lunedì 27 giugno 2011

Il presente ed il futuro!

In barba al post precedente, abbiamo capito da chi sia stati ispirato Casey Stoner da piccino!

Il Lory ieri ha paventato l'idea di tornare in sella alla sua potente Ducati, subito accontentato dal suo raggiante babbo!

Il piccolo Casey è stato dapprima intervistato, ma essendo uomo di poche parole è subito saltato in sella al suo bolide per dare dimostrazione della sua smisurata classe:
qualche problemino alla pertenza, le gomme erano fredde, il motore idem, c'era da provare l'assetto:
video
Dopodiché partenza, dritto verso il traguardo:
video

Eccoli, il presente ed il futuro:

domenica 26 giugno 2011

Prima regola dell'amorignolo:non parlare mai dell'amorignolo (new look)



Ecco a chi si era ispirato Brad Pitt quando ha girato il film Fight Club, al futuro look dell'amorignolo!

venerdì 24 giugno 2011

Avventure acquatiche

E' giunta l'ora di prendere confidenza con l'acqua anche per Marzia, così decidiamo di andare in una piscina con acqua termale a 34 gradi, perché gli amorignoli sono assai esigenti.

Mentre il Lory, nuotatore ormai esperto, tiene un corso avanzato di nuoto agonistico gratuito per i fortunati presenti quel giorno, la Marzietta prende confidenza con l'acqua...anzi è l'acqua che prende confidenza con lei!
Le mancano le squame, scivola infatti sinuosamente sul pelo dell'acqua, sia col salvagente, che in questo caso è stato salvato da Marzia e non il contrario, che senza.

L'amorignola sgambetta beata.

Come potete vedere va anche in apnea senza farsi tanti problemi!

Lory non volermene ma dico le cose come stanno, tu appena uno schizzino d'acqua ti va in prossimità degli occhi urli "babbo mi asciughi gli occhiniiiiiiiiiiiiiiiiii!!!!" e non li riapri fino a che non vado a prenderti un asciugamano e te li asciugo....ma sta tranquillo, non lo dico a nessuno, solo quelli che erano in piscina se ne sono accorti!
video
video
Esperienza da ripetere assolutamente!

mercoledì 22 giugno 2011

Un paio d'ore sul lago Maggiore

Oggi finisce la nostra minivacanza, per non farci mancare nulla prima di tornare a casa facciamo una capatina sul lago Maggiore, noi per vederlo e il Lory per provare l'ebbrezza della navigazione.

Il Lory è entusiasta dell'idea, facciamo i biglietti mentre sbagliamo la strada per il pontile per la terza volta il controllore ci indica a gesti da dove passare...in realtà non è colpa nostra, è che dalla biglietteria al pontile è come un labirinto, credo ci sia anche un minotauro che cerca l'uscita ormai da decenni.

Arriviamo e il Lory tramuta l'entusiasmo in angoscia, in pianto e in disperazione: "ho pauraaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!! Non ci voglio salireeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee"

Visto che i biglietti sono stati pagati il Lory si attacca e sale, volente o nolente (nolente in questo caso)

Tempo poco e cambia idea, è interessante il Draghetto, come lo chiama lui, se avessimo preso una barca sarebbe stato pericoloso ma il Draghetto è sicuro, afferma il Lory senza remore.

Per vedere meglio il panorama andiamo sul piano di sopra, dobbiamo scendere alla prima fermata.

Il traghetto si ferma, moglie conta le paperelle nel lago mentre il Lory se ne sta comodamente seduto a rimirarsi il panorama, "la gente sta scendendo moglie" le dico, "ora si va, sempre a metterci fretta stai!"
"Andiamo va che la gente è scesa..anzi mi pare che il traghetto stia ripartendo" dico
"E' la corrente, sono le onde, è solo una tua impress.....corriiiiiiiiiii!!"

Morale della favola il traghetto era già partito, ma visto che gli abbiamo fatto pena sono tornati indietro, hanno riattraccato e ci hanno fatti scendere, il tutto è durato quasi 10 minuti e sotto i loro sguardi trucidi, mentre noi ci vergognavamo come biscie e mentre moglie diceva al Lory "quando ti si dice di scendere devi scendere, non puoi rimanere li, impalato a guardare chissà cosa, lo vedi cosa sono costretti a fare questi gentilissimi signorti per colpa tua?"

Ma credo che nemmeno i gentilissimi signori ci credessero...


lunedì 20 giugno 2011

Una giornata al safari zoo

Una bella giornata al safari zoo ci attende, la mattina sveglia puntata alle 7:30, alle 8:15 dobbiamo essere giu a fare colazione e alle 9 davanti al parco, a quell'ora apre e dobbiamo trovarci coi suoceri, che conoscendoli saranno li verso le 7 per paura di fare tardi.

Alle 7:15 vengo acciecato da un bagliore, sento un mugolio provenire dalla mia sinistra e un rantolo poco distante: moglie, pronta già da un po non ha resistito ed ha aperto le finestre, facendo entrare la luce in una camera in cui 3 persone per la prima volta dormivano tutti contemporaneamente.

Il tempo di insultarla e andiamo a fare colazione, poi si parte.

Il mio telefono fa da satellitare, moglie (esperta in elettronica, telefonia, guida all'orientamento, riconoscimento dei punti cardinali e disegno della rosa dei venti) lo afferra e ingaggia una lotta col navigatore.
"Intanto parti, appena prende la linea ti dico dove andare"
"E nel frattempo dove vado??"
"Parti che è tardi!!"

Faccio un paio di giri del parcheggio ma moglie non ci casca, "prendi la statale 32!"
"Ma come ci arrivo???"
Moglie: "il telefono non PRENDE, non PRENDE la linea, non PRENDE il segnale gprs, non PRENDE internet, ora lo PRENDO a calci, ma che gli PRENDE, mi PRENDE in giro??"
Nel frattempo si gira come 2 scemi, Lorenzo e Marzia si dissociano.

"Moglie che ha sto telefono?"
"Non vaaaaaaaaaaa!!!"
Lo prendo in mano e parte immediatamente.
"Ti giuro che fino ad un attimo fa non andava!"
Certo certo...

Il telefono ci guida...boh? Ci dice che siamo arrivati in mezzo a una strada deserta.
"ma che indirizzo hai messo moglie?"
"Non lo ha lo zoo, ho messo un indirizzo, cioè una strada...si insomma..."
Invece di insultarla mi fermo a chiedere a un signore, che molto gentilmente ci spiega la strada.

Arriviamo e i suoceri hanno messo le radici.

Entriamo con una macchina sola, anche se siamo in 6 tanto dobbiamo andare piano per vedere gli animali.

Prima ci facciamo una giratina a piedi, Lorenzo vuole un giochino, poi andiamo nel parco dei dinosauri,infine mi chiede come mai il pavone faccia quel verso.
"Per parlare con gli altri pavoni Lore"
Lory: "Gli animali non parlano!"
Eh no, non gliela si fa!

Prendiamo la macchina, il suocero mi da le chiavi, "guida tu", ma no rispondo, "io tengo Lorenzo davanati con me, così gli faccio vedere gli animali e faccio un po di foto.
Ovviamente bisogna andare a passo d'uomo per vederli bene, il suocero-sprint ingrana la prima e parte,lasciando sull'asfalto due virgole nere e 3 kg di gomme, spiaccicandoci nei seggiolini, e inizia una tappa del rally dei Titani!

"Suocero fermati che faccio una fot....ehm, Lore,quello che abbiamo intravisto era uno struzzo"
"Suocero fermati che faccio una fot..." e la zebra se ne va alle mie spalle,cioè rimane ferma, siamo noi che ce ne andiamo.

Alla fine il suocero capisce le nostre esigenze e si ferma a rimirare ogni singola forma di vita.

Mangiamo, poco, perché quella salsiccina striminzita e quell'hamburgerino sono quelli che in Francia ti danno come menu per bambini a un euro.

Lo spettacolo dei rapaci è stupendo, lo compie un signore che chiamerà Gigi, ci sonbo falchi, aquile, nibbi e civette.

Spettacolo successivo, danza argentina con i cavalli, protagonista: Gigi!

Finito lo spettacolo giriamo l'acquario, il rettilario, l'insettario, poi è il momento dei giochi, moglie e Lorenzosi lanciano all'avventura sfidando un'immensa montagna russa...di nome bruco mela, e poi sul trenino.

Decidiamo di andare a fare un altro safari, stavolta con l'apposito trenino, andiamo e chi è il guidatore? Gigi!
Fa tutto lui, non mi stupirei di trovarlo pure nel rettilario travestito da crotalo!
Ci siamo persi lo spettacolo di magia ma ho una vaga idea su chi poteva essere il mago..

Nel frattempo la suocera si è spruzzata l'antizanzare in un occhio e lacrima copiosamente, e continuerà a lacrimare fino a che la fine della giornata non ci separi.

Moglie poi va a prendere una cosa in macchina e il Lory disperato va a cercarla nel rettilario, "dici che la mamma è un rettile e non ha resistito al richiamo dei suoi simili?"
"mamma è qui!"
"Guarda se è nella vasca col coccodrillo Lore"
E lui ci guarda.

Fine della giornata, siamo tutti distrutti ma siamo stati benissimo, ci è piaciuto tutto eccetto il pranzo, Lorenzo si è divertito molto ed è questo l'importante, ci siamo venuti per lui alla fin fine.
Un grazie ai suoceri per l'ottima compagnia!
Esperienza da ripetere...

mercoledì 15 giugno 2011

Una giornata qualunque

La giornata inizia presto, alle 6 di mattina, il Lory:
"Voglio alzarmi"
"Dormi"
"Voglio alzarmi!"
"Dormi che è presto.."
"Ma voglio alzarmiiiii!!!
"Ma è presto Lorenzo...."

Caro Lorenzo, sarebbe bastato dire "Mi scappa la pipì" invece di "Voglio alzarmi", avremmo evitato che tu te la facessi addosso, di doverti cambiare e di dover cambiare il letto...

Stamani Marzia ha il tagliando dal pediatra, che ci dice che è decisamente avanti per la sua età, sta già seduta e quando le prende le manine invece di tirare su la testa si tira su tutta e sta in piedi tenendosi alle dita del pediatra!

Dice che in 30 anni di bimbi così avanti ne ha visti non più di 2.

Usciamo tutti orgogliosi, tutta sua padre!

Il pomeriggio si va tutti al mare,andiamo a prendere Lorenzo all'asilo, il nonno gli chiede:
"Com'è andata all'asilo, tutto bene?"
Lorenzo: "No, è andata di merda"
Noi: semisvenuti,li,privi di sensi..
Mai aveva usato quella parola, non l'ha sentita in casa e probabilmente non sa nemmeno cosa vuol dire..

Arriviamo in spiaggia, provo a portare l'amorignola coi piedini nell'acqua, ma non gradisce.

Poi ci prova la mamma, varie volte, e ci sta bene, se la ride e gradisce, o almeno così afferma moglie, d'altronde è così avanti che si guarda intorno per cercare maschera e pinne per andare a farsi una nuotata, sembra pensare la mia dolce metà.

Mentre il Lory tenta l'approccio con una bambina un po più grande di lui e questa non lo caga, e mentre gli dico "Lory abituati, ce ne sono tante che se la tirano" dico a moglie di rimetterla in acqua che le faccio un video.

Moglie cade dal pero.
"Come?"
"Rimettila nell'acqua che le faccio un video?"
"Chi?"
"Fai uno sforzino mentale"
"Marzia?"
"Si!!!"
"Non posso metterla tutta nell'acqua...."
"Non ti ho chiesto di affogarla!!"
"Non ho capito..."
"Intendo di farla camminare sulle acque come Gesù Cristo....i piedini nell'acqua dai!"

Finalmente capisce,o forse tergiversava...

"Stai a vedere come ci sta bene, è contentissima di sguazzare nell'acquina, guarda eh"

Ecco, guardate anche voi:
video

Se non ci sta non è colpa mia! Tiè!
E ora moglie verrai punita, lavori forzati!

venerdì 10 giugno 2011

Interagiscono?

Interagiscono? Interagiscono!

E per interagiscono non intendo che Lorenzo si incavola come una bestia se mettiamo Marzia coi piedini nell'acqua al mare, non intendo che Lorenzo si dispera se mettiamo Marzia a sedere sull'altalena (ovviamente entrambi i casi per iperprotettività nei confronti della sorellina), non intendo che Lorenzo urla "dammi Marziaaaa" volendoci saltare sopra come se fosse un peluche....guardare per credere!

video

Che carini, poi si sa che io mi commuovo subito....

lunedì 6 giugno 2011

Weekend in compagnia

Il finesettimana appena trascorso ha visto la piacevolissima presenza,presso la nostra abitazione, dei nostri amici romani Simone, Silvia e Andrea.

Ci ha particolarmente stupito il rapporto che si è subito venuto a creare tra Lorenzo e Andrea, sembravano amiconi per la pelle da sempre, in 3 giorni nemmeno una piccola discussione, nemmeno un contendersi un gioco!

Tanto che per 3 giorni si sono dati alla pazza gioia...

Dopo un uscita mattutina in famiglia i due marpioni hanno paventato l'idea di un uscita in solitaria, o meglio, un'uscita tra soli uomini, meta: il mare.

L'uscita però prevedeva la presenza mia e di Simone nelle vesti di semplici accompagnatori/tassisti, e noi che pensavamo di poter partecipare al loro far baldoria...

Arrivati in spiaggia hanno ovviamente catalizzato gli sguardi di tutte le bambine 3enni nel raggio di 200 metri, ma loro, uomini duri, non si sono certo concessi a giochi promiscui, hanno bensì iniziato brindando con un gelato e prendendo un po di sole mentre io e Simo li spalmavamo di crema abbronzante.

E' poi venuto il momento dei giochi, i due amici hanno corso sul bagnasciuga facendo guizzare i muscoli dei loro fisici scultorei,creando l'invidia dei loro coetanei di sesso maschile e gli sguardi innamorati delle bambine.

Per essere ancor più oggetto di invidia hanno deciso di utilizzare la sabbia:

E' venuta l'ora di tornare a casa, ci rammentano i pargoli, nel frattempo la loro arte architettonica gli ha permesso di costruire sulla sabbia una piccola città in miniatura, usando solo secchiello, paletta e qualche formina.

La sera siamo andati a nanna presto, ma loro sono voluti uscire da soli, sono andati per locali, eccoli immortalati da varie riviste gossip:

Per tornare a casa hanno fatto le cose in grande:

La mattina successiva,nonostante la loro prestanza fisica erano sfiniti fisicamente dopo la notte brava appena passata, e con sempre i cavalli nella mente hanno voluto unire l'utile al dilettevole:

Il tutto mentre le donne si abbandonavano a simpatici pettegolezzi femminili:

Il finesettimana è giunto a termine, i due amici si sono salutati brindando con un bel succo all'ananas, ripromettendosi di rimanere in contatto e di rivedersi prossimamente per nuove scorribande sulla costa tirrenica o laziale, nessuna lacrima però, gli uomini duri non piangono, avevano solo qualcosa di fastidioso in un occhio...

venerdì 3 giugno 2011

New Look

Non è proprio la giornata adatta per andare al mare, grossi nuvoloni neri incombono all'orizzonte, una leggera brezza marina aleggia sulla spiaggia.

Ma ormai siamo partiti, l'avevamo promesso all'amorignolo e non ce la siamo sentita di cambiare i programmi solo per qualche nuvoletta.

Arriviamo in spiaggia e ci siamo solo noi, dico al Lory "c'è un po di vento, la maglietta tienila, però non andare in acqua altrimenti si bagna e poi non sappiamo più cosa metterti addosso"
"Non ti preoccupare" risponde il Lory.

E infatti non ci preoccupiamo, non nel senso che ci fidiamo, nel senso che non facciamo in tempo...il tempo di girare gli occhi ed è già inzuppato d'acqua.

Arriviamo all'ora di tornare a casa, l'amorignolo sfoggia quindi un nuovo look, destinato a lanciare una moda nei bambini della sua età, sfilando tutto impettito davanti ad una folla urlante,guardare per credere! (in realtà, come detto, non c'era nessuno, altrimenti l'amorignolo per orgoglio si sarebbe rifiutato categoricamente)

Lore, mostra anche la parte posteriore del tuo abbigliamento, in modo che gli appassionati modaioli possano prendere esempio

Nel frattempo Marzia si gode le nuvole...ehm il sole, attendendo un altro cocktail comodamente sdraiata sotto l'ombrellone

Moglie, senza la sua maglietta trasformatasi in oggetto modaiolo per il figlio, fa le sue rimostranze di fronte alla macchina fotografica che la ritrae

Fortuna non c'era nessuno...