giovedì 29 ottobre 2009

Caro Lorenzo, sono quel che sono...

Lorenzo in questi giorni si sta rendendo conto che, al contrario di lui, noto supereroe, io sono un comune mortale,non lo posso ingannare per sempre.

Qualche giorno fa gli ho detto che avrei fatto cominciare la sera un'ora prima (anche il mattino, ma lui a quell'ora dorme e non lo sa), ed ecco puntualmente che il buio è sceso un'ora prima.

Purtroppo l'amorignolo non ha apprezzato molto e voleva il ripristino della situazione a com'era prima...e a nulla è servito spiegargli che non posso convincere la nazione ad abolire l'ora legale...

Dato che faccio l'elettricista e che pure il nonno fa l'elettricista ha allora semplicemente chiesto di accendere la luce anche fuori, guardando dalla finestra e dicendo "uce! uce!"

Visto che non obbedivamo ha cominciato ad accendere tutti gli interruttori di casa: prima quello del bagno, poi quello di camerina, poi quello di sala, quello del ripostiglio e quello dela camera grande (vivo in un appartamento, che credete che sia, una reggia?? Quante stanze vi aspettavate??)

Ogni volta che accendeva un interruttore correva alla finestra a vedere se era tornata la luce anche fuori, e ogni volta guardava noi con aria prima speranzosa e poi depressa, perchè il sole non si illuminava più.

Lorenzo ha infine capito che i miei poteri sono limitati, nonostante gli avessi promesso che se fosse andato a nanna per il suo risveglio gli avrei fatto trovare il sole acceso.

La notte è stata tragica, io ero al lavoro e Lorenzo ha vomitato 5 o 6 volte, nonostante il pediatra abbia detto che trattavasi di un virus che sarebbe durato solo 24 ore (adesso sta bene) io sono sempre più convinto che sia stata la delusione.

Io ero al lavoro, moglie mi ha telefonato per avvertirmi, me lo sono fatto passare per telefono assicurandogli che appena sarei tornato a casa avrei fatto sparire la mamma, era pur sempre un aiuto a smettere di vomitare il non vederla,lì con la lacrimuccia bascicare un "chissà cosa gli starà succedendo, poverino..."

Ma non è servito..
L'ho deluso..

PS: a pronunciare quelle frasi piagnucolando ero io, ma questo l'amorignolo non lo saprà mai!!

domenica 25 ottobre 2009

Una bella passeggiata










Stasera siamo andati a fare una passeggiata, tutta la famigliola, abbiamo camminato in piazza in riva al mare, che bello:-)

lunedì 19 ottobre 2009

Bastardi senza gloria!

Dopo tante occasioni mancate a Piombino per andare a vedere l'ultimo film di Quentin Tarantino alla fine, quando eravamo a Torino in visita ai nonni materni di Lorenzo, siamo riusciti a vederlo!
Era tutto deciso da giorni, in mattinata però moglie ha tentato un ennesimo salvataggio in calcio d'angolo proponendo (ma non ci credeva nemmeno lei) di andare a vedere un altro filmuccio del cavolo.

Anzi stava già guardando su internet in quali cinema lo davano e gli orari....ma una volta accortasi dello sguardo maligno, penetrante e minatorio alla quale era sottoposta ha deciso che saremmo andati a vedere IL film, l'unico e con la lettera maiuscola.

Abbiamo abbandonato l'amorignolo coi nonni e, una volta visto che non faceva storie (non che avesse alternative, io volevo vedere il film e BASTA) siamo andati in questo cinema multisala.

Appena l'ho scorto ho fatto subito i biglietti dopodichè sono andato con moglie a comprare, in un negozio li vicino, una maglietta all'amorignolo....sai com'è, bisogna anche accontentarla ogni tanto, anche se in verità è lei che doveva ringraziare me per portarla al cinema a vedere un capolavoro.

Moglie ha cominciato a stare male dopo circa 30 secondi dall'inizio del film, soffriva, era in tensione e mi malediceva per avercela trascinata,dicendo che non era un film adatta a persone come lei, nel frattempo continuava a rifarsela con una povera vaschetta di pop corn zuccherati.

La trama non la racconto altrimenti poi magari qualcuno che vuole vederlo mi manda a quel paese, ma sappiate che durante tutto il film a moglie tremava la manina....

Comunque bellissimo, spettacolare, fantastico, ti tiene col fiato sospeso tutto il tempo ed è pieno di colpi di scena e un bel finale.

Se non lo avete ancora fatto andatelo a vedere!
E' un ordine!:-)

giovedì 15 ottobre 2009

Il mio piccolo killer!



Lorenzo si è definitivamente rimesso dal virus che lo aveva messo ko nei giorni scorsi.
Uscito dall'ospedale ogni giorno che passava stava sempre meglio, è rimasta solo un po di tosse anche se ormai per tornare all'asilo aspettiamo la settimana prossima.

Stamani il nostro supereroe,tornato in forze, voleva rivalersi sul virus che lo aveva colpito, ha impugnato un pistolone ed è partito alla caccia del virussaccio!

Abbiamo provato in tutti i modi a distoglierlo dall'idea della vendetta, ma senza risultato!

Solo l'aver abbandonato definitivamente la nostra casa ha permesso al virus di salvarsi la pelle..

PS: quando sarà un po più grande capirà che la nostra famiglia è pacifista:-)

lunedì 12 ottobre 2009

Lorenzo malato, si va al Pronto Soccorso..

Eravamo rimasti con Lorenzo malato, di sabato.

La domenica mattina visto che non sta ancora bene lo portiamo dalla guardia medica, che ci prescrive antibiotici,dicendo che c'è un'infiammazione della gola.

La giornata passa un po così e così, la febbre che sale e scende, anche per l'effetto della tachipirina.

La sera alle 21:30 Lorenzo dorme, io vado a lavorare....alle 23 circa rientro in cabina, reduce dalla risoluzione di un guasto su un macchinario e mi dicono che mi squillava il telefono.

Lo prendo e vedo 11 chiamate perse della moglie....la chiamo subito e mi dice che Lorenzo ha la febbre a 39 e mezzo,respira male e vomita, mi dice che sono al pronto soccorso.

Mi faccio fare il permesso dal caposquadra e volo al pronto soccorso, dove trovo il mio babbo smanioso in sala d'aspetto.

Visitando Lorenzo una dottoressa antipatica e del tutto priva di tatto dice che la saturazione non è nella norma, esternando poi le sue rimostranze per il fatto che "se il bambino piange come faccio a visitarlo?"

E in effetti come darle torto, non esiste che un bambino di 22 mesi con la febbre a 39 e mezzo e il vomito non capisca certe cose e non smetta immediatamente di piangere!
E che cavolo Lorenzo, su!
(se fossi stato dentro anch'io non ce l'avrei fatta a stare zitto!)

La dottoressa manda Lorenzo in pediatria, dove viene visitato dal pediatra, gentilissimo a differenza sua.
La saturazione è ottima, solo che la dottoressa aveva fatto l'esame con l'apparecchio per adulti e non per bambini, fa fare l'aerosol a Lorenzo, gli somministra antibiotici e cortisone.

Indeciso se ricoverarlo o meno, accortosi di un errore burocratico sul foglio del pronto soccorso, decide di fargli passare la notte in ospedale,anche per maggior sicurezza.

Riesco ad arrivare in pediatria e lo vedo, ha gli occhi arrossati, si vede che sta male, piagnucola...ho un tuffo al cuore.

Devo andarmene, più tardi la moglie mi dice che le medicine stanno facendo effetto e che oltre a calmarsi si sta addormentando.

Sono un po più tranquillo, posso andare a finire il mio turno di lavoro, col cellulare con la suoneria al massimo rigorosamente nel taschino della tuta,tanto in ospedale non posso rimanere.

Stamani Lorenzo è di nuovo a casa, deve seguire una terapia.

Quello che lo ha colpito è un virus, che gli ha procurato una forte laringite.

Spero che il peggio sia ormai passato, aspettiamo solo che migliori....

PS: ieri sera, nel giro di 5 minuti,credo di aver perso 10 anni di vita!

domenica 11 ottobre 2009

Un weekend da dimenticare

Siamo a venerdì, la sera avrei dovuto lavorare (turno di notte) ma mi astengo avendo aderito al sacrosanto sciopero nazionale della CGIL.

Mi sto già pregustando il finesettimana, tanti progetti da realizzare con la famiglia, andiamo di quà, andiamo di là,facciamo questo, facciamo quello...e invece...

Il sabato inizia bene, portiamo Lorenzo in piscina, lui ci sta volentieri, si diverte e non vuole più venire via.

Arrivati a casa si addormenta senza mangiare e al suo risveglio continua a non aver fame ed è strano, non sembra lui.

E'caldissimo, ha gli occhietti rossi e lucidi e comincia a tossire.

Vado a comprargli un termometro decente e delle supposte di tachipirina, al mio ritorno gli misuro la febbre (l'altro termometro che abbiamo sbarellava): 38 e mezzo.

La sera prima di dormire ha la febbre a 39,4.

La domenica mattina Elena lo porta dalla guardia medica che gli prescrive gli antibiotici (mentre io dormo reduce da un turno di notte) e dice che Lorenzo ha mal di gola.

Spero che guarisca presto, a vederlo stare male e non poter fare niente per alleviare il suo dolore ci soffro, vorrei stare male io al posto suo,avere io febbre e mal di gola.

Sentirlo respirare affannosamente, parlare con un filo di voce, mi mette una tristezza infinita.

Ieri sera,sul divano, siamo seduti abbracciati a guardare i cartoni, il suo corpicino caldissimo e febbricitante stretto al mio...sono momenti che ho già passato, non è la prima volta che si ammala, ma credo che non riuscirò mai a non starci male.

Mi scuso per la melodrammaticità del post per una semplice influenza...ma quello che ho scritto è ciò che sento.

mercoledì 7 ottobre 2009

Stamattina...



Stamattina dopo aver portato Lorenzo all'asilo sono tornato a casa, ho parcheggiato la macchina e sono andato a fare una passeggiata a passo svelto, per tentare di abbassare il colesterolo.
Oltre a camminare e a pensare mi sono guardato un po intorno, il sole andava e veniva e ho riscoperto la bellezza di guardare il panorama che si vede da piazza Bovio, secondo me un bellissimo panorama.

Guardare per credere (l'ho anche fotografato col telefono!)

lunedì 5 ottobre 2009

Sport e canto

Lorenzo all'asilo ha imparato a cantare Nella vecchia fattoria, o un qualcosa di simile.

Ce ne siamo accorti a casa quando faceva il verso degli animali.

Ma visto che è un enfant prodige non poteva certo fermarsi quì!

Nel primo video vedete le prove di canto,perfettamente riuscite nonostante la pessima qualità delle inquadrature (io cantavo e la mamma riprendeva, Lorenzo andava dalla mamma che, pessima regista qual'è, non riusciva,come al solito, a fare una ripresa decente)

Nel secondo video l'amorignolo da il meglio di se, canta e allo stesso tempo fa sport!

Che sport è?

Guardate il video e indovinate!

(un indizio: il lancio del ....)


video video

sabato 3 ottobre 2009

Lorenzo all'asilo...mangia!!!

Anche se ci ha messo un po per capirlo!

Ma partiamo dall'inizio:
l'amorignolo è finalmente stato inserito nel gruppo dei bambini mangianti all'asilo.

Quando andiamo a prenderlo fuori dalla porta c'è un foglio in cui ci sono scritti i nomi dei bambini e quanto hanno mangiato, almeno evitiamonoi genitori, di chiedere alle maestre di TUTTI i bambini.

Il primo giorno ha mangiato abbastanza:
primo SI
secondo POCO
contorno PANE E CAROTE
frutta TANTA

Tutti contenti arriviamo all'ora di pranzo che Lorenzo è appena tornato a casa dall'asilo.
Ci vede sederci al tavolo e urla "pappaaaaa!!!!

Ci chiede si essere messo sul seggiolone e rimangia tranquillamente, di pasta ne ha presa due volte, poi formaggio e frutta!

Oltre a mangiarci mi piacerebbe anche che se ne accorgesse!

La cosa non andava poi tanto male visto che avevamo trovato il modo di farlo mangiare un po di più, ma devo dire che dal secondo giorno ha smesso di RImangiare anche a casa, anche se appena lo vedo a prendere la prima cosa che mi dice è "babbo pappaaa!!"