lunedì 23 luglio 2012

Mare e pic nic

Oggi, nonostante gli esperti meteorologi dicano che verranno 3 tempeste e un paio di tsunami, io, moglie, figli e suoceri decidiamo di andare al mare la mattina e di rimanere a mangiare li.

Tutti gli alimenti sono pronti, accatastati nella borsa frigo,rinforzata per l'occasione con piastre in ghisa per reggere il peso.

Arriviamo all'ombrellone, Marzia scappa verso sinistra con suocera alle calcagna, dopo 2 minuti spariscono all'orizzonte; moglie porta figlio in piscina mentre io mi sdraio comodamente....poi, penso di essermi addormentato, apro gli occhi e ho un'agghiacciante visione:
Ne deduco di star sognando e li richiudo....

Nel frattempo qualche piccola nuvoletta copre un pallido sole, ma commentiamo con "meglio così, troppo sole da fastidio".

La nuvoletta si allarga,si ingrandisce, si riproduce, decide di sostituirsi all'ombrellone, ma intanto è quasi mezzogiorno, l'ora di pranzo.
Prendiamo le nostre carabattole e andiamo in pineta,apparecchiamo e cominciaNo a mangiare:
Lorenzo, intellettuale, si nutre di cultura:
Mi siedo, lascio che i pargoli vengano a me:
Poi stufi di stare li decidiamo di andarcene, fondamentalmente, ci siamo stati tutta la mattina...
Arriviamo a casa, e guardacaso comincia a venire giù qualche schizzo:

Quindi siamo stati previdenti, non abbiamo preso nessuna acquata assurda in pineta e non siamo fuggiti dal mare in pieno diluvio, a figuriamoci se ogni volta che eravamo sotto un riparo moglie proponeva di correre verso la macchina venivano giù dei goccioloni che parevano secchiate d'acqua (compreso il secchio).....figuriamoci...

Nessun commento: