martedì 5 luglio 2011

Qualche giorno di solitudine

Sabato:
Moglie, figli e suoceri se ne vanno a Torino per qualche giorno, partenza dopo pranzo così i pargoli dormiranno in macchina, io già mi pregusto solitudine, relax, mare ed uscite con gli amici.

Partono, ora me ne vado subito al mare penso, e naturalmente scrashhhhh!! Diluvio universale!
Ma porca paletta, sono 4 mesi e mezzo che non piove, ma proprio oggi??

Piove, sono 25 minuti che sono partiti, penso, cavoli, già mi mancan...driiiin, il telefono:
suocera: ci siamo dimenticati documenti e medicine di Renato, si torna indietro a prenderli!
Nemmeno il tempo di farseli mancare penso, penso anche all'ultima frase del suocero prima di uscire, ovvero "Elena la testa te la sei ricordata solo perché l'hai attaccata al collo vero?" E poi rivolto verso di me, "eh,sono donne"

Ritornati e ripartiti, smetto di pensare che mi mancano, avessi a vedermeli apparire di nuovo.

Il pomeriggio se ne scivola via, malinconico, accompagnato da nuvole nere e qualche goccia di pioggia.

Per la domenica è previsto bel tempo, ho già organizzato tutto:
mattina lavoro, esco alle 12 invece che alle 14, raggiungo in scooter i miei al mare, pranzo al ristorante del mare, ritorno a casa, divano, moto gp in tv, dopodichè sempre con lo scooter torno al mare con Carlo.

Domenica:
Ed eccoci al momento di mettere in pratica il tutto:
esco a mezzogiorno, prendo lo scooter, dopo 5 km buco la gomma dietro, impreco, torno indietro con lo scooter che mi va tutto storto e col rischio di finire di rompere la gomma nonché sfrangermi da qualche parte, arrivo a casa, vado su a prendere le chiavi della macchina.

Scendo, prendo la macchina, fila immensa di auto che tornano dalle vacanze, riesco ad arrivare al parcheggio del mare ma....è tutto pieno e ci sono un sacco di macchine in fila per parcheggiare.
Ri-impreco.
Mi metto dietro ad una macchina, la stessa mi si ferma davanti e i suoi occupanti si mettono a parlare con altri ragazzi a piedi che sono li, dopo un paio di minuti buoni mi decido ad insultarli:
"Non è che per caso ve ne andreste affanc..." ma non finisco la frase che uno dei tizi a piedi mi interrompe e dice "Si ce ne stiamo andando, ti lasciamo il posto, tanto siamo due auto e loro non trovano parcheggio"
Una manna dl cielo! pensate se avessi finito la frase! per una volta un po di fortuna anche a me!

Mi precipito al ristornate, dove i miei affamati stavano per spolparsi la cameriera, ci sediamo e ordiniamo.
Dopo aver detto alla cameriera che devo tornare al lavoro, visto che dirle che dovevo andare a vedere la moto gp sarebbe stata una scusa di poco conto, ordiniamo: la cameriera ci ordina di prendere gli spaghetti alle vongole, il piatto più veloce che hanno.
Ok diciamo.
Ma forse le vongole devono ancora pescarle,mi chiedo mentre aspetto, e mi chiedo anche quale sia il piatto più lento che hanno.

Si finisce di mangiare, mi torturo ma rinuncio al dolce, scappo verso l'auto, manca un quarto d'ora alla moto gp, salgo in macchina, parto, e mi ritrovo davanti la solita fila per uscire, "Se ti levi dagli zebedei io passo" dico al tizio che se ne sta li impalato nella macchina davanti,cuocendo a fuoco lento mentre spera che il vecchio rimbambito che armeggia alla sua Fiat 127 ormai da un quarto d'orase ne vada, "bravo, così mi freghi il posto del vecchio rimbambito li davanti".
Inutile spiegargli che vado a casa, aspetto, finché l'anziano se ne va.... a piedi!

Arrivo a casa, la gara è iniziata, ma pace, me la guardo tutta, poi di nuovo mare,semi-insolazione e di nuovo a casa.

Lunedì:
Piove, governo ladro!

Martedì:
la mattina diluvia, arigoverno ladro, ma il pomeriggio fa bello.
Finalmente al mare!
Arrivo, mi sdraio, cuffiette nelle orecchie, musica soffusa, relax totale, bellissim...ronf ronf.
Mi sveglio dopo un po, me ne vado, il cuoco del ristorante mi rincorre scambiandomi per un'aragosta...

2 commenti:

Snezana ha detto...

Mi fai sempre ridere,ma succedono tutte a te? :)
Comunque dai,un po di sole e mare l'hai visto!

France ha detto...

ha ha alla fine anche troppo:-)