giovedì 29 dicembre 2011

Si cresce...e si cambia!

L'amorignola,in un exploit di progresso ha cominciato a camminare speditamente,ormai non la ferma piu nessuno,guardare per credere:
video
Ma i progressi non si fermano qui!
Ad Asia, vicina di casa di Torino,hanno regalato una moto a batteria,simile a quella di Lorenzo della Ducati, e la Marzina?
E' saltata in sella ed è partita!!! Ha subito capito come si faceva a dare gas per farla andare! Eccovela in action:
video

Veniamo al Lory.
Ieri sera cena con amici e amiche del forum in un ristorante etnico, eravamo seduti a terra,su tappeti e cuscini,Lorenzo era seduto tra il suo amico Giovanni e una ragazza 25enne che aveva appena conosciuto.
Stavo spiegando al babbo vicino a me quanto fosse timido Lorenzo quando il nostro simpatico amorignolo ha attaccato da dietro la ragazza al suo fianco, tentando di strangolarla, ed ha poi proseguito saltandole amorevolmente e ripetutamente addosso addosso.
Il massacro è proseguito per tutta la sera, intervallato da vari giochi con Giovanni e da vari tentativi di rubare i vassoi del cibo alle cameriere che passavano che, piene di pazienza, hanno chiesto a moglie di provare un pochino a contenerlo.
Il bambino timido...

mercoledì 28 dicembre 2011

Festeggiamernto compleanno Marzia

Eccoci al gran giorno del festeggiamento!

Parenti e amici ci sono tutti, la torta è pronta:


Si festeggia:
video
I regali sono tanti,giochi, indumenti, roba per farti il bagnetto...
Un po di foto ricordo.
Lory mangia:

Anche Marzia mangia, a modo suo:

La zia Lidia e la cuginetta Zoe:

Moglie si abbuffa:

Mangio anch'io va:

Gli amici e la nonna Pina:

Lory e lo zio Daniele:

Lorenzo come regalo ti ha fatto fare un bel giro in macchina:

Ma il regalo piu grande lo hai fatto tu a noi, cammini!!!
video

martedì 27 dicembre 2011

Buon compleanno Marzia!!!!

E' già passato un anno, come vola il tempo, sembra ieri, anche se al tempo stesso è come se tu fossi sempre stata con noi.

Sembra ieri, eravamo in ospedale, la mamma cominciava ad avere le contraziioni e poco dopo stavi già strappando quell'affarino per sentire il cuore di mano all'infermiera, che mi diceva "guarda guarda falle una foto!", ma io ero troppo estasiato per recepire ed obbedire.

E' stato un anno pieno di soddisfazioni e di gioie, mi hai fatto provare emozioni sconosciute, mi cerchi di continuo, mi chiami, quando esco di casa piangi e quando ci sono mi vuoi, ti sei attaccata molto a me, molto piu di tuo fratello alla tua età.

Hai cominciato a chiamarmi "babba", hai cominciato a gattonare, fai "tao tao" e agiti la manina quando usciamo, ma se esco senza di te piangi a dirotto,appena ti svegli scavalchi la mamma e dicendo "babba" vieni da me, e quando non ti guardo mi metti la faccina in direzione del mio sguardo e mi sorridi...

E pensare che a me bastava Lorenzo, non sapevo cosa mi sarei perso....

Ti voglio un mondo di bene, sei la luce dei miei occhi, buon compleanno stellina
Il tuo babbo.

Un anno fa:


Sei mesi fa:

Oggi pomeriggio:

domenica 25 dicembre 2011

Buon Natale!!!!

E' arrivato il Natale!!
Ma partiamo dalla vigilia,siamo invitati la sera dalla cuginetta Zoe, gli zii e le zie degli zii, ritrovo al loro circolo ore 19:30.

Arriviamo puntuali, i primi ad arrivare (dopo di noi) si vedono verso le 21:30, per fortuna il suocero si dimentica i documenti a casa così inganno il tempo per mezz'ora portandolo a casa e tornando li.
Intanto il Lory inizia con un aperitivo (succo di mirtillo):

Ore 22 si comincia a mangiare, 3 o 4cento antipasti deliziosi, Zoe e il LOory che giocano,fino alle 23:30 quando, dopo che gli zii sono andati a casa a prendere il caricabatterie della macchina fotografica e dopo che hanno messo la stessa a caricare (io li prendo in giro ma è valsa la pena aspettare, quella macchina fotografica che costerà circa un paio di miei stipendi fa delle foto fantastiche, che aspetto che mi vengano recapitate) finalmente apriamo i regali!

Nonostante il Lory sappia che la notte verrà babbo natale qualche regalo c'è anche per lui:

Nel frattempo Marzia, dopo aver aperto qualche regalo, si guarda sempre piu dubbiosa, ma di dormire non ne vuole sapere:

Arriviamo a casa e andiamo a nanna che sono le una, esausti ma felici,anche i bimbi hanno resistito fino all'ultimo.

Stamani appena Lorenzo apre gli occhi (non sono ancora le 8) memore che la notte è passato babbo Natale vuole subito alzarsi, anche se probabilmente è mezzo sonnambulo visto che ha dormito poco, in compenso Marzia è sveglia da tempo.

Accendo la videocamera per riprendere la scena del Lory che apre la porta di camera e va a vedere i regali sotto l'albero come l'anno scorso, ma non faccio in tempo, il Lory correndo travolge ogni ostacolo presente nel percorso che lo separa dalla camera alla sala,me compreso.

Ed eccolo, estasiato di fronte a tanto doni:

E Marzia?
Arriva gattonando a 1000 all'ora, ha capito che forse qualcosa tocca anche a lei, nonostante Lorenzo tenti di aprire anche i suoi regali, e in mezzo ai doni si sente subito a suo agio:

Dai giochiamo assieme,Lorenzo prendi i palloncini e gonfiali:


Ora però Marzia fammi giocare un po col triceratopone e il tirannosauro che cammina e che fa il suo verso:


La lettera che Babbo Natale gli ha spedito:

Poi nel primo pomeriggio si comincia il mega pranzo parentesco, Lorenzo gioca felice con Zoe: Zoe è nel periodo in cui per ogni gioco dice "è mioooo!!!", anche quando gioca da sola per la forza dell'abitudine dice "è miooo!!!", poi si rende conto che è da sola; il Lory invece è piu diplomatico, quel che è suo è suo quel che non è suo "è di tutti!".
Intanto Marzia è in versione bambolina,eccola qui immortalata con me e la nonna Pina:

Lorenzo a pranzo finito decide di andare a giocare in cortile, "voglio andare sull'altalena, babbo mi spingi?"
Mentre lo spingo gli pende la testa, si è addormentato sull'altalena con 43 gradi sotto zero...

Tanti auguri di buon Natale da tutta la famiglia:

mercoledì 21 dicembre 2011

La recita!!

Ci siamo arrivati, è il giorno della recita!
Lorenzo cosa fai te nella recita, cosa rappresenti?
Boh, non si sa! Risponde un enigmatico Lory.

Chissà se vuole farci mantenere il segreto oppure non lo ha capito..

Gesù bambino l'ha fatto l'anno scorso, per cui no, speriamo non sia l'asinello (per il bue è troppo piccino).

Eccoci all'asilo, entrano tutti i bambini dopo che le maestre ci hanno spiegato il senso della recita:

Ecco,mi sa che non lo ha capito, in fondo non l'ho capito nemmeno io..

Moglie mi dice che bisognava ascoltare le maestre che parlavano, che l'hanno spiegato, ovvero è la rappresentazione di tutti i bambini di tutto il mondo che vengono accolti ed aiutati!

E potevano dirlo subito!
Il Lory è un cinesino!
E infine arriva babbo Natale:

giovedì 15 dicembre 2011

E' tornato il Luna Park!!!

Il Luna Park è tornato, come tutti gli anni in questi periodi, non vedevamo l'ora di essere spennati da qualcosa di nuovo.
Si inizia con l'amorignolo che vuole andare sulla giostra, ma scende subito perché è da solo e non fanno il giochino di prendere l'orsacchiotto e vincere il giro gratis.

Si passa al Bruco Mela, con chi ci vuoi andare Lorenzo?
E mentre io e moglie ci si guarda immobili, incrociando le dita, pensando intensamente "speriamo che tocchi a te" l'amorignolo sentenzia: con babbo!!
E te pareva..

E via, 4 giri con vento nei capelli, un brivido che corre lungo la schiena quando c'è la discesa ripida e un bel mal di schiena quando ci si alza, vista la posizione, mentre moglie sogghigna trucidamente.


Ma quest'anno c'è una novità, il tunnel dell'orrore!!
Lory si va nel tunnel dell'orrore??
Lorenzo indeciso...
Dopo un po acconsente, ovviamente gli spieghiamo che fa paura ma che è tutto finto.
Chiediamo con chi ci vuole andare, stavolta le speranze sono al contrario, sia io che moglie speriamo di essere scelti.

Con babbo!!!
Evvai!!
Il tunnel dell'orrore non sarà certo peggio che vivere 365 giorni all'anno con moglie, penso.

Saliamo sulla carrozzina, e via, si parte!

La strada si fa buia, entriamo in un tunnel angusto, inizio ad avere paura, abbraccio il Lory,gli chiedo qualcosa, e lui? Impassibile!

Entriamo in una specie di caverna, si accende una luce, a sinistra c'è un tizio che sta facendo a fette un cadavere mentre subito dopo uno zombie che si alza al nostro passaggio.
Tremo.
Per farmi forza abbraccio il Lory, e lui? Catatonico!

Continuiamo,entriamo in un tunnel buio, ai nostri lati ci sono delle mani che ci toccano, dei capelli che ci vengono sulla faccia, ho paura, abbraccio il Lory, e lui? Quasi annoiato!

Passiamo vicino al tetto, dove (si vedono anche da fuori) ci sono dei tipi loschi che si muovono, rabbrividisco, abbraccio l'amorignolo, e lui? Impassibile!
Gli metto una mano sulla faccia impedendogli di respirare per vedere se è morto, ma me la sposta,ergo ne deduco che sia vivo.

Giro finito, la carrozzina torna fuori, al punto di partenza.
Moglie: "com'è andata?"
Io: "Una passeggiata"
Lory: "Voglio scendeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!"

Le apparenze sono tutto nella vita!

Per finire torniamo sulle giostre, ci sono altri bambini e quindi si può fare il giochino di prendere il pupazzo per vincere il giro gratis, Lorenzo lo prende subito, oltre alla sua solita resistenza nel restituirlo all'omino per ricevere in cambio un insulso bigliettino decide di scendere appena la giostra si ferma, tanto il suo scopo è il pupazzo, chissà perché poi non glielo lasciano mai!

mercoledì 7 dicembre 2011

Lezioni di calcio

Marzia è sempre piu calciatrice, eccola esibirsi in un abile palleggio di testa!
Al gol moglie è stata così magnanima da non uccidermi...

domenica 4 dicembre 2011

Auguri Lorenzo!!!

Oggi compi 4 anni!
Ma non te lo abbiamo detto perché domani festeggi all'asilo e giovedì a casa coi parenti, quindi se te lo avessimo detto avresti voluto altri regali, un pacchetto di regali per ogni festeggiamento!

O meglio, te lo abbiamo detto, ma fortunatamente non hai capito.
La coscienza l'abbiamo a posto.

Spero che quest'anno il cantarti tanti auguri a te non significhi, dal tuo punto di vista, dedicarti una marcia funebre, un canto funesto da festeggiare con urli,strilli e pianti come due anni fa.

Tra qualche giorno avrai la tua festa speciale, nel frattempo tanti auguri piccolo ometto!

sabato 3 dicembre 2011

Cammina!!!!!!!!

Marzia cammina!!!

Probabilmente per sfinimento, trovandosi sull'orlo di una crisi di nervi da quanto moglie le spappola gli zebedei con questo camminare.

Moglie la prende, la mette a un metro di distanza e la lascia, lei pur di essere lasciata in pace ha deciso di camminare fino a moglie!

L'arrivo è in tuffo, sembra un po Inzaghi quando entra in area di rigore, ma guardare per credere:


Non sempre però ne ha voglia:

lunedì 28 novembre 2011

Buon compleanno nonno Antonio!!

Il compleanno di nonno Antonio in realtà si è festeggiato ieri al ristorante a Casciana terme, mattina alle terme e pranzo appunto al ristorante.

Ho mangiato come un bue, tanto che, appena arrivato a casa ho rivomitato tutto, per me si poteva anche ricominciare da capo..

Ma oggi abbiamo deciso che stasera avremmo rifesteggiato.

Abbiamo deciso di fargli una torta a sorpresa, così stamani lo abbiamo mandato a comprare la torta, in modo che la sorpresa fosse ancor piu inaspettata....

Come regalo Lorenzo ha avuto l'illuminazione: visto che nonno Antonio prende un sacco di medicine a Lorenzo si accesa la lampadina, "Gli regaliamo taaaaaante medicineeee!!!"

Bella battuta direte voi, sicuri?

martedì 22 novembre 2011

Ecco come ci vede

Lorenzo tutti i giorni all'asilo fa un disegnino, che ci porta orgoglioso a far vedere.

Fino a poco tempo fa faceva solo scarabocchi, che ci spacciava per opere d'arte, questa è la primavera, questo è il vento, va beh..

Ora invece ha imparato a fare qualche figura geometrica, che peraltro sa riconoscere, le case, ma soprattutto gli omini!

Quindi gli interrogativi che gli poniamo sono: chi è quello?

Eccolo di ritorno a casa cn questo disegno:


Chiedo a Lorenzo: "Cos'è? Una mosca? Un ragno? Una vespa? L'ape maia?"
"No, è mamma!"
"E babbo?"
"Babbo lo faccio domani"

Eccolo il giorno dopo, ci mostra il capolavoro:


"Lorenzo chi è quel fusto filiforme che hai disegnato?"
"E' babbo!"

he he he he he

venerdì 18 novembre 2011

Un'oggetto si può vendere, una passione no






Come ben sapete io con le moto ho chiuso, per mia scelta.

Anche l'amico con cui ho condiviso giri, curve e vacanze a due ruote aveva chiuso, solo che lui ha riaperto,ha comprato una GSX R 1000, un mostro di potenza (150 cavalli), mentre io non riaprirò.

Ieri però doveva venire a trovare un altro nostro amico, anche lui motociclista, "France se ci sei te la faccio provare", e come fare a dire di no?
In realtà di dire no non mi è neanche passato un attimo per la testa,nonostante le rimostranze di moglie (ovviamente!)

Così ci siamo trovati, sono salito sopra quella belva, mentre lui è salito sulla moto dell'altro ragazzo (Speed Triple 955) e siamo partiti.

Beh è stato bello, mentre la mente correva verso ricordi lontani, con un po di nostalgia, non lo nego.

Mezz'ora, tanto è durato il nostro giro, tanto da ricordarmi i motivi per cui ho deciso di smettere, ma mi è piaciuto molto provare di nuovo una simile emozione, che solo determinate cose possono trasmettere.

La frase che mi ha lasciato il mio amico su FB mi ha un po commosso:
"Vederti di nuovo davanti a me sopra una moto e' stato davvero emozionante..per un attimo sembrava tutto come era prima....che bello!!!"

Fine, si rivolta pagina senza alcun rimpianto.
Niente, volevo condividere questa mia emozione...

Il video:

martedì 15 novembre 2011

Ing. Marzia

Nonna disperata,con lo stereo defunto.

"Non va, le ho provate tutte, non da piu segni di vita il mio stereino..." dice la nonna.
"Levati donna" risponde il nonno, e ci prova lui a sistemarlo.

Ma ben presto sentenzia: defunto!

Passa qualche giorno, Marzia si reca dai nonni in visita di piacere.

Saluta e si mette ad armeggiare allo stereo, dopo un minuto una soave musica inonda la casa!

L'ingegner Marzia si fa una risata e si allontana, lo stereo è resuscitato!

Peccato che non abbia ancora imparato a parlare, altrimenti ci avrebbe spiegato come ha fatto!!

domenica 13 novembre 2011

Regalo dimissioni Silvio

Oggi per festeggiare le dimissioni del despota mafioso ho deciso di comprare un regalino al Lory, c'era una splendida macchinina telecomandata al supermercato, quella con le ruote grosse, costava sui 15 euro.

Ma si, è un giorno di festa, te la prendo Lorenzo.

Ma lui, con la crisi che avanza, col paese sull'orlo del baratro, conscio che bisogna ridurre le spese, mi ha detto di rimetterla sulla scaffale e di prendere il camioncino da 4 euro e 90!!

D'altronde è risaputo che i maschietti siano sempre un passo avanti!!
(e nessuno si azzardi a dire che secondo lui quel misero camioncino era piu interessante!!!!!!!!)

Per l'occasione abbiamo anche la sua intervista ufficiale, mentre gli viene consegnato il premio risparmiatore dell'anno:

venerdì 11 novembre 2011

Regalo Lorenzo

Siamo ai primi di novembre per cui moglie è in fibrillazione per la scelta dei regali di natale, in genere si inizia un paio di mesi prima a pensarci, quindi immaginate l'ansia di questi giorni.

Abbiamo provato a far scrivere a Lorenzo la letterina a Babbo Natale, ma si rifiuta, un po perché non sa scrivere...ma avremmo scritto noi, e un po perché la ritiene un'inutile perdita di tempo, lui vuole 3 (non uno di piu e non uno di meno) dinosauri grossi, di 3 razze diverse, possibilmente vivi.

Oggi siamo andati a fare un giro in un mega negozione giocattoloso,di quelli con la scritta "lasciate la carta di credito o voi che entrate",tanto per farci del male in previsione di quello che dobbiamo spendere.

Una volta dentro chiamano i nonni materni, dicendoci di comprare un regalo al Lory per il compleanno,perché siccome siamo furbi abbiamo fatto 2 figli entrambi nel mese di natale, così la mazzata tra capo e collo ci arriva tutta insieme, 4 regali nel giro di 20 giorni.
I nonni ci danno un budget da spendere, un sogno! Io adoro spendere soldi NON miei!

Passo in rassegna vari giochi.
Io: Trovato!!
Moglie: "cosa?"
Io: "Mega macchinina telecomandata!"
Moglie: "ma non è che abbia la passione per me macchine..."
Io: "Embè?"
Moglie: "le macchinine telecomandate piacciono a te, non a lui"
Io: "appunto!"

Moglie ci pensa, qualcosa non le torna
Moglie: "dobbiamo comprare qualcosa che piaccia a lui, non a te!"
Io: "Ma poi chi ci gioca con lui?? Io! Quindi esigo che il gioco piaccia a me!"

Moglie ci riflette, non sa controbattere,qualcosa non le quadra.
"Una motina!!!" dico tutto contento
Ma ormai moglie ha deciso che per qualche strano motivo il mio ragionamento non quadra, alla fine si decide per un gioco da tavolo per bimbi di 4 anni, di quelli che piacciono a lei.....
Non è giusto ecco!

lunedì 7 novembre 2011

Il mezzo di locomozione adatto a lui

Finalmente l'abbiamo trovato!

Grazie ad un amico, ex collega che mi ha preso in simpatia quando, 15 anni fa, sono entrato a lavorare nella fabbrica dove sono tutt'oggi, Lorenzo ha provato l'ebbrezza di un giro su un trattore del 1954!!

Il trattore era in esposizione, ma il mio amico,padrone del mezzo, mi ha gentilmente concesso di far fare un giro a Lorenzo.

Gli è piaciuto?
Molto!

Infatti ora vuole che gli compriamo un trattore, vero...

sabato 5 novembre 2011

Progressi calcistici

Marzia comincia a muovere i primi passi nel mondo del calcio, e riesce benissimo!

Eccola li dribblare avversari su avversari fino a spingere la palla in rete:


Lorenzo invece il calcio l'ha sempre schifato, come vedeva una palla si scansava, ma crescendo un po ci ha provato, però, ahimè, con scarsi risultati.

Ma come Sylvester Stallone in "Fuga per la vittoria" ha trovato la sua giusta dimensione in campo: il portiere! Eccovelo impegnato in un calcio di rinvio:

Na guerra persa...

martedì 1 novembre 2011

Un po strani lo siamo..

In effetti un po strani lo siamo, anzi, io me ne tiro fuori e non rivendico la paternità delle stranezze!

Oggi decidiamo di andare a Grosseto a mangiare al ristorante giapponese, siamo io moglie, Lorenzo, Marzia, nonna Eliana e nonno Renato.

Se la matematica non ci inganna siamo 6, anche se proviamo a contarci piu volte sperando di aver sbagliato e di aver contato qualcuno in piu....già perché la macchina è omologata per 5 persone.

Come si fa??

Io me ne tiro fuori e mi limito ad ascoltare moglie e suoceri:
Andiamo tutti in treno! esordisce qualcuno.
Certo, così si spende un capitale di biglietti!

Potremmo andare tutti in macchina, si mette Lorenzo in braccio a qualcuno e si lega con la cintura come se fossero una persona sola!
Ma che si scherza?? In 6 in macchina?? Al limite si mette qualcuno nel portabagagli! Anzi no va..

Potremmo andare con 2 macchine! C'è la 600 a disposizione!
Eh no, i suoceri non conoscono la strada e bla bla bla

Potremmo dividerci,metà in treno e metà in macchina! Poi la la macchina fa la spola stazione-ristorante che tanto è vicino, e se non fosse vicino chi se ne frega.
Si, facciamo così!

Prossimo quesito, come ci dividiamo??
Dunque, moglie e figli in treno e il resto in macchina!
No, moglie da sola con 2 figli, troppo impegnativo.

Moglie, un figlio, un nonno in treno e il resto in macchina!
Eh ma Marzia magari vuole ciucciare e a Lorenzo il treno piace.

Moglie, 2 figli e un nonno in treno e il resto in macchina!
Ok, facciamo così!

Dunque, quale suocero predilige la macchina a quale il treno?
Suocera: marito fai te, per me è uguale
Suocero: ma decidi tu! Che mi cambia a me!
Suocera: ma no davvero, per me è uguale!
Suocero (visibilmente alterato): Eliana finiscila e decidi! IO vado in treno, se ti sta bene bene sennò è così! Chiaro???

Ho una proposta anch'io, io in macchina, moglie in treno, un suocero in aereo e uno in pullman, mentre i figli ce li facciamo recapitare direttamente li tramite corriere!

Nessuno mi prende sul serio...

Alla fine ci siamo così suddivisi:
all'andata io e suocera in macchina, suocero, moglie e figli in treno.
Al ritorno io,suocera e Marzia in macchina, moglie, suocero e Lorenzo in treno.

E fu così che i nostri eroi riuscirono a compiere 80 km nella metà del tempo servito per decidere come farlo.

lunedì 31 ottobre 2011

Siamo a cavallo!!!

Gli amorignoli amano i cavalli, hanno proprio la passione!

Noi ovviamente facciamo di tutto perché coltivino questa loro passione, anche se spesso il portafoglio ne risente, perché le escursioni costano...ma noi gliele facciamo fare lo stesso!

Eccoli qui durante una bella galoppata a cavallo, entrambi felici col vento nei capelli:



Ovviamente la passione,specie per la piu piccina, continua anche in casa:

lunedì 24 ottobre 2011

Bimbo piccinaccolo all riscossa

Pomeriggio ai gonfiabili.

Lorenzo entra e ci sono 2 bambine, quasi sue coetanee e un bimbo piu grande.

Lorenzo cerca di fare amicizia ma loro non lo vogliono, entrano in una casetta e gli dicono "tu no bimbo piccinaccolo", lui ritenta dopodiché va a giocare da solo.

Quando le 2 bambine escono un po lui fa amicizia col bimbo piu grande, e quando Lorenzo viene un attimo da noi gli chiede dove vai, e lui risponde che torna subito.

Poi il bimbo piu grande se ne va e rientrano le due bambine, salgono tutti e 3 su un gonfiabile,una bambina gli si piazza davanti: "tu no bimbo piccinaccolo!"

Lorenzo le da uno spintone e passa anche lui!!

Giro dopo stessa scena, con la bimba esasperata che versa anche qualche lacrimuccia...

Io guardo Lorenzo, che per la prima volta si è fatto rispettare (in genere torna indietro e cambia gioco) e penso: sei un grande!

lunedì 17 ottobre 2011

Un attimo lungo un'eternità

Un corridoio.
Un uomo e suo figlio.
Ai piedi dell'uomo una palla.
Stanno uno di fronte all'altro.
Si guardano.
Si studiano.

Lo sguardo gelido del bambino punta dritto sugli occhi timorosi del padre.
Lo ipnotizza, lo gela.

Un istante che dura un secolo.
Poi l'uomo parte.
Colpisce la palla con l'interno del piede.

La palla rotola verso il bambino.
Il bambino la guarda.
Allunga una gamba per impattarla.
Il fiato è sospeso,da entrambe le parti.

La palla passa...
e si insacca imparabilmente.

Gol!

Ueeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

E si che avevo tirato piano e male per evitare la tragedia....

martedì 11 ottobre 2011

Tormentata storia di un povero tritatutto

Il tritatutto (trojajus hinutilis) è stato indicato come regalo (doverum) da mia mamma per il suo compleanno (mangiarum tantum al ristorantae).

Moglie (punitionae divinam) si è subito attivata, coinvolgendomi, nella ricerca (perditam di tempus) del meraviglioso oggetto, che è stato individuato in uno splendido modello trovato su internet (perditionae acutas di soldum).

Dopo vari giri (rotturum de pallae) in vari centri commerciali (luogum horribilis per il portafogliae) è stato individuato!

Ci guardava, poverino, dall'alto di quello scaffale, ma noi, impiestosi, lo abbiamo lasciato li, causa prezzo alto (barrieram invalicabilis).

Il tritatutto è stato quindi ordinato su internet, ma dopo aver aspettato e aspettato, il sito da cui l'abbiamo comprato ci ha avvisati che il prodotto era terminato.

Il tritatutto,triste, è rimasto la.
Dato che con internet si può fare tutto ho chiesto a moglie di poterlo scaricare direttamente dal pc, ma questo non si può.

Una volta a Torino,con moglie e suocera (associationae at delinquerem) abbiamo cercato nuovamente, ritrovandolo, li, che ci guardava con le lame dagli occhi languidi (exprimemun pietae), ma noi, inflessibili, lo abbiamo lasciato li, sempre causa prezzo.

Tornati a casa moglie ha ordinato il modello da altro sito, e stavolta....il trotatutto è arrivato!
Ce lo siamo coccolato tutto, fino al giorno del festeggiamento del compleanno (mangiarum ingrassae), ma, ahimè, le capacità di memoria di moglie (cervellae difettatum) ci facevano lasciare il prezioso oggetto a casa!

Tornati a casa, forse ci siamo!
Il tritatutto si mostra in tutto il suo splendore per andare a deliziare la destinataria del regalo, esce orgoglioso dalla sua scatola e....ciottola! Infatti, attaccato alla corrente non ci pensa nemmeno a funzionare (presum solam).

Avvertita l'azienda del difetto ci è stata promessa la sostituzione, stamani è passato il corriere a ritirare il tritatutto rotto, che mi ha fatto ciao ciao con la manina e con le lacrime alle lame, evidentemente non era destino (sfiga cosmicam)

sabato 8 ottobre 2011

Si cresce!!

Si cresce! eccome se si cresce! a vista d'occhio!

Marzia sta facendo progressi su progressi, innanzitutto ha cominciato a dire le prime paroline, ci chiama "nenne", poi dice "tta" per dire tetta.

Sta anche cominciando a stare in piedi da sola, per qualche istante ma ci sta, dopodiché si siede.

E ha anche cominciato ad arrampicarsi, si arrampica sul mobile dove i miei tengono la tv e addirittura si è seduta da sola sulla seggiolina di Lorenzo!

Ma veniamo alle cose serie: mi adora!!

Cavolo, vuole me, vuole sempre me, se sono in casa mi guarda e mi tende le braccina finché non la prendo, se non la prendo piange!

Tutto il giorno a cercare me, mangio anche con lei in braccio, quando ci sono io non c'è mamma che tenga, vuole stare con me!

Oggi al parco ho obbligato suocera a farci un video, che inizia con Marzia in braccio a moglie, poi mi avvicino io e viene da me, infine moglie fa cenno di riprenderla e lei si gira dall'altra parte per rimanere in braccio a me!
L'adoro!
Guardare per credere!
video

domenica 2 ottobre 2011

Il centro commerciale di sabato mattina

E' sabato mattina.

I pargoli si sono svegliati presto, "uniamo l'utile al dilettevole", afferma un'assonnata moglie.
"Cioè??" pensando a cosa mi aspettasse dopo essermi tirato su dal letto giusto in tempo per incrociare qualche vampiro di ritorno da una notte brava

"Andiamo al centro commercialee!! Evvivaa!!"
Ora, io credo sinceramente che il desiderio che la maggioranza degli uomini esprimono dopo essersi svegliati all'alba controvoglia sia alzarsi per andare in un centro commerciale, ma dammi almeno un minutino per riprendermi...

Moglie: "su dai che è sabato!! C'è un sacco di gente, bisogna andare presto che altrimenti poi non si gira piu!"

Io: "si si ora mi alzo..."

Moglie: "eh si perché è sabato....ma...ma...sempre li??? Tirati su,forza!"

Partiamo, sta spuntando il sole.

"E accelera, così arriviamo per pranzo!" bofonchia moglie.

Eccoci arrivati, andiamo ad infilarci nel marasma di gente,che ho voluto anche immortalare:

venerdì 23 settembre 2011

L'omino logorroico

Reduce da una serata con un amico conclusasi troppo tardi, un prender sonno alle 2 passate e una sveglia all'alba mi accingo, alle 9 di mattina, a portare Marzia in giro sperando che si addormenti,cosi posso morire lentamente su una panchina, col rumore delle onde del mare a cullare il mio addio al mondo cosciente.

Compro anche un quotidiano va, sempre che trovi la forza di tenerlo in mano.

Arrivo sulla panchina, ci sono pochissime persone, Marzia dorme, mi siedo e mi godo la brezza mattutina che provien dal mare, con gli occhiali scuri che se chiudo gli occhi non se ne accorge nessuno.

Ma....perché quando si pianificano le cose c'è sempre un ma, anzi ce n'è sempre piu d'uno.

Si avvicina un ometto di mezza età, si siede sulla mia panchina, una cosa normale visto che ce ne saranno una cinquantina libere.

Riporto la conversazione, legenda:
OL = omino logorroico
IO = io
SCRITTE TRA PARENTESI = le cose che penso in quel momento ma non dico
SCRITTE TRA VIRGOLETTE = le cose che ci diciamo

OL: "Ma buongiorno!"
IO: "heilà..."

OL: "bella giornata eh?"
IO: "già.."

OL:"che bella piazza che è questa"
IO: (no, l'omino che vuole fare conversazione no eh, non è proprio giornata) "si"

OL,vedendo Marzia: "Uuuhh, che bel bimbo!"
Io zitto
OL: "E' un maschio vero?"
IO: (con i pantaloncini rosa e la maglietta con le trine può essere un maschio, pezzo di cretino?) "certo!"

OL: "beato lui"
IO: (perché dorme? vai a casa a dormire anche te invece di stare qui a rompere gli zebedei a me!) "Eh si, beato lui"
OL: "quanti anni ha?"
IO: (secondo te si parla di anni, beota che non sei altro?) "9 mesi"
OL: "ETCIUUUUU!!!"
IO: (se hai il cimurro non dico di rimanere a casa a curarti invece di venire qui a spappolarmi i cosiddetti, ma quantomeno allontanati dalla pargola!) "scusi eh" e sposto Marzia

OL: "Alfredooooooooooo!!!!" rivolto a un tizio che passa
IO: (ma cosa ca....cavolo sberci deficente??)
Marzia: "ueeeee"
OL: "si è svegliato!"
IO: (ma va??) "ha il sonno leggero..."
OL: "sarò mica stato io?"
IO: (no è stata mia nonna, pezzo d'asino) "no, avrà avuto un incubo" (magari,invece purtroppo è reale)

OL,vedendo che mi alzo: "dove va?"
IO: (il piu lontano possibile da qui!!) "vado a fare un po di spesa, buon proseguimento" (guarda lì c'è un altro figato con passeggino a cui andare a sfracellare gli attributi)
OL: "io rimango un altro po, è cosi una bella giornata"
IO: (prende per i fondelli)
OL: "proprio una bella giornata"
IO: (peccato sia durata poco) "già..."

lunedì 19 settembre 2011

Un finesettimana un po travagliato

La questione riguarda il mio babbo e la sua salute, alquanto cagionevole a causa del lento ma inesorabile scorrere del tempo, la lontananza di moglie,che ha preso il viziaccio di andare al lavoro non aiuta le cose.
Comunque.

Venerdi 16
SINTOMI: Febbre a 38,4 - leggero dolorino ad un polso - leggero dolorino ad un dente
AZIONE: si va dal dottore
CURA: antibiotici

Sabato 17
SINTOMI: Sintomi mortali, ovvero temperatura 35,2 - spossatezza - mal di testa - dolore in aumento al polso
AZIONE: si va dalla guardia medica
CURA: continuare con antibiotici, sali minerali.

Domenica 18 (mattina)
SINTOMI: temperatura 35,4, in lieve aumento - dolore lancinante al polso
AZIONE: si va al pronto soccorso
CURA: punturone di voltaren e muscoril - appuntamento dall'ortopedico

Domenica 18 (pomeriggio)
SINTOMI: dolore al polso in aumento
AZIONE: si ri-va dalla guardia medica,con braccio appeso al collo con foulard
CURA: antidolorifici e antinfiammatori per bocca, per raggiunta dose giornaliera di voltaren e muscoril - diagnosticata sindrome del tunnel carpale

Lunedi 19
SINTOMI: dolore lancinante al polso
AZIONE: si va dall'ortopedico dell'ospedale
CURA: diagnosticata infiammazione da sforzo, esclusa sindrome da tunnel carpale - braccio ingessato e appeso al collo
PROGNOSI: 20 giorni

giovedì 8 settembre 2011

Piombino - Roma sola andata

E' sabato, visto il week end libero decidiamo di andare a Roma da Silvia e Simone, "ma stavolta andiamo in macchina" dice moglie, visto che in treno è un po scomodo.

Partiamo sabato mattina, inizia ad albeggiare,moglie è già tutta pimpante e saltellante mentre in casa regna un silenzio di tomba.
"Si parte???"

Ci butta giu dal letto a calci e partiamo senza nemmeno aver fatto colazione, ritenuta un'inutile perdita di tempo, "al limite ci fermiamo in autogrill" rimbrotta moglie.

Ci fermiamo a DUE autogrill,giacché il primo non ha le brioches e bisogna aspettare, gente incacchiata ce lo fa notare, ma il simpatico amorignolo vuole i biscotti,così la fila la devo fare le stesso.
20 km e ci si riferma, stavolta colazione completa, tappa al bagno etc etc etc, quindi si ri ri parte.

Moglie imposta il tom tom e il navigatore del mio cellulare, "con due non si sbaglia",afferma moglie decisa.

Fino al gran raccordo anulare tutto ok, anche perché è tutta dritta, ma anche quello che vuoi che sia...

USCITA PIU AVANTI, dice il tom tom, NON DARGLI RETTA A TIRA DRITTO, replica l'altro navigatore.
Moglie: "usciamo che il tom tom è piu sicuro".
USCITA tuona il tom tom, ma siccome alla mia sinistra c'è l'altra corsia e alla mia destra una vasta distesa d'erba chiedo a moglie se sfondare il guard rail o rimanere sulla strada.
"Esci alla prossima uscita no?? ma che domande fai!"

Nel frattempo Marzia si sveglia e piange, Lorenzo si sveglia e comincia a chiedere quando arriviamo.

Esco all'uscita successiva, dopo 4 km, dopodiché il tom tom ci fa prendere a destra e ci riporta in autostrada per tentare di rifarci uscire nei campi di patate.

"Che si fa?" chiedo a moglie.
"Sto tom tom del cavolo, lo dicevo io che dovevamo seguire l'altro navigatore!" ribatte una stizzita moglie.

UEEEEEE!!! Urla intanto Marzia

Riprendiamo l'autostrada, il navigatore ci fa fare altri 20 km e poi ci dice di uscire.
Usciamo e siamo in città, Roma, piena di rotonde e incroci.
Primo incrocio: NUOVO CALCOLO DELL'ITINERARIO dice il navogatore
Ovvero stai calmo che ho perso la linea.

Ci sono 2 strade, prendo quella sbagliata mentre moglie mi da carta bianca così da potermi scaricare addosso la responsabilità della scelta.

Torniamo sul raccordo, come ci dice il navigatore, che ci fa uscire dopo altri 20 km (ne avevamo percorsi si e no 3 da quando aveva perso la linea,boh)

Ho detto UEEEEEEEEEEEEEE ribadisce Marzia

Dopo 20 km tuona USCITA, mi fiondo a destra, mi trovo davanti un altro incrocio, "dove vado?" chiedo ad una stranamente silenziosa moglie.
"Si è spento da solo" sussurra moglie con un filo di voce, sull'orlo di una crisi di nervi.
Ci sono 2 strade, prendo ovviamente quella sbagliata.

Altri 15 km di raccordo, ma credo nella direzione opposta, e nuova uscita, fino ad oraabbiamo fatto l'uscita 31, 33 e 36 mi pare, ora tocca alla 26....ma si proviamole tutte..

Usciamo, incrocio, GIRA A DESTRA, "ci siamo!" penso, rotonda con 47 uscite, NUOVO CALCOLO DELL'ITINERARIO, ha riperso la linea. "Porca putt...!!!!!!!!!!!!"
Ne prendo una a caso e mi fermo appena posso, dopo 7 o 8 km, aspettando che riprenda la linea.
TORNATE INDIETRO QUANDO POTETE.
Alè..

Torno indietro, altre 3 rotonde nella quali 2 il navigatore perde il segnale, ma moglie riesuma il tom tom, che nonostante abbia le mappe dell'anteguerra ci indica pressappoco dove andare.
Arriviamo a Trigoria, paese di Silvia e Simo! Finalmente!

"Il navigatore però non trova la via" dice moglie
E ora?
"Non preoccuparti uomo di poca fede, mi ricordo io dove abitano".
"Appunto, non arriveremo mai", penso

Marzia intanto ci fa sapere che ne pensa: UEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE!!!!!!!!!!!!!

Moglie: "gira di qui, gira di la, gira di su, gira di giu, vai a destra...noooo, a sinistra, torna indietro, investi il pedone che è tardi, avanti.....eppure abitano qui.....gira 3 volte intorno alla rotonda, fai un freno a mano, una derapata...eppure ci siamo vicini..."

Dopo un quarto d'ora che giravamo in tondo come 4 scemi moglie viene folgorata sulla via di Damasco: "Gira li!!!!!!!!!!!!"

Arrivati!
Piombino Roma quasi 4 ore!
Chiunque voglia battere il nostro record si faccia avanti!

martedì 6 settembre 2011

Furbizia all'autolavaggio

Causa auto rimasta parcheggiata a lungo sotto gli alberi e conseguentemente piena di quei pallini di resina che rovinano la carrozzeria stamani decido di portarla all'autolavaggio.

Siccome ci sono molte cose da fare ci vado mentre, con moglie, faccio delle commissioni.

Andiamo quindi all'autolavaggio, moglie dice:
"Io e Marzia rimaniamo dentro la macchina"

Ok, quindi inizio a spruzzare l'acqua a pressione sull'auto,anche sul finestrino relativo al testone di moglie.

Mentre spruzzo vedo un po di movimento all'interno dell'auto, li per li me ne frego,anzi penso "guarda come si diverte!" ma vedo il trambusto aumentare,forse si sta divertendo un po troppo, così mi fermo e cerco di capire...
Presto capisco, moglie non ha chiuso il finestrino e sta li tutta fradicia ad imprecare, con Marzia in braccio, anch'essa tutta bagnata...

Ovviamente la colpa è mia perché non m sono assicurato che tutti i finestrini fossero chiusi, anche quello li che gestisce esclusivamente lei!

Amen....chiedo umilmente perdono!

giovedì 1 settembre 2011

Primo giorno di asilo

Oggi è il primo giorno di asilo!
Il secondo anno di materna, ma è sempre lo stesso asilo e di conseguenza anche le maestre sono le stesse.

Sono un po preoccupato, chissà quest'anno come la prenderà.
Beh non resta che aspettare e vedere.
Intanto il giorno prima lo prepariamo, non pare entusiasta a dire la verità.

Ma arriviamo a stamani, l'entrata è per le 8, sveglia alle 7:20 così abbiamo tempo di prepararci bene.

Alle 7:40 il Lory è pronto, zaino in spalla, che continua a ripetere "dai portatemi all'asilooooo!!"

Fatto sta che alle 7:50 siamo già li davanti al cancello chiuso,ci siamo ovviamente solo noi, col Lory che continua a chiedere come mai non possiamo entrare..

Sono finalmente le 8, si entra!
Le maestre ci salutano, lui sta un po sulle sue, odia le smancerie.
Si avvicina timidamente al giardino, gli altri bambini non lasciano le loro mamme, uno in particolare sta solo in braccio al babbo.

Penso che sarà difficile andare via e lasciarlo li, ma sono anche commosso, il mio Lorenzino nonostante la presenza di giochi e coetanei ama comunque stare con me, adora la mia presenza, faccio parte della sua vita anche fuori di cas..."Babbo vai via!" arriva la doccia fredda!
Che??
"Babbo vai a casa vai"
Non ci siamo capiti, tu AMI stare con me come tutti quegli altri marmocchi che vedi intorno a te amano stare coi loro genitori e non se ne staccano, guardali, piccola peste ingrata!
"Babbo vai via!"

Ok, questa era l'ultima possibilità, me ne vado con la cosa tra le gambe, guardandolo...starà crescendo?
Ma no....

Quindi,dove ho sbagliato?????????????????


lunedì 29 agosto 2011

Una giornata in compagnia: parco preistorico

Giornata al parco preistorico, noi, Simone, Silvia, Andrea e il piccolo Marco, ultimo arrivato nella famiglia dei nostri carissimi amici romani.

Abbiamo fatto vari giri del parco, tra dinosauri e uomini preistorici e un ranforinco volante:

E' bello giocare con la coda del brontosauro piu grosso d'Europa:

Bisogna far vedere a Lorenzo l'antenato della mamma:

E mentre le donne, neonato munite, parlottano tra loro di shopping e altre cose femminili:

Io e Simone ci divertiamo un mondo e fare le corse...ehm, ci sacrifichiamo a portare i figli piu grandi su macchinine e motine:
video

venerdì 26 agosto 2011

Colpa di mamma, ma eri divertente!




In vacanza, causa moglie che al posto del cervello non ha nulla di umanamente immaginabile, ci siamo trovati in cima ad una montagna, con un freddo bestia e Lorenzo senza giubbotto.

Abbiamo dietro il giubbotto di Lorenzo? Ho chiesto a moglie scendendo di macchina.
Certo! E' stata la risposta di moglie.
Detto fatto...

Soluzione intelligente a dimenticanze idiote:

ha ha ha Lory questa passerà agli annali, fai troppo ridere!
Un'altra foto:

Lory sembri l'assassino del film So cosa hai fatto, era vestito come te!

Lory lo so che, come al solito è colpa di mamma ma hai fatto ridere tutti! hi hi


OK OK LA SMETTO!!!! (COME SEI SUSCETTIBILE!)


lunedì 22 agosto 2011

Cosa non farebbe per me!

La mia Marzietta si sta attaccando a me!
Quando entro in casa mi sorride a 4 denti (ne ha solo 4, su siate comprensivi),tende le braccina nella mia direzione e piange se non la prendo subito in braccio.

Spesso in casa vuole stare solo in braccio a me e si mette a piangere ed urlare se la do alla mamma o la metto giu.

E se cammino?
Semplice, mi segue gattonando!

E se salgo uno scalino??
No problem,arrampicatrice nata!
C'è da dire che ha un ottimo maestro:

video

venerdì 19 agosto 2011

Un ballerino nato:questione di stile


Ferragosto montano, il campeggio organizza balli per amorignoli, con tanto di dj e sala da ballo adibita per l'occasione.

Al Lory viene persino chiesto di tenere un corso di ballo per insegnare quest'arte al resto dei bambini, ma lui cortesemente rifiuta, accettando però di esibirsi in pubblico.

Così, mentre tutti i bambini normali ballano in maniera normale, il nostro eroe si cimenta in maniera sfrenata in passi di break dance,attirando l'attenzione di tutta la sala!

Tutti ammutoliscono nell'ammirarlo, ho fatto anche un video a sua insaputa (a sua insaputa per questioni di copyright, l'amorignolo ci tiene a queste cose).

PS: La cuginetta Zoe conosce perfettamente tutti i tipi di ballo e le coreografie di ogni canzone,anche se nell'occasione si è fatta attrarre dai movimenti dell'amorignolo tanto dal tentare di imitarlo

video

martedì 16 agosto 2011

Fuochi artificiali: effetti e stranezze

Siamo ancora in vacanza tra i monti, tra mucche capre licantropi e cannibali,quando veniamo a conoscenza del fatto che verranno esplosi i fuochi artificiali.

Lorenzo non li ha mai visti,è l'occasione buona per farlo assistere alla serata pirotecnica.

Moglie vuole sincerarsi della data,va quindi dall'organizzatore dei fuochi,titolare di un bar,per chiedere conferma di quanto letto su un bigliettino:
"domenica sera fate i fuochi vero?"
risposta del tizio: "domenica si,però se fa brutto tempo anticipiamo a sabato"
Non sapendo se volesse partecipare al concorso "spara la risposta piu imbecille che ti viene in mente" ci chiediamo come facciano a prevedere il futuro ed anticipare (e non posticipare),ma forse è meglio non chiedersele certe cose.

Non anticipiamo nulla al Lory onde non rischiare di illuderlo inutilmente e domenica ci presentiamo al paesello per vedere se fanno sti fuochi.
Visto che il pomeriggio pioveva vogliamo chiedere se hanno intenzione di anticiparli a ieri, sul volantino c'è scritto 21:30,forse il Lory ci arriva sveglio.



Simpaticissimo sindaco: no alle 21:30 iniziamo a fare discorsi e ringraziamenti,i fuochi a quell'ora li fanno a Cuneo,qui iniziano alle 22:30!
Tra risposte dementi e botte di simpatia se la cavano bene in sto paesino...

Fatto sta che il Lory crolla.
Lo svegliamo appena iniziano i fuochi,nel frattempo lo avvolgiamo in una copertina chefa freddo.

Dopo una solfa di un'ora su tutta l'interessantissima storia del paesello,a partire dalla prima guerra mondiale fino ai giorni nostri e sul pubblicizzare la lotteria,i fuochi hanno inizio.

Lorenzo viene svegliato,apre gli occhi,lo prendo in braccio,lui guarda...ma trema.
Ha freddo poverino,svegliarsi cosi con la frescura della notte in montagna,ci sta.
Lorenzo batte i denti...ma non dal freddo,dal terrore!
Ho pauraaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa! Sibila il Lory tra i denti, un'espressione atterrita gli incornicia il volto.

Scappiamo a gambe levate,mentre l'amorignolo sembra aver visto uno spettro!
Saltiamo in macchina e via a casa, il Lory rimarrà traumatizzato fino al giorno successivo...sarà per un'altra volta...

Marzia in tutto ciò guarda i fuochi con distacco,riaddormentandosi durante i fuochi...

sabato 6 agosto 2011

Primi amori e prime malattie

I primi 4 giorni di vita in montagna allo stato brado sono passati, l'altroieri siamo infatti tornati in città, tra auto e industrie, palazzi e fogne.

Siamo tornati a causa di varie dimenticanze dei suoceri, soldi,carta d'identità,patente,carta di credito,bancomat,medicine,nulla di fondamentale insomma

Così abbiamo anticipato il nostro mini rientro, previsto inizialmente per il prossimo martedì, ma andiamo per ordine.

L'amorignolo si è subito ambientato bene, la sera ha ucciso un orso con le proprie mani, lo ha squoiato e ci si è fatto un sacco a pelo...in realtà era un ragnetto, e lo ha pestato inavvertitamente...

Va matto per le mucche, vuole sempre andare a vederle e ad accarezzare il piccolo vitello nella stalla, ma ama anche le capre, la sera va dietro ai pastori, munito di torcia elettrica, per vederle mangiare...però poi ha paura ad avvicinarsi, salvo volerne portare una a casa, da far conoscere ai gatti per mettere su una fattoria simile a quella che è qui.

Insomma si diverte, è tutto un mondo pieno di novità.

Anch'io mi sto ambientando piano piano, mi manca oltre alla connessione internet anche la linea del telefono, i cellulari non prendono, qui per comunicare sberciano sfruttando l'eco delle montagne.

Mi manca anche l'acqua calda, la scaldiamo con una pentola e ci laviamo con l'ausilio delle bacinelle, ma ci si abitua in fretta, anche ad allagare mezza casa.
Per quanto riguarda la doccia...per fortuna piove spesso!
Per radermi uso un pugnale...no vabbe, le lamette me le sono portate.

Poi siamo tornati a Torino, dove ha giocato con una bambina vicina di casa dei suoceri di nome Asia, sono ufficialmente fidanzati a quanto ci hanno detto, la prima sera Lorenzo voleva persino dormire a casa sua...

Per Marzia invece le cose non vanno benissimo, da ieri ha la febbre, avevo detto che è precoce, bene lo è stata fino in fondo, prendendo direttamente la sesta malattia saltando le prime cinque.
E' il secondo giorno che ha la febbre poverina, ieri siamo tornati in montagna perché è piu fresco e ci sta meglio, Lorenzo è voluto rimanere a Torino un altro giorno, mentre lei è qui, tra un bue e un asinello, ogni tanto viene a farle visita Heidi, e le caprette ci fanno ciao

lunedì 1 agosto 2011

Si parte per le vacanze!

Eccoci alle ultime ore prima della partenza a fare la conta di tutta la roba presa e da prendere, tutta la roba inutile che potrebbe non servirci e 1000 e 1000 paranoie (made in moglie)

La macchina è già stata dotata di bara sul tettino, quel cassone brutto grigio, non so se avete presente, manca giusto il morto dentro, ma forse ci metteremo anche quello.

La casa si sta praticamente trasferendo tutta, ci entrassero ci metteremmo pure le pareti...

Andiamo in montagna, in una casetta immersa nella natura, tra lupi e orsi, mucche e pecore, senza acqua calda, pc, tv, senza segnale per i cellulari,vivremo un po come Bear Grylls nelle sue avventure oltre ogni limite: moglie struscerà assieme due pietre per fare il fuoco mentre io squoierò un orso per usarlo come pelliccia,mentre ci nutriremo di bacche,radici e qualsiasi forma di vita, vegetale o animale, ci capiti a tiro.

Cercheremo di aggregarci a qualche tribù per sfruttare qualche falda acquifera conosciuta solo ai nativi

Ci vediamo presto gente di città!
(SPERIAMO!!!!)

domenica 31 luglio 2011

Quando meno te lo aspetti

Sto tornando indietro nel tempo, mi sembra una vita fa quando Lorenzo era piccolo, non camminava, non parlava, non gattonava....lo guardavo ed era li, con i suoi occhioni blu fissi nei miei.

Adesso sto vivendo le stesse sensazioni, le stesse emozioni, con Marzia.
Ha iniziato a gattonare un po, se le metti un oggetto che le interessa a un metro di distanza piano piano arriva a prenderlo.

Sto aspettando da un momento all'altro di distrarmi un attimo e trovarla in piedi, che mi guarda sorridente, come successe un giorno con Lorenzo.

Adesso è qui, seduta, che gioca, ma prima o poi,quando meno te lo aspetti, secondo me cominc....Marziaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa arghhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh!!!!!!!!!!!!!!!!!











lunedì 25 luglio 2011

Progressi e pernacchie

Negli ultimi giorni i progressi di Marzia si succedono in maniera incredibile, gattona tranquillamente, si alza in piefi quando trova un oggetto o un genitore al quale potersi aggrappare, tenta persino di stare in piedi senza sorreggersi, anche se per fare questo è un po presto.

Prova anche a fare le pernacchie, passa molto tempo con moglie nel tentativo di pernacchia.
"Prrrrrrrr" comincia una
"Fffffffff" risponde l'altra, che a fare le pernacchie è incapace e non emette nessun suono
"Prrrrrrrr" riprende una
"Fffffffff" risponde l'altra
E così via...

Dai su non prendertela, prima o poi imparerai anche a fare le pernacchie come si deve, non è certo una cosa grave, non vale la pena incavolarsi....semmai nel frattempo guarda Marzia e impara!

video

video

sabato 16 luglio 2011

In spiaggia...

Sono in spiaggia, è un lucente ed afoso pomeriggio di luglio, piccole onde increspate da un leggero venticello fanno da colonna sonora all'immagine da cartolina.

All'improvviso appari in lontananza,illuminata dal sole, mi guardi, io ti guardo, mi sorridi e ti avvicini.

Leggo gioia e sorpresa nei tuoi occhi, ma anche un po di malinconia.

Mi saluti, mi dai un bacio su una guancia, "quanto tempo..." mi dici.

"Già", ti rispondo, "una vita...."

Ci scambiamo poche frasi, dopodiché ci salutiamo e tu riprendi il tuo cammino, granelli di sabbia si muovono al tuo passaggio,accarezzando ogni tuo passo.

La tua figura si confonde ormai con le forme sbiadite dell'orizzonte, mentre un pensiero mi tormenta, girandomi vorticosamente nella testa: chissà chi cazzo sei....

lunedì 11 luglio 2011

Muove i primi passi...

..nella musica!
Non sta ancora in piedi ma in compenso da già il meglio di se nel campo musicale!
Un incrocio tra Sciopèn, Betoven, Mozart,Ceicoschi e un altro paio di quei tizi li, italianizzando i nomi in modo che si capisca chi sono, ovvero insignificanti bruscolini di polvere in confronto a...LEI!
video

martedì 5 luglio 2011

Qualche giorno di solitudine

Sabato:
Moglie, figli e suoceri se ne vanno a Torino per qualche giorno, partenza dopo pranzo così i pargoli dormiranno in macchina, io già mi pregusto solitudine, relax, mare ed uscite con gli amici.

Partono, ora me ne vado subito al mare penso, e naturalmente scrashhhhh!! Diluvio universale!
Ma porca paletta, sono 4 mesi e mezzo che non piove, ma proprio oggi??

Piove, sono 25 minuti che sono partiti, penso, cavoli, già mi mancan...driiiin, il telefono:
suocera: ci siamo dimenticati documenti e medicine di Renato, si torna indietro a prenderli!
Nemmeno il tempo di farseli mancare penso, penso anche all'ultima frase del suocero prima di uscire, ovvero "Elena la testa te la sei ricordata solo perché l'hai attaccata al collo vero?" E poi rivolto verso di me, "eh,sono donne"

Ritornati e ripartiti, smetto di pensare che mi mancano, avessi a vedermeli apparire di nuovo.

Il pomeriggio se ne scivola via, malinconico, accompagnato da nuvole nere e qualche goccia di pioggia.

Per la domenica è previsto bel tempo, ho già organizzato tutto:
mattina lavoro, esco alle 12 invece che alle 14, raggiungo in scooter i miei al mare, pranzo al ristorante del mare, ritorno a casa, divano, moto gp in tv, dopodichè sempre con lo scooter torno al mare con Carlo.

Domenica:
Ed eccoci al momento di mettere in pratica il tutto:
esco a mezzogiorno, prendo lo scooter, dopo 5 km buco la gomma dietro, impreco, torno indietro con lo scooter che mi va tutto storto e col rischio di finire di rompere la gomma nonché sfrangermi da qualche parte, arrivo a casa, vado su a prendere le chiavi della macchina.

Scendo, prendo la macchina, fila immensa di auto che tornano dalle vacanze, riesco ad arrivare al parcheggio del mare ma....è tutto pieno e ci sono un sacco di macchine in fila per parcheggiare.
Ri-impreco.
Mi metto dietro ad una macchina, la stessa mi si ferma davanti e i suoi occupanti si mettono a parlare con altri ragazzi a piedi che sono li, dopo un paio di minuti buoni mi decido ad insultarli:
"Non è che per caso ve ne andreste affanc..." ma non finisco la frase che uno dei tizi a piedi mi interrompe e dice "Si ce ne stiamo andando, ti lasciamo il posto, tanto siamo due auto e loro non trovano parcheggio"
Una manna dl cielo! pensate se avessi finito la frase! per una volta un po di fortuna anche a me!

Mi precipito al ristornate, dove i miei affamati stavano per spolparsi la cameriera, ci sediamo e ordiniamo.
Dopo aver detto alla cameriera che devo tornare al lavoro, visto che dirle che dovevo andare a vedere la moto gp sarebbe stata una scusa di poco conto, ordiniamo: la cameriera ci ordina di prendere gli spaghetti alle vongole, il piatto più veloce che hanno.
Ok diciamo.
Ma forse le vongole devono ancora pescarle,mi chiedo mentre aspetto, e mi chiedo anche quale sia il piatto più lento che hanno.

Si finisce di mangiare, mi torturo ma rinuncio al dolce, scappo verso l'auto, manca un quarto d'ora alla moto gp, salgo in macchina, parto, e mi ritrovo davanti la solita fila per uscire, "Se ti levi dagli zebedei io passo" dico al tizio che se ne sta li impalato nella macchina davanti,cuocendo a fuoco lento mentre spera che il vecchio rimbambito che armeggia alla sua Fiat 127 ormai da un quarto d'orase ne vada, "bravo, così mi freghi il posto del vecchio rimbambito li davanti".
Inutile spiegargli che vado a casa, aspetto, finché l'anziano se ne va.... a piedi!

Arrivo a casa, la gara è iniziata, ma pace, me la guardo tutta, poi di nuovo mare,semi-insolazione e di nuovo a casa.

Lunedì:
Piove, governo ladro!

Martedì:
la mattina diluvia, arigoverno ladro, ma il pomeriggio fa bello.
Finalmente al mare!
Arrivo, mi sdraio, cuffiette nelle orecchie, musica soffusa, relax totale, bellissim...ronf ronf.
Mi sveglio dopo un po, me ne vado, il cuoco del ristorante mi rincorre scambiandomi per un'aragosta...

venerdì 1 luglio 2011

Se il buongiorno si vede dal mattino

In questi giorni ci sono i suoceri, che tutte le mattine vanno a comprare colazione, tutte le mattine appena ci si sveglia io vado a cambiare il pannolino a Marzia.

Ci alziamo, moglie, non vedendo i suoi genitori:
"Dove sono i miei?"
"Li hanno rapiti gli alieni.."
"Ora li chiamo per sentire dove sono"
"Sicuramente nel tragitto che da casa nostra va al bar..."
"mah, fammeli chiamare....ma,perché hai cambiatoil body di Marzia?"
"Perché a me il troppo pulito da sui nervi..."
"Ah, ma ha fatto la cacca?"
"No, si è sporcata con gli spaghetti all'amatriciana che ha mangiato per colazione..."

Se il buongiorno si vede dal mattino la saga della domanda idiota non è che all'inizio...

lunedì 27 giugno 2011

Il presente ed il futuro!

In barba al post precedente, abbiamo capito da chi sia stati ispirato Casey Stoner da piccino!

Il Lory ieri ha paventato l'idea di tornare in sella alla sua potente Ducati, subito accontentato dal suo raggiante babbo!

Il piccolo Casey è stato dapprima intervistato, ma essendo uomo di poche parole è subito saltato in sella al suo bolide per dare dimostrazione della sua smisurata classe:
qualche problemino alla pertenza, le gomme erano fredde, il motore idem, c'era da provare l'assetto:
video
Dopodiché partenza, dritto verso il traguardo:
video

Eccoli, il presente ed il futuro: