mercoledì 30 settembre 2009

Una moglie caduta in un tombino!

Come tutte le mattine, il ragionier Ugo Fantozzi si appresta,corricchiando, ad andare a lavorare..

Ops, quella è un'altra storia,seppur simile!

Come tutte le mattine, la moglie camminando si dirige verso il posto di lavoro, pensando al letto che ha appena abbandonato, al marito che,reduce da un turno di notte, si è appena infilato tra le morbide e fresche lenzuola, dicendole un dolce "vai al lavoro schiava!".

La moglie cammina, finchè...PUFF! Sparisce dalla vista di tutte le altre persone presenti!

Un miracolo?
E' stata rapita dagli alieni?
Ha trovato un modo, tipo Star Trek, per smaterializzarsi e rimaterializzarsi sul posto di lavoro?
No!

La moglie, camminando, è caduta in un tombino!
Chissà cosa avranno pensato poi quelli che si sono visti apparire la moglie sbucando da un tombino...

Va beh, in realtà c'è poco da scherzare (anche se,sentita per telefono, dopo averle chiesto come andava,alla risposta "insomma, sono caduta in un tombino" un piccola risatina mi è scappata).
Pensavo scherzasse, non poteva essere seria!

Invece lo era.

Per fortuna non si è fatta particolarmente male, ha un po di dolore alla caviglia e ad un ginocchio, stiamo valutando ancora se andare in pronto soccorso o meno.

In pratica c'erano degli operai al lavoro e quel tombino era stato chiuso male, non c'erano cartelli di pericolo, è stato solo un errore di chi lo ha chiuso.

Avvertiti i vigili urbani a ripensarci sale il nervoso: poteva caderci dentro un bambino o una persona anziana, con conseguenze molto più gravi.
Inoltre senza l'operaio presente sul posto le sarebbe stato difficile uscire da li.

Fosse per me farei causa al comune, di istinto, perchè sono cose che non devono accadere e se accadono qualcuno deve risponderne.
Valuteremo e vedremo.

Nessun commento: