domenica 26 agosto 2012

Giornata allo Zoom

Durante le ferie decidiamo di andare una giornata ad un parco di Torino di nome Zoom, diviso in due parti: in una ci sono gli animali da vedere mentre nell'altra c'è una piscina, con la sabbia e gli ombrelloni per ricreare l'ambiente del mare.

Alla famiglia si aggiungono suoceri e cuginetta Zoe.
Siamo in fase di preparazione.

Moglie: hai preso i costumi mamma?
Suocera: per andare in piscina servono i costumi?

Suocera aspetta una risposta ma moglie si rifiuta di fornirgliela, così suocera li prende.

Moglie: hai preso gli asciugamani mamma?
Suocera: anche quelli ci vogliono? Se ne prendo uno piccino in due va bene uguale?
Moglie tace.

Moglie: hai preso le ciabatte mamma?
Suocera: anche le ciabatte ci vogliono?? Che postacci queste piscine!

I suoceri,preparata la borsa (non senza difficoltà) hanno un diverbio col navigatore, noi ci litighiamo in viaggio, loro prima di partire.
Nella colluttazione viene svegliato anche cognato, i suoceri speravano in un sostegno morale ma cognato si schiera apertamente dalla parte del navigatore.

Si parte.
Si arriva.
Moglie prende figlia e si avvia verso l'entrata, io, Lorenzo, suoceri e Zoe ci perdiamo nel parcheggio, neanche il navigatore ribelle ci è d'aiuto...ma alla fine,seguendo il flusso della gente, arriviamo.

Dopo tre quarti d'ora di fila moglie arriva, arrampicandosi su un paio di persone, alla biglietteria....e si entra!
A Zoe i suoceri hanno portato un cappellino, dato che ci sono una settantina di gradi all'ombra, noi invece siamo più furbi:


La mattina passa guardando animali sotto un sole che spacca i macigni più che le pietre, i bambini sono molto attivi come potete vedere:


Ora di pranzo:


Marzia mi ruba gli occhiali:


E si riparte,ad ognuno il suo ruolo naturale:


Arriviamo alla piscina, ci andiamo a cambiare e a metterci i costumi.
Tornano i suoceri, da lontano notiamo suocero che gesticola animatamente, da vicino capiamo perché: ai piedi porta un paio di ciabattoni verdi coperti, babucce di lana invernali.

Suocero si impossessa delle ciabatte di moglie, che calza invece i suoi sandali di plastica.
I ciabattoni vengono abbandonati a qualche metro di distanza sperando che nessuno faccia l'associazione ciabattoni - noi.

Dopo qualche minuto the green ciabatton's sono di nuovo vicine alle nostre sdraio, quindi abbiamo pensato a due possibilità:
1) sono vive
2) i vicini,temendo quello che temevamo noi, ce le hanno avvicinate a calci.
Il mistero rimane irrisolto.

Entriamo in piscina, Lorenzo a un tizio sovrappeso e pieno di peli: sei talmente peloso che fai piovere!
Vedo che goccioline d'acqua cadono dai peli del tizio vicino a Lorenzo
Io: Lorenzo a chi dici??
Lory: a quel ciccione li!
Mi dileguo...

Dopo un bel bagno è l'ora della doccia, io e suocera portiamo i pargoli alle docce, li laviamo e ci laviamo noi.
Quando usciamo vediamo le frecce, uomini a destra e donne a sinistra.
Eravamo tutti nelle docce delle donne, mi avranno preso per un maniaco sessuale...

mercoledì 8 agosto 2012

E' solo colpa mia

Siamo in vacanza in montagna,ci sono un po di nuvoloni neri ma io e moglie decidiamo lo stesso di recarci in un paesino vicino al nostro per portare i pargoli a giocare.

Ci fermiamo con la macchinaa 500 metri circa dal parco giochi,moglie espertissima montanara sentenzia: "andate pure a giocare te e Lorenzo, Marzia dorme,lasciamola dormire...tanto non dovrebbe piovere a breve. Se sentite un tuono magari venite via...ma non c'è da preoccuparsi.


Io e il Lory andiamo ma appena arrivati al parco giochi sentiamo un rumore assordante
Deve esserci un fiumiciattolo quì vicino, penso.

Guardo in lontananza, c'è la montagna verde e....vedo che sta venendo giù il finimondo!

Lorenzo corriiiiiiiiiii!!!!!!!!!

Il Lory li per li non capisce ma poi iniziamo a correre, con lui che dice "piovono sassi di ghiaccio!" tutto divertito.

Per fortuna li vicino ci sono molti alberi, quindi ci rifugiamo li sotto in attesa che la sgrandinata passi, fondamentalmente gli alberi attutiscono la grandine, in fondo il tutto dovrebbe durare pochi minuti.

Suona il cellulare, è moglie: "Dove siete?"
Io: "Alle Bahamas, sdraiati al sole con un cocktail in mano e un paio di figone che ci sventolano con una palma..."
Moglie: "Non sarete mica sotto gli alberi vero????"
Io: "si per fortuna, ci stiamo riparando"
Moglie: "Ma è pericolosissimooooooooooo!!!! Potrebbe cadere un fulmine, la grandine potrebbe abbattere l'albero, potrebbe venire giù anche qualche slavina (!?!?), venite subito viaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!!"

Senza pensare (sic) prendo in braccio Lorenzo e comincio a correre a più non posso, lui si prende subito un pezzo di grandine in testa e piange, io mi sento mancare, siamo fradicissimi...arriviamo alla macchina in condizioni pietose.
Entriamo e....la tempesta se ne va, così come è arrivata.

Non mi incavolo nemmeno, è solo colpa mia....

giovedì 2 agosto 2012

Al Cavallino Matto

Stamani partenza per il Cavallino matto, moglie: "con cosa andiamo?"
Io: "nave, aereo, taxi, treno, teletrasporto....fai te..."
Moglie: "in macchina?"
Io: "che??? l'ho lavata ieri!!!! figuriamoci!"
Saliamo tutti in macchina e partiamo

Per perdere tempo, dato che per arrivare ci vuole mezz'ora ma prima di un'ora non aprono, ci fermiamo a fare compere (moglie e la sua mania di partire all'alba)

Saliamo sulle barche dei pirati, quelle dove si può sparare a chi ti precede o ti segue, Lory guarda come si fa a sparare:

C'è una leva da tirare, ma la tiro mentre il Lory si avvicina e lo centro sul mento...
Urli e strilli, ma appena vede che si diverte comincia a sparare acqua.

I giochi si susseguono, ci divertiamo tutti ma ovviamente chi si diverte di più è sempre lei:

video

moglie!!

Non contenta moglie porta Lorenzo sulle macchinine, quelle dove insegnargli il codice della strada.
Risultato: bambino fermo al semaforo rosso tamponato inesorabilmente, quasi sbalzato dall'auto, Lorenzo disperato e moglie sghignazzante ma con aria che esprime la frase "è colpa sua!"

Una donna che insegna a guidare...stendiamo un velo pietoso...anzi proponiamo un'intervista:
video

Finalmente un professionista insegna a Lorenzo a guidare:
Il nostro eroe alla guida è diventato una tigre:
Per truccarlo 5 euro, se vuole che gli facciamo la foto sono altre 6 euro...direi che la foto gliela faccio da me!

Canoe:

Safari:


Un po di riposo per tutti:


E la ciccina??
Si è divertita anche lei:

Fine della giornata, siamo esausti, ma ne è valsa la pena...