martedì 29 gennaio 2013

Tutto finì in una bolla di sapone

E' sabato mattina, moglie è via per lavoro ed io sono da solo coi pargoli, così decido di portarli al parco a fare le bolle di sapone, già che è da qualche giorno che esprimono questo desiderio, anche se per loro potremmo farle anche in casa.

Si parte, nei 10 minuti di tragitto a piedi ho contato una cinquantina di "Babbo si fanno le bolle?" e "Babbo, olle!", finalmente arriviamo.

Il tutto dura neanche dieci minuti, meno male faccio in tempo a fare qualche foto e un paio di video per lasciare qualcosa ai posteri, ma che finisse in tragedia era preventivabile.

Faccio un po di bolle a Marzia e lei le insegue e le scoppia, ma dura poco, vuole farle lei, e ci riesce anche, peccato che ben presto si rovesci sui pantaloncini tutto il sapone contenuto nella boccetta.
Risultato: pantaloni fradici, necessità di andare a casa, dato il freddo siberiano, bimba piagnucolante perché 1) non ha più il sapone per fare le bolle 2) non vuole andare a casa.

Ma ci pensa Lorenzo a risolvere la situazione, "Marzia abbiamo le mie bolle, giochiamoci assieme"
Gli tocco la fronte, probabilmente ha la febbre, un gesto così altruista credo sia prima volta in vita sua, e probabilmente è anche l'ultima.

Faccio una premessa, Lorenzo ha l'orologio e sta anche imparando a leggerlo.

Dico "ok, due minuti che Marzia è bagnata, poi si va a casa"
Lorenzo: "Quando sono due minuti me lo dici te?"
Io: "No, guarda che ore sono, poi...no....caz...no, non guardare che ore son...."
Lorenzo: "Ueeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee!!!!!!!"

Ci ho pensato troppo tardi, il polso in cui ha l'orologio è quello della mano che regge la boccetta di sapone....beh, in mancanza di sapone almeno non abbiamo più motivo per stare qui.




video

sabato 26 gennaio 2013

Ma......(avrei voluto dirle)

Moglie: "devo andare 2 giorni a Nizza a sbrigare delle faccende"
Io: "Da sola??"
Moglie: "Eh si"
Io: "Ma..."
Moglie: "Forse ci troviamo la con i miei genitori...ti preoccupi, che dolce"

Moglie: "Vado in macchina a Roma, la lascio li, prendo l'aereo e vado a Nizza"
Io: "Io starò in pena!"
Moglie: "Non c'è altra soluzione"
Io: "Ma...."
Moglie: "Ti preoccupi, che dolce"

Non mi fa mai parlare!
Al primo MA sarebbe seguito un "E io rimango da solo con queste due belve assetate di sangue?? Portatene dietro almeno una!!!"

Al secondo MA sarebbe seguito un "Starò in pena si.... per la macchina!!! Già fartela guidare fino a Roma è da crepacuore, ma lasciarla addirittura li in quel parcheggiaccio!! La mia macchina!!"

Forse se avessi avuto la possibilità di dire cosa realmente pensavo i discorsi sulla dolcezza sarebbero decaduti....


lunedì 21 gennaio 2013

Marzinha!

Volevo un figlio maschio,lo confesso, anche per vederlo giocare a pallone, un figlio maschio ho avuto ma il pallone gli fa abbastanza schifo...o meglio, è alquanto negato e quando prova a interessarsi definisce le partite "gli omini che corrono" e se deve tifare per qualcuno tifa per l'arbitro.

Quando gli ho vietato di tifare per l'arbitro ha deciso che tifa per il portiere, uno dei due è lo stesso, anzi, per entrambi così non si sbaglia!

Ma allora proviamo con lei!
Lei ovviamente è donna, e come gran parte delle donne se la tira, si fa pregare, lo fa solo alle sue condizioni, ma alla fine la passione c'è e si vede!

Che soddisfazione!

Ovviamente, come vedrete nella parte finale del filmato, c'è ancora da lavorare un po sulla condizione fisica, ma siamo comunque sulla buona strada..
video

sabato 12 gennaio 2013

Sappiamo fare le addizioni!!

In realtà non abbiamo mai provato ad insegnargli a fare le addizioni, oggi in macchina però quando ci ha chiesto se 2 più 2 faceva 10 abbiamo deciso che forse era l'ora.

Moglie gli ha insegnato il metodo e lui l'ha messo perfettamente in pratica, certo i numeri da sommare devono essere inferiori alle dita delle mani, e il tutto richiedo un pochino di tempo...ma non ne sbaglia una!

Vedere per credere (babbo orgoglioso's version)

video


lunedì 7 gennaio 2013

Arriva la Befana!!

E finalmente arriva la befana!!

La sera è tutto pronto, Lorenzo ha preparato uno spuntino per la befana, avanzi di cibo giapponese ordinato per cena, un'arancia e un bicchiere di latte rancido, un maalox, un imodium e la porta del bagno aperto onde evitare di espellere qualcosa sulla scopa.

Lorenzo è emozionato e non vuole dormire, vuole vedere la befana, alla fine si addormenta ed io, vero befano, mi alzo e vado a preparare tutte le calze, evitando ovviamente di rifocillarmi con le cibarie gentilmente offerte dal Lory.

All'alba, come tutte le mattine, Marzia si sveglia e si avventa sulle calze, ma moglie la placca e la porta al piano di sotto a svegliare (maledetta lei) me e il Lory.

In genere Lorenzo tenta di afferrarla per il collo e strangolarla mentre lei tutta contenta urla "Ciao Eccioooo!!!!", invece stamani e quasi felice di vederla!

Ci alziamo tutti,io afferro la videocamera brancolando nel buio, barcolliamo assonnati fino alla scala, il Lory inciampa sul primo scalino e cade rovinosamente, urla e pianti, mi da quindi il tempo di riprendermi e di riprendere da capo il video e via verso la scoperta delle calze!!


video

Un ringraziamento a tutti quelli che hanno regalato la calza a Lorenzo e Marzia,hanno gradito e trangugiato tutto!

sabato 5 gennaio 2013

Capodanno 2013

La grandissima novità di questo Capodanno è che nessuno sta male, ma state tranquilli, ci ammaliamo un paio di giorni dopo.
Partiamo dallo scoppio dei petardi, sono le ore 22 circa e Lorenzo e Marzia hanno sonno per cui anticipiamo:


Si mangia:
Si mangia e ci si diverte ma il sonno incombe..
Il brindisi di mezzanotte:
video

E per finire altri fuochi:
Qualcuno le spieghi che è arrivata con qualche giorno di anticipo: