giovedì 27 dicembre 2012

Il secondo compleanno di Marzia, auguri!!

Oggi la mia Marzina ha compiuto due anni...

Già, due anni sono passati da quando è arrivata tra noi, un freddo pomeriggio di dicembre, facendomi riempire gli occhi di lacrime dalla gioia esattamente come tre anni prima, facendomi riprovare quelle emozioni che capitano solo in queste occasioni.

Due anni di gioie vicino ad una bambina che amo sempre di più ogni giorno che passa, una bambina che mi fa commuovere ogni volta che dice "babbo" con voce estasiata e mi butta le braccine al collo, e io me la spupazzo tutta sperando che quel momento non finisca mai.

Due anni in cui mi ha fatto sentire orgoglioso,quando ha mosso i primi passi, quando ha detto la sua prima parola, felice,quando per lei esistevo solo io, ma in cui mi ha anche fatto preoccupare, quando ad esempio la mamma non c'era e lei, abituata ad essere allattata, non mangiava.

Che bello la mattina farsi svegliare da lei, che si arrampica sul letto e viene a farmi le carezze, mi da l'orologio e mi dice "acci" (ti alzi), poi mi da la manina e mi porta in sala a giocare.

Va beh, bando alle smancerie e veniamo a stasera, alla festicciola che le abbiamo fatto, presenti tutti i nonni possibili e immaginabili.

Si è meritata una bella torta di Peppa Pig:
e un sacco di regali:


Ma la cosa più divertente è stata spegnere le candeline:
video

mercoledì 26 dicembre 2012

E' passato Babbo Natale!!!!

Un video vale più di 1000 parole,buon Natale a tutti!!!

video

giovedì 20 dicembre 2012

Abitudini mattutine

Sveglia ore 7:45, con moglie che entra in camerina come un terromoto urlando "sveglia uominiiii!!! e schivando prontamente la ciabatta che le viene scagliata direzione tempia, Marzia prima salta sulla mia schiena e poi si arrampica sul lettino di Lorenzo: ne nasce una colluttazione prontamente domata da me in stato comatoso sotto le direttive di moglie urlate dal bagno (dove è prontamente fuggita scaricando ogni responsabilità).

Ci alziamo, preparo il latte coi cereali a Lorenzo mentre Marzia mangia i cereali da soli, senza latte.
Lorenzo vuole la tv accesa e mangia al ritmo di una cucchiaiata di cereali ogni 7 minuti circa, Marzia invece pretende di essere imboccata col cucchiaino, UN cereale alla volta, per una durata di 45 minuti circa, finché non le viene detto che sono finiti.

E' il momento di lavarsi e vestirsi.

Lorenzo scappa per tutta la casa con moglie che lo rincorre inveendogli contro, Marzia si divincola tra le mie braccia in preda a risa convulse,poi urla "ghiacciaaaaaaaaaa!!" riferendosi all'acqua, ancor prima di averla sentita sulla pelle, tanto per mettere le mani avanti, la lotta finisce che ce la facciamo, non senza difficoltà, a lavarli...e a lavarci, visto che l'operazione richiede una doccia totale anche nostra.

Bisogna vestirsi, Lorenzo si dedica al lancio del pantalone, disciplina inventata da lui atta ad abbattere moglie che gli si avvicina cercando di colpirla alla base del cranio, moglie ha imparato a parare il colpo e reagisce infilandogli la maglia di sorpresa, mentre lui protesta lei approfitta subdolamente per infilargli anche i calzini, fino a che l'operazione si conclude.

Marzia sgambetta ridendo e per me è veramente difficile, con un braccio la tengo sollevata mentre con l'altro tento di infilarle i pantaloncini, poi prendo una caramella e gliela agito sopra la testa, le alza le braccina per afferrarla e io prontamente le infilo la maglia.
Fine della guerra, la casa presenta i resti della battaglia, vestiti morti e feriti giacciono in un lago d'acqua.

Mancano il giubbotto e il cappello, nel frattempo Marzia pensa bene di togliersi le scarpine e corre per tutta la stanza scalza, prontamente placcata da moglie in stile football americano e,mentre si divincola, io le rimetto le scarpine.

Giubbotto e cappello dicevamo, bene, passi il giubbotto ma il cappello lo sceglie Marzia, e amen se è estivo...sfiniti, non osiamo controbattere...
Inizia così la giornata.

domenica 16 dicembre 2012

Visite specialistiche

Lorenzo dice male la lettera S quando seguita da alcune consonanti e poco la lettera R, quindi decidiamo di portarlo da una logopedista, per fare un controllo.

Ovviamente non ci vuole andare, alla fine lo si convince e si va: un'ora di visita, tutto nella norma.
Al momento di venire via son dolori, Lorenzo ha fatto amicizia con la logopedista e non la vuole più lasciare, andandosene chiede ripetutamente quando ci si torna.

Il giorno dopo c'è l'appuntamento col dentista, una visita di controllo, ha 5 anni e vogliamo vedere che tutto proceda bene.
Ovviamente non ci vuole andare ma alla fine lo si convince: tutto nella norma, se continua così sarà uno dei pochi bambini che non avrà minimamente bisogno dell'apparecchio.
Dopo la mamma deve farsi un'otturazione, così l'idea è che io lo porti a casa.
E qui son dolori, si è divertito tanto!

Ne sussegue una conversazione ai limiti del surreale:
Lorenzo: "Voglio rimanere dal dentista!!!!" e giù pianti
Io: "Ma ti ha già visitato, va tutto bene!"
Lorenzo: "E mamma??"
Io: "Mamma ha una visita lunga"
Lorenzo: "Non è giusto, anch'io voglio una visita lunga!!!" e giù lacrime
Io: "Lorenzo andiamo a casa dai..."
Lorenzo: "Quando mi ci riportate dal dentista???"
Io: "Dai che si va al luna park"
Lorenzo: "Io non voglio andare al luna park, io voglio andare dal dentista!!" e giù singhiozzi
(E questa me la segno!)

Lorenzo è sempre più disperato..
Io: "Non sei contento di stare bene?"
Lorenzo: "No, anzi, mi sento anche male! Portatemi almeno dalla logope....insomma quella logoqualcosa!!"

Un caso disperato?

martedì 11 dicembre 2012

Capita dai, basta assumersene la responsabilità

Stamani moglie: "Su prepara la bimba,essere inutile"
Così ho preparato la bimba, spogliata, tolto pannolino sporco, lavata, asciugata e rivestita.
I più attenti avranno notato che manca un passaggio.

Dopodiché abbiamo portato Marzia all'asilo.

Dopo pranzo sono andato a prendere la bimba all'asilo.

Moglie: "Tutto ok Marzia all'asilo?"
Io: "Ci sono 2 notizie, una buona e una cattiva, quale vuoi per prima?"

Moglie, allarmata: "Quella cattiva!"
Io: "Stamani mi sono dimenticato di mettere il pannolino a Marzia, infatti si è sporcata i pantaloni..."
Moglie: "Ha ha ha che scemo! E quella buona?"
Io: "Ho dato la colpa a te..."

lunedì 10 dicembre 2012

Letterina a babbo natale

Anche quest'anno è stata scritta la letterina a babbo natale,ovviamente adattata alla crisi, allo spread, a berlusconi che ridiscende in campo perché noi italiani glielo chiediamo, ai contratti di solidarietà e all'abolizione dell'articolo 18 dei lavoratori che ha portato frotte di investitori stranieri in Italia ridimensionando lo stesso babbo natale made in Italy (pensare che volevano comprare anche casa mia e assumermi a tempo indeterminato per tenerla in ordine).

La crisi dicevamo, che nella letterina dettata da Lorenzo a moglie (per questo risulta illeggibile persino a babbo natale, moglie ha sbagliato mestiere, doveva fare la dottoressa) ha colpito esclusivamente Marzia, 8 regali a 3 per il nostro eroe.

Ve la ripropongo nella sua interezza,anche se Lorenzo si è dimenticato di metterci tuuuutti i giochi pubblicizzati su Rai yoyo e tuuuuutti i giochi presenti nelle varie vetrine dei negozi di Piombino, qualcosa arriverà,qualcosa no, babbo natale è già on line su ebay


mercoledì 5 dicembre 2012

I compleanni di Lorenzo

Lorenzo ieri ha compiuto 5 anni!! (auguri e applausi!).

Ma visto che a noi piace fare le cose in grande, lo festeggiamo ben 3 volte:
una con gli amici;
uno all'asilo con i compagni e le maestre;
una in famiglia.

Si comincia con quella con gli amici, data:
Sabato 1 Dicembre.
Un mese prima moglie ha già organizzato tutto, girato per 74 negozi,informata sui prezzi dei tovagliolini, degli stuzzicadenti colorati da applicare sui tramezzini, scelto i regalini da dare ad ogni bambino (da dove proviene moglie il compleanno è una sorta di Natale, dove il festeggiato riceve i regali ma ne fa anche uno ad ogni bambino...so strani lo so), assaggiato tutti i panini di tutti i forni della città con confronto di rapporto qualità/prezzo,scaricato da internet kg di ricette culinarie, comprato un catalogo di cucina, preparato il menù, prenotato la stanza, contattato un'animatrice ma non prima di essersi informata su tutte le animatrici presenti sul pianeta Terra, predisposto già mentalmente il mobilio della stanza, fatto i bigliettini di invito, compilati e recapitati agli invitati etc etc etc etc

Mancano 10 giorni, siamo tutti in fermento e.....piove!
Cavoli, e se piove anche tra 10 giorni??
La festa è al chiuso.
Nonno paterno: Speriamo che non venga un temporale fortissimo che poi la gente decide di non volersi bagnare e non viene!
ehm...
Nonno paterno: E se mentre si porta dentro la torta arriva una bufera e ce la fa volare dalle mani??
Murphy in confronto era ottimista!

Intanto le bufere proseguono imperterrite, e 3 giorni prima della festa Marzia fa una vomitatina mattutina!
Moglie (amica intima di Murphy nonché musa ispiratrice della sua legge): Ora ci appesta tutti!!! Speriamo di resistere almeno fino a domenica mattina, poi possiamo ammalarci!!

Arriva il sabato, moglie e suoceri cucinano, nonno paterno si occupa della torta, io....io.....coordino il tutto.
Iniziano i giri per portare i cibi al fondo in affitto, distante si e no 300 metri.
Moglie intanto carica i suoceri in macchina e, degna del suo soprannome di Saetta McMoglie, riesce sempre a migliorare il tempo sul giro.
Intanto mi si chiude lo stomaco, e anche a moglie, mentre i suoceri nel percorrere i 300 metri che distano da casa nostra al fondo si perdono e ci chiamano chiedendoci indicazioni stradali.

E' l'ora della festa, ma siamo in ritardo anche alla nostra festa...e ovviamente piove!
Nel diluvio universale,predetto 10 giorni prima dal nonno, arriviamo al fondo, e troviamo già un bambino ad aspettarci.
La festa è un gran successo, gli invitati,pur se nella bufera, arrivano lo stesso, l'animatrice è fantastica, quando vado a prendere la torta ovviamente diluvia, ma io e suocera, nonostante (io) riesca a sbagliare strada sempre nei 300 metri famosi, ce la caviamo alla stragrande.

Istantanea della torta dei gormiti scattata da moglie, che, maestra nell'arte della fotografia, non capisce che se ci punta il flash non si vede granché:

Ci siamo suddivisi i compiti: io le foto e moglie i video.
Per questo video non ne vedrete...
I regali sono tanti e bellissimi, e scartarli è magico:

La festa è stata bellissima, anche se a causa delle condizioni atmosferiche non si poteva uscire l'animatrice è stata bravissima e ha fatto giocare tutti i bambini, mentre la figlia gli faceva i tatuaggi, la roba da mangiare era tantissima e moglie aveva preparato anche cibi vegani per amici carissimi che osservano quella dieta.

Siamo a casa, moglie insiste: meno male,l'abbiamo scampata, adesso possiamo anche ammalarci tutti!

E infatti dopo un paio d'ore inizio a vomitare io, poi moglie, poi la mattina dopo Lorenzo e infine suocera.
E volano gli insulti...

Il 4 dicembre, giorno in cui è nato:
la seconda festa, quella all'asilo.

Portiamo all'asilo 3 crostate,tanti succhi di frutta e le candeline:

Uscito dall'asilo diciamo a Lorenzo che, visto che è il suo compleanno la sera si mangia tutti assieme...
"Un'altra volta il mio compleanno allora ho 6 anni??" dice lui
No ne hai sempre 5 non cresci così in fretta ma stavolta lo festeggeremo in famiglia.
Tortina:

Spegne la candelina col 5!!

I regali!

Anche Marzia ha un regalino, su nonno scartaglielo!

Due belle pantofoline!!

E ora tutti a giocare!! Anche se quella che si diverte di più è sempre lei..