sabato 20 febbraio 2010

Gita a Pienza







Mercoledì scorso è giunto da Torino, in treno, con qualche minuto di ritardo, alla stazione di Campiglia Marittima, verso le ore 16, con due piccole valige.....vabbè,il suocero!

La sua intenzione era quella di rapire figlia e nipote per portarli a Torino con se per il finesettimana,d'accordo con me, per concedermi un po di relax extrafamiliare.

Giovedì abbiamo deciso di andare a fare una piccola gita,dalla mattina alla sera, tutti assieme.

Così carico in macchine donne,vecchi e bambini e partiamo per non so dove.

Prima tappa Grosseto, con l'intenzione di fermarci per mangiare in un ristorante a base di pesce.

Dopo aver fatto notare a moglie che l'ampio parcheggio dove voleva farmi entrare era interamente occupato dal mercato locale, dopo aver maledetto i grossetani per aver messo il mercato nel parcheggio e dopo aver tentato di strangolare il Tom Tom...così, tanto per rifarsela con qualcuno, troviamo un parcheggio sotterraneo.

Era bellissimo, se si eccettua il fatto che ci piovesse (nonostante fuori ci fosse il sole), che ci fossero pochi posti, che fosse quasi impossibile muovercisi per la posizione delle colonne portanti e che per pagare bisognasse andare fuori e poi tornare dentro a mettere il bigliettino.

Pranzo stupendo (quello davvero) e partenza per un piccolo paesino di nome Pienza, che io non sapevo nemmeno che esistesse, l'ho saputo perchè il suocero voleva tornarci per rimembrare i vecchi tempi essendoci stato nel 41 a.C.

Bellissima Pienza, una paesino piccolo ma molto caratteristico,con uno stupendo panorama, un sacco di pozze in cui l'amorignolo può saltellare allegramente, munito di stivali di gomma adatti allo scopo.

Nel centro storico c'è un bar, il bar della volpe...ma la volpe probabilmente è in letargo.

L'unica pecca del paesino, come potete vedere dalle foto,era il caos, il sovraffollamento.....

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Ma come fai a non conoscere Pienza, ti piace mangiare e non conosci il famoso formaggio che fanno in quel paesino?? Quando, tempo fa, venne a casa mia il corrispondenete francese dovetti accompagnarlo perchè non mi dava tregua con pienza...
capo hai perso punti hahahaa

France ha detto...

In effetti l'unico esercizio commerciale aperto era un consorzio agrario,dove abbiamo fatto rifornimento:-)
Comunque no, non sapevo che esistesse Pienza prima dell'avvento dei suoceri! he he

Snezana ha detto...

Anche io conosco il formaggio di Pienza,ma solo di nome,non lo mai mangiato,per il resto, il posto sembra uguale come qui dove vivo io,stessa architettura e stesso "affollamento sulle strade"!

France ha detto...

Credo sia un paesini turistico, vivo in estate e morto in inverno, però è molto bello e caratteristico.
Il formaggio è buonissimo, se capiti da quelle parti...compralo!