domenica 16 maggio 2010

Resoconto di una mattinata in piscina

E' sabato mattina, moglie è tutta le settimana che freme per mandarmi in piscina con Lorenzo.
Tutti i sabati Lorenzo ha il corso di nuoto, ovvero prende confidenza con l'acqua giocando e sguazzando con un'insegnante che lo segue ma con la presenza di almeno un genitore.

Per motivi lavorativi etc è da molto tempo che non porto io Lorenzo in piscina, moglie poi NON me lo fa notare, e cascasse il mondo noi (io e Lorenzo) questo sabato si va in piscina!

E in effetti per poco il mondo non cade davvero, a giudicare dal diluvio universale che imperversa dalla sera prima senza un attimo di pausa..

Moglie si sveglia presto la mattina, fa finta di rigirarsi per fare un po di casino e svegliarci e comincia la solfa:
Moglie: andate in piscina?
Io: diluvia..
Moglie: andate in piscina!
Io: per avere l'effetto piscina basta aprire la porta!
Moglie: tutte scuse come al solito, su su...

L'amorignolo viene colazionato e preparato, moglie in un'atto di completo altruismo prepara anche la borsa ad entrambi, poi ci accompagna alla porta (ci mancava che ci sbattesse fuori con pedata nel sedere) e ci saluta affettuosamente: "Su,smammate!"

Io e Lorenzo ci si guarda con aria interrogativa e si va, osservando la pinna di uno squalo passare vicino alla macchina che è quasi sommersa d'acqua.
Lorenzo ha il suo ombrellino, io ho Lorenzo in braccio, la borsa della piscina, la chiave della macchina e col naso cerco di reggere anche il suo ombrellino sennò cade (se a qualcuno fosse sfuggito io mi sto un attimino bagnando).

Lorenzo vuole salire da solo in macchina, mentre io in versione piovra tengo impegnati tutti i tentacoli con qualche oggetto, mi mancava una bomba a mano da lanciare verso la casa, visto ciò che di poco amorevole stavo provando per moglie.

Arriviamo nel parcheggio,
Io: "ti prendo in braccio o scendi da solo?" (fatti prendere in braccio ti prego!)
Lorenzo: "da ciolo"
Io: "bravo!" (e te pareva!)
Mentre mi bagno come una medusa Lorenzo impiega i suoi tempi biblici nello scendere dalla macchina,dopodichè mi fa: "manina".
Io: "un attimo che prendo la borsa, lascio il cellulare in macchina, estraggo le chiavi, chiudo la portier...." CIAFFFF!! L'amorignolo lungo e disteso in una pozzanghera!
"cazz...."
Io: "fa una nuotatina così si torna subito a casa e si dice a mamma che siamo stati in piscina!"
Lorenzo: "ueeeeeee (tirami su invece di dire idiozie, scemo!), ueeeeeeee.."
Lo tiro su e lo pulisco ben bene, tranquillo Lorenzo, la mamma non se ne accorgerà mai!
Lui ride.

In piscina stiamo veramente bene, Lorenzo è bravissimo a lasciarsi spogliare e mettere il costumino e in acqua ci divertiamo un mondo, facciamo il treno, cerchiamo i puffi,giochiamo con la casetta subacquea (una casa di plastica che Lorenzo ogni volta tenta di affogare) e scappiamo dallo squalo di gomma.

Usciamo che sembriamo di stare in una scena di Waterworld, torniamo a casa, moglie guarda i vestiti di Lorenzo, con "qualche piccola macchiolina", mi guarda e,con espressione rassegnata ci fa: "che è successo?"

Azz...

2 commenti:

Snezana ha detto...

E bravo papà,vi siete divertiti in piscina,peccato per incidente della pozzanghera,ma sono cose che capitano!:)

France ha detto...

Purtroppo ogni tanto capitano:-)