martedì 23 novembre 2010

Quando il buongiorno si vede dal mattino

Durante la notte Lorenzo si lamenta, piagnucola, non si capisce cos'abbia...

Si risveglia ciclicamente lamentandosi, tenendoci quindi svegli un po tutta la notte.

La mattina ci alziamo, ovviamente decidiamo di non portarlo all'asilo, adesso dice che ha la bua alla fronte, probabilmente è mal di testa.

Chiamiamo il pediatra, ci dice di portarlo, ovviamente piove, ovviamente è freddo.

Moglie decide di preparare una lavatrice (nonostante nei giorni scorsi abbia dato qualche segno di cedimento noi non ci arrendiamo!) che teniamo nella stanza vicino al bagno, che è tipo un terrazzo.
Dopo un minuto moglie esce dalla suddetta stanza dentro alla cesta dei panni, usando le braccia come remi, circondata da un mare d'acqua...."mi sa che sia proprio rotta rotta!" mi dice.

In effetti una piccola sensazione ce l'ho anch'io.
Farti riposare un paio di giorni non è servito a nulla, ammasso di ferraccio ingrato!
Fatto sta che salto a bordo della cesta e naufraghiamo in cucina.

Decidiamo di portare subito Lorenzo dal pediatra.

"Ci laviamo e andiamo" ci diciamo.

Moglie apre l'acqua del rubinetto, la caldaia si mette in moto con dei rumoracci sinistri, fino a che non emette un suono che sa di esalazione dell'ultimo respiro...
Alè!

Moglie intanto cerca la garanzia della lavatrice, ma trova tutto (libretto di istruzioni, foto, i regali che la lavatrice ci ha fatto per natale) fuorché la garanzia.

Usciamo con Lorenzo per andare dal pediatra.

Ovviamente giunti davanti all'ambulatorio non c'è parcheggio per la macchina.
C'è un solo posto riservato al carico e scarico merci del negozio di fronte.

"Fermiamoci quì un attimino, il tempo di portare su Lorenzo e poi scendo a cercare parcheggio" dico a moglie.
Mentre usciamo di macchina ovviamente arriva il camion che deve scaricare....
"Torno subitissimoooooo!!!!" gli dico, e scappo, amorignolo in braccio.

Torno giù e il parcheggio non si trova, nemmeno lontano.
Chiamo moglie per dirle che l'aspetto davanti ai cassonetti in divieto di sosta,l'unico posto dove posso stare.
Ovviamente moglie ha lasciato il cellulare a casa.

Dopo 10 minuti che moglie è giù che gironzola come una scema mi scorge dietro al cassonetto, mi raggiunge, torniamo a casa, e ovviamente non si trova posto per la macchina.

Il pediatra dice che ha un po di muco che gli ha dato dolore o è un virus alle fasi iniziali, dice di dargli tachipirina e con l'andare avanti della giornata sapremo.

Arriviamo a casa e ovviamente non c'è posto per la macchina, così io scendo con Lorenzo e la moglie panciuta va a cercare posto a un paio di km di distanza.

Bisogna andare a comprare la tachipirina in farmacia, prendo lo scooter così faccio prima.
Ovviamente dopo un minuto che sono in sella si mette a piovere.

Per oggi BASTA!

7 commenti:

la eli ha detto...

Gran bella giornata insomma...

Spero che il cucciolotto stia bene, il resto non è poi così importante

Snezana ha detto...

Veramente troppo per una mattinata!Lory come sta,gli è passata la bua?
Un caloroso abbraccio!

France ha detto...

Eli per fortuna si è risolto tutto per il meglio.
Lorenzo sta bene tanto che stamani è pure tornato all'asilo, la cadaia è ripartita (ho ripristinato la pressione dell'acqua,sembra che non dia più difetti) e della lavatrice ho trovato la garanzia, vengono domattina a ripararla. Tutto è bene ciò che finisce bene!

Snezana sì, veramente troppo!
Lorenzo per fortuna sta bene, ha dormito poi tutta la mattina e non ha più avuto niente, meno male!

Micaela ha detto...

Mamma mia, m'è venuta l'ansia soltanto a leggervi...
vedo poi che le cose si sono risolte, meno male!!!!
Nel frattempo Moglie ha conservato la calma ghandiana come sempre oppure no?

France ha detto...

Sì moglie è rimasta calma, in genere si incavola solo con me, tutto il resto del mondo che la circonda non ci riesce!
Poi la lavatrice aveva una scheda sim (!?) incastrata nella pompa e non la faceva girare! Per fortuna ci hanno fatto pagare solo la chiamata..

Micaela ha detto...

la chiamata della scheda sim!?
Ma sta scheda sim... possibile che non vi risultava averla persa?!?! Boh! Questi sono i classici misteri che circondano la casa!

France ha detto...

Micaela era una scheda vodafone di cui ignoravamo anche l'esistenza, io e moglie abbiamo due schede tim...probabilmente era una scheda ultra vecchia caduta in disuso anni fa...ma che ci facesse lì è e resta un mistero!