercoledì 19 marzo 2008

Ciao papà (anzi babbo)

Ciao,
sono Lorenzo in caso di dubbi.
Scrivo attraverso la mamma perchè non sono ancora capace.
Non parlo neanche ma la mamma mi capisce.
Volevo solo dirti che sei il miglior babbo che potesse capitarmi e farti gli auguri per la tua festa.

Ah ti fa gli auguri anche la mamma e dice che ti pens tanto.

Ti amiamo tanto...tutti e due non vediamo l'ora di tornare da te venerdì.

domenica 16 marzo 2008

Resoconto giornata di ieri

Ieri pomeriggio, vista la bella giornata, abbiamo deciso di portare Lorenzo a fare una bella passeggiata a Livorno, sullo splendido lungomare.
Per l'occasione lo vestiamo elegantissimo, cioè più che elegantissimo era bellissimo con maglietta splendida, pantaloni di velluto neri e gilet sopra.
Se l'avesse solo intravisto qualche neonata dall'ovetto si sarebbe innamorata perdutamente!
Prima di partire sentiamo un rumore strano, aveva fatto la cacchina...meno male pensiamo noi,così non la fa in giro.
Ovviamente,come sempre succede, Lorenzo non ci ha degnati di uno sguardo per tutta la passeggiata,durante la quale decidiamo di rimanere a cena fuori per farci una pizza.
L'intenzione è di andare alla pizzeria dove andiamo spesso, hanno visto la gravidanza di Elena progredire, hanno visto Lorenzo dopo nemmeno un mese che era nato e mancava di vederlo a 3 mesi.
Prendiamo la superstrada con l'intenzione di fermarci in un autogrill per cambiargli il pannolino, mentre andiamo sentiamo un rumore molesto, la speranza è che fosse venuto dal tubo di scappamento dell'auto...illusi!
Già la sua espressione truce doveva fugarci ogni dubbio, ci guardava in maniera particolarmente maligna per essere innocente, ed infatti non so quanti kg di roba marrone aveva prodotto, macchiando body,maglietta e pantaloni!
Il gillet si era salvato però.....che culo eh?
Così ci avviamo a testa bassa verso la pizzeria con Lorenzo vestito con un vestitino che più che un bambino sembrava una mucca,come si vede dalla foto.
In pizzeria,dove è stato coccolato come non mai, aveva un espressione che diceva: "ma lo vedete come mi vestono questi due esseri ignobili? Ma non vi faccio pena ad avere due genitori così? Ma voi un figlio lo sottoporreste mai a tali ridicolezze? Me misero,me tapino....ho bisogno di coccole per superare questo trauma!!!"
E magari la gente gli crede anche........

mercoledì 12 marzo 2008

Festa del papà

Personalmente la chiamerei festa del babbo, considerato poi che il mio Lorenzino papà non mi ci chiamerà mai pena la lapidazione di sua mamma,vera artefice di queste manipolazioni cerebrali atte a tramandare vecchie tradizioni che non mi riguardano ne mi riguarderanno mai.
Dicevo della festa del babbo, mancano pochi giorni e la moglie per festeggiarla al meglio ha deciso di andare a Torino dai genitori portandosi dietro Lorenzo, strappandomelo di forza dalle braccia fin dal lunedì per rientrare il venerdì.
Melodrammaticità a parte vorrei che mi portasse un regalo quando torna.
Ovviamente gli ho già accennato la cosa, così lui ha accettato e mi ha messo a scelta tra:
- vomitazzata stile "L'esorcista" su un braccio;
- pannolino caldo e croccante consegnato all'ora di cena;
- pioggia di pipì tipo fontana di trevi mentre lo sto cambiando;
- urla spaccatimpani per la gioia del vicinato;
- varie ed eventuali
Sono commosso ed allo stesso tempo fortemente indeciso, per fortuna ho ancora qualche giorno per pensare......forse è meglio lasciar scegliere a lui,qualsiasi scelta farà la apprezzerò....
Lorenzo ti voglio bene..

domenica 9 marzo 2008

Oggi partita

Oggi c'è Lazio - Livorno, e il mio Lorenzino è già pronto per il grande evento!

mercoledì 5 marzo 2008

Lettera a Lorenzo

Caro Lorenzo,
ieri hai compiuto i tuoi primi 3 mesi di vita e ti voglio scrivere una lettera per riassumerli.
Non avendo mai avuto figli mi sono un po informato per sapere a cosa sarei andato incontro..beh, devo dire che prima che tu nascessi sei stato dipinto come una specie di mostro, "dimenticati il tempo libero, dimenticati il significato della parola dormire, dimenticati il pc,dimenticati i viaggi.."
In realtà mi sono solo dimenticato di chi mi ha detto tutte queste cose, per fortuna la realtà è ben diversa.
Dormi tutta la notte, ti piace viaggiare, sei un bambino bravissimo e che da un sacco di soddisfazioni.
Bene,adesso basta smielate e passiamo alle cose serie!
Ecco cosa ho notato:
questi sono i momenti in cui ami piangere e lamentarti:
- a pranzo mentre poggiamo i nostri sederi sulle sedie;
- a cena (vedi sopra)
- quando passano il calcio in tv,specialmente durante quei 30 secondi in cui fanno vedere il servizio sul Livorno;
- circa un ora prima che io vada a lavorare,così ogni mattina mi sveglio sempre un ora prima;
-quando ti portiamo fuori con l'ovetto e ci fermiamo un attimo,ami stare sempre in movimento costante,per la gioia delle nostre gambe;
- a Venezia negli unici momenti in cui non potevamo coccolarti,cioè sul battello che ci portava nelle isolette, ma tra una corsa e l'altra smettevi sempre...e non dirmi che soffrivi il mal di mare,ha cominciato al ritorno!
Ho anche notato che sei permaloso e fai scenate di gelosia:
- quando sei in braccio e non ti si guarda in faccia;
- quando si parla senza rivolgersi direttamente a te;
- quando ti lasciamo coi nonni,appena ti riprendiamo sei impermalito e non ci guardi;
- quando usiamo una sola mano per sorreggerti e l'altra per fare altro;
- quando non ti diamo il tuo ciuccino preferito.
Ami molto anche andare di intestino:
- quando siamo fuori e non possiamo cambiarti;
- all'ora di pranzo;
-all'ora di cena;
- all'ora di colazione;
- all'ora di uscire;
- all'ora di domrire;
Ovviamente ce lo fai delicatamente notare sberciando a squarciatimpani,specie la sera quando il condominio dorme.
Ho notato anche che hai un futuro come cantante, da quella piccola ugola esce un suono talmente acuto che fa tremare i vetri.
Ho notato che ancora non hai imparato l'educazione, rutti e scureggi senza ritegno,specialmente nei luoghi pubblici. Eravamo in autogrill, la mamma era in bagno e in un attimo di silenzio hai partorito un rutto da guinness dei primati, si sono girati tutti a guardarMI...hanno dato la colpa a me! E io: "è stato lui!!!" ma nessuno mi credeva, e tu che mi guardavi con un sorrisetto sadico dipinto sul visino, con un espressione che lasciava intendere "ora se non la pianti di darmi la colpa appena sta gente si gira ne faccio un altro,occhio!"
Ma nonostante tutto ti voglio un bene dell'anima......ah,ricorda che il 19 è la festa del papà e voglio il regalo, non inventare la scusa che hai solo 3 mesi,non regge!

domenica 2 marzo 2008

Holiday Inn

Ogni tanto una botta di culo arriva anche a noi!
Avendo la carta di credito carta sì siamo stati estratti ed abbiamo vinto 2 notti gratis con prima colazione in un albergo della catena Holiday Inn a nostra scelta in Italia.
Tra le diverse opzioni abbiamo scelto Venezia (c'era Roma,Palermo,Pisa,Torino ecc) e così siamo partiti venerdì e tornati oggi.
Albego stupendo,anche troppo, eravamo avvolti dai comfort...tanto che ci siamo guardati e abbiamo pensato "ma cosa ci fanno due pezzenti come noi in tutto questo lusso?"
Il nostro cameriere personale credo volesse anche la mancia ma visto che probabilmente guadagna più di me anche senza mance per stavolta ne ha fatto a meno.
Durante la cena abbiamo parlato un po così gli ho detto che era un caso che io fossi lì, che in realtà non sono un riccone...insomma l'ho preparato al fatto che non avrebbe visto mezzo centesimo!
Vabbè dai, non sono tutti morti di fame come noi,coraggio,sopravviverai!
Lorenzino si è comportato bene, Venezia è bellissima e Murano e Burano forse lo sono ancora di più, avessimo avuto più tempo a disposizione avremmo visto sicuramente più cose che ci interessavano.
Lorenzino poi basta che tenga gli occhi aperti per suscitare l'interesse dei passanti, tutti glieli ammirano e dicono "guarda che occhi!"
In autogrill Elena era in bagno e io tenevo in braccio lui,passano due ragazze, lo guardano e esclamano la frase di cui sopra....poi guardano me, fanno un espressione stranita e sicuramente pensano "o è un corno o ha preso tutto dalla mamma!!"
E io le guardavo con aria che pensava "devo ammettere che ha preso dalla mamma,ma il mese scorso assomigliava più a me per cui toglietevi quell'espressione ebete dal viso brutte cornacchie maledette!"
Lorenzo invece aveva un espressione che diceva "povero babbo, guardatelo li in che condizioni, quando non dicono che assomiglio alla mamma lo pensano con aria talmente convinta che mi fa quasi pena,dai ditegli che almeno un minimo gli assomiglio....dai su,ne va della sua sanità mentale"
Ma le tizie insensibili si sono ben guardate dall'illudermi!
Solo il cameriere ha detto che assomigliava a me, ma quando ha capito che non avrebbe beccato la mancia ha cambiato idea...o meglio,appena Lorenzo ha aperto gli occhi e lo ha guardato...