lunedì 31 ottobre 2011

Siamo a cavallo!!!

Gli amorignoli amano i cavalli, hanno proprio la passione!

Noi ovviamente facciamo di tutto perché coltivino questa loro passione, anche se spesso il portafoglio ne risente, perché le escursioni costano...ma noi gliele facciamo fare lo stesso!

Eccoli qui durante una bella galoppata a cavallo, entrambi felici col vento nei capelli:



Ovviamente la passione,specie per la piu piccina, continua anche in casa:

lunedì 24 ottobre 2011

Bimbo piccinaccolo all riscossa

Pomeriggio ai gonfiabili.

Lorenzo entra e ci sono 2 bambine, quasi sue coetanee e un bimbo piu grande.

Lorenzo cerca di fare amicizia ma loro non lo vogliono, entrano in una casetta e gli dicono "tu no bimbo piccinaccolo", lui ritenta dopodiché va a giocare da solo.

Quando le 2 bambine escono un po lui fa amicizia col bimbo piu grande, e quando Lorenzo viene un attimo da noi gli chiede dove vai, e lui risponde che torna subito.

Poi il bimbo piu grande se ne va e rientrano le due bambine, salgono tutti e 3 su un gonfiabile,una bambina gli si piazza davanti: "tu no bimbo piccinaccolo!"

Lorenzo le da uno spintone e passa anche lui!!

Giro dopo stessa scena, con la bimba esasperata che versa anche qualche lacrimuccia...

Io guardo Lorenzo, che per la prima volta si è fatto rispettare (in genere torna indietro e cambia gioco) e penso: sei un grande!

lunedì 17 ottobre 2011

Un attimo lungo un'eternità

Un corridoio.
Un uomo e suo figlio.
Ai piedi dell'uomo una palla.
Stanno uno di fronte all'altro.
Si guardano.
Si studiano.

Lo sguardo gelido del bambino punta dritto sugli occhi timorosi del padre.
Lo ipnotizza, lo gela.

Un istante che dura un secolo.
Poi l'uomo parte.
Colpisce la palla con l'interno del piede.

La palla rotola verso il bambino.
Il bambino la guarda.
Allunga una gamba per impattarla.
Il fiato è sospeso,da entrambe le parti.

La palla passa...
e si insacca imparabilmente.

Gol!

Ueeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

E si che avevo tirato piano e male per evitare la tragedia....

martedì 11 ottobre 2011

Tormentata storia di un povero tritatutto

Il tritatutto (trojajus hinutilis) è stato indicato come regalo (doverum) da mia mamma per il suo compleanno (mangiarum tantum al ristorantae).

Moglie (punitionae divinam) si è subito attivata, coinvolgendomi, nella ricerca (perditam di tempus) del meraviglioso oggetto, che è stato individuato in uno splendido modello trovato su internet (perditionae acutas di soldum).

Dopo vari giri (rotturum de pallae) in vari centri commerciali (luogum horribilis per il portafogliae) è stato individuato!

Ci guardava, poverino, dall'alto di quello scaffale, ma noi, impiestosi, lo abbiamo lasciato li, causa prezzo alto (barrieram invalicabilis).

Il tritatutto è stato quindi ordinato su internet, ma dopo aver aspettato e aspettato, il sito da cui l'abbiamo comprato ci ha avvisati che il prodotto era terminato.

Il tritatutto,triste, è rimasto la.
Dato che con internet si può fare tutto ho chiesto a moglie di poterlo scaricare direttamente dal pc, ma questo non si può.

Una volta a Torino,con moglie e suocera (associationae at delinquerem) abbiamo cercato nuovamente, ritrovandolo, li, che ci guardava con le lame dagli occhi languidi (exprimemun pietae), ma noi, inflessibili, lo abbiamo lasciato li, sempre causa prezzo.

Tornati a casa moglie ha ordinato il modello da altro sito, e stavolta....il trotatutto è arrivato!
Ce lo siamo coccolato tutto, fino al giorno del festeggiamento del compleanno (mangiarum ingrassae), ma, ahimè, le capacità di memoria di moglie (cervellae difettatum) ci facevano lasciare il prezioso oggetto a casa!

Tornati a casa, forse ci siamo!
Il tritatutto si mostra in tutto il suo splendore per andare a deliziare la destinataria del regalo, esce orgoglioso dalla sua scatola e....ciottola! Infatti, attaccato alla corrente non ci pensa nemmeno a funzionare (presum solam).

Avvertita l'azienda del difetto ci è stata promessa la sostituzione, stamani è passato il corriere a ritirare il tritatutto rotto, che mi ha fatto ciao ciao con la manina e con le lacrime alle lame, evidentemente non era destino (sfiga cosmicam)

sabato 8 ottobre 2011

Si cresce!!

Si cresce! eccome se si cresce! a vista d'occhio!

Marzia sta facendo progressi su progressi, innanzitutto ha cominciato a dire le prime paroline, ci chiama "nenne", poi dice "tta" per dire tetta.

Sta anche cominciando a stare in piedi da sola, per qualche istante ma ci sta, dopodiché si siede.

E ha anche cominciato ad arrampicarsi, si arrampica sul mobile dove i miei tengono la tv e addirittura si è seduta da sola sulla seggiolina di Lorenzo!

Ma veniamo alle cose serie: mi adora!!

Cavolo, vuole me, vuole sempre me, se sono in casa mi guarda e mi tende le braccina finché non la prendo, se non la prendo piange!

Tutto il giorno a cercare me, mangio anche con lei in braccio, quando ci sono io non c'è mamma che tenga, vuole stare con me!

Oggi al parco ho obbligato suocera a farci un video, che inizia con Marzia in braccio a moglie, poi mi avvicino io e viene da me, infine moglie fa cenno di riprenderla e lei si gira dall'altra parte per rimanere in braccio a me!
L'adoro!
Guardare per credere!
video

domenica 2 ottobre 2011

Il centro commerciale di sabato mattina

E' sabato mattina.

I pargoli si sono svegliati presto, "uniamo l'utile al dilettevole", afferma un'assonnata moglie.
"Cioè??" pensando a cosa mi aspettasse dopo essermi tirato su dal letto giusto in tempo per incrociare qualche vampiro di ritorno da una notte brava

"Andiamo al centro commercialee!! Evvivaa!!"
Ora, io credo sinceramente che il desiderio che la maggioranza degli uomini esprimono dopo essersi svegliati all'alba controvoglia sia alzarsi per andare in un centro commerciale, ma dammi almeno un minutino per riprendermi...

Moglie: "su dai che è sabato!! C'è un sacco di gente, bisogna andare presto che altrimenti poi non si gira piu!"

Io: "si si ora mi alzo..."

Moglie: "eh si perché è sabato....ma...ma...sempre li??? Tirati su,forza!"

Partiamo, sta spuntando il sole.

"E accelera, così arriviamo per pranzo!" bofonchia moglie.

Eccoci arrivati, andiamo ad infilarci nel marasma di gente,che ho voluto anche immortalare: