mercoledì 27 febbraio 2013

Com'è bello cucinar

La mamma non sa cucinare, nonostante però tenti di distrarmi in tutti i modi io cucino ugualmente, e anche meglio di lei!

video

mercoledì 20 febbraio 2013

Modalità sfiga ON

Ieri.

"Moglie domani ho la giornata libera, che si fa?" Dico a moglie,pieno di entusiasmo.

"Wow marito! Potremmo fare questo e quello, andare di qua e di la, intanto sto sturando il lavandino che TU hai otturato, perché si sa che è sempre colpa tua quando succedono queste cose" Mi risponde, al telefono.

Sento alcuni improperi.

"Moglie che succede??" Le chiedo allarmato.

"Ricordi che avevi buttato dentro lo scarico del lavandino quel tappo di plastica dello shampoo? Ho provato a scioglierlo col mister muscolo, l'acido muriatico, la soda caustica o qualcosa del genere, ma come fa a sciogliere la plastica sta roba se te la vendono in contenitori di plastica?" Risponde lei.

Geniale,penso.

"Ergo ho afferrato una sonda, un martello, uno scalpello e un paio di bombe a mano,vedrai che ci penso io!" Mi risponde,piena di voglia di fare.

"Ehm, marito?"
"Si?"
"Ho tolto il tappo"
"Bene, ma non mi sembri entusiasta..."
"Beh....domattina sai cosa fare."
"Cioè??"
"Sostituire il tubo del lavandino che ho appena sfondato per colpa tua!! Non fanno più i tubi di una volta!"
"Ma porca putt..."
"Dai dai, poche storie, e stasera quando rientri non aprire l'acqua, lavati nel bidet"

Stamani, incazzato come un riccio, mi armo di buona volontà, smonto il tubo, lo pulisco, lo metto in un sacchetto e mi appresto ad andarne a comprare uno nuovo.
Moglie si rifiuta perché non sa cosa comprare, nemmeno se le do il tubo e lei deve solo dire "voglio un coso uguale a questo", perché "Se poi mi fanno qualche domanda cosa rispondo??'"

Visto che è giornata di mercato e se muovo la macchina non ritrovo il posto neanche per idea, prendo il motorino, sarà il male di patire un po di freddo.
Parto, vado tutto sbilenco e rischio di sfrangermi contro un cassonetto.
"Che è successo?? Che ha questo motorino?? Moglie non lo prende da mesi,quindi dovrebbe funzionare bene!" Penso

Cavolo, la ruota dietro è sgonfia.
Ora vado alla macchina e la gonfio col compressorino da attaccare all'accendisigari.
Arrivo all'auto, infilo le chiavi nel cruscotto, cricri cricri, morta!

Resisto alla tentazione di prendere il motorino e tirarlo sulla macchina e torno a casa a riferire il tutto a moglie, che allarmata mi chiede: "E ora?"
E ora siamo senza lavandino, senza motorino e senza macchina!

Tra un paio d'ore e 104 euro rientreremo in possesso della macchina,dopodiché anche domattina saprò cosa fare...

lunedì 18 febbraio 2013

Si cambia la cucina

Moglie è stata presa da un'irrefrenabile voglia di cambiare la cucina, dato che quella che abbiamo la critica dal primo momento che l'ha vista, perché.........perché non l'ha scelta lei insomma.

Ora, se c'è da scegliere la camera, la camerina dei pargoli etc mi piace esserci e partecipare attivamente, ma io in casa faccio tutto fuorché cucinare (per il benessere della famiglia), quindi di cucine non ci capisco nulla ne mi interessa capirci nulla.

"Ti do carta bianca, vai, guarda, decidi spendi quanto ti pare e compra cosa ti pare"(senza rompere le palle a me, ma questo lo penso soltanto) sussurro timidamente a un'euforica moglie che, planimetria della casa alla mano, si appresta a recarsi presso il più vicino mobilificio.

"Che??? Ma sono cose nostre, di famiglia, mi fa piacere che decidiamo assieme (questa segnatevela), io con te voglio condividere tutto, quindi poche storie, taci e andiamo!" bofonchia tirandomi per un braccio.

Arriviamo al negozio, entriamo e non c'è nessuno, "Forse Dio esiste" penso, e faccio per andarmene, proprio mentre la negoziante fa la sua entrata trionfale, cataloghi dei prezzi in mano, che ci sventola sotto al naso.

Ci sediamo, moglie illustra le sue esigenze, i suoi gusti, le sue pretese, gli accessori che desidera etc, mentre la negoziante ci porta quindi, man mano che esaminiamo i vari oggetti, a toccarli con mano, e tutte le volte mi tocca alzarmi dalla sedia e seguirle come un cagnolino e, fingendo di osservare con occhio critico, annuisco con la testa alle frasi approvative di moglie, e scuoto il capo invece quando lei disapprova.
L'unica volta che si alzano e io rimango seduto perché stanco di tutta quella ginnastica mi scoccano un'occhiataccia raggelante, così subito le raggiungo e ricomincio i miei movimenti con la testa.

Dopo un'infarinata di fuochi, fornelli, top, lavelli, rubinetti e roba simile, mi azzardo ad aprire bocca: "ma se invece di metterci una buca sola per lavare i piatti ce ne mettiamo due??" Amo fare le cose in grande.
L'arredatrice mi guarda storto, moglie è più comprensiva e, piena di pazienza mi risponde "Con quel poco spazio come ci si fa entrare la seconda, a martellate??"
Taccio...

I discorsi continuano, passiamo (passano) ad analizzare la posizione migliore dove mettere i cassetti, se metterli a sinistra o sotto, "Tu amore cosa ne pensi? Dove li metteresti?"
Io: "Sotto, mi pare che sia il posto migliore, facile da raggiungere e che occupa meno spazio" rispondo.
Moglie: "No si mettono a sinistra, i fuochi invece lo vorrei...."
Mentre le sto per dire "Ma che ca...volo me lo chiedi a fa??" ops!!, mi sono dimenticato di dare la formazione  del fantacalcio!!
Mi volto dall'altra parte,prendo di soppiatto il telefono, accedo alla rete.....gomitata nello sterno, "Cosa fai??" mi sussurra un'adirata moglie.
"Niente....."

Sono due ore e 40 minuti che siamo lì,non ho capito nulla di come sarà questa maledetta cucina, non ne posso più, mi passano per la mente immagini in cui appicco il fuoco al negozio con loro dentro, quando finalmente "Ok dai ci pensiamo e vi facciamo sapere" dice moglie, mentre io mi illumino di immenso. E' finita!

Ne seguono commenti di moglie ai quali fingo interesse e partecipazione, badando sempre a non contraddire,  quando se ne esce con "E il primo è fatto, adesso passiamo ai successivi negozi, dove andiamo adesso??"

Dove andiamo?? Affancul......


mercoledì 13 febbraio 2013

Che bello sognare

Che bello vederli ridere e divertirsi assieme...

video

E' bello anche immaginare il futuro, lui un domani in sella ad una moto vera, con dietro la sua innamorata...

E lei, seduta sul sedile posteriore di una moto con uno.....ma in fondo i sogni sono belli anche a metà!!!!

domenica 10 febbraio 2013

Da solo con figli

Moglie deve fare un viaggio all'estero, non c'è nessun "Portati dietro almeno Marzia" che tenga e io devo rimanere a casa con entrambi i figli, due giorni ma soprattutto una notte.

E' la notte che mi preoccupa, Marzia prende sempre la tetta e la notte la vuole parecchio, mentre io, ahimè, ne sono sprovvisto.

Prepararli la mattina, lavarli, preparargli la colazione, e portarli all'asilo, a piedi perché mi sono reso conto questa settimana che mi è scaduta la patente due mesi fa, e moglie ovviamente non me l'ha ricordato (ergo è colpa sua), andarli a riprendere e passarci la giornata non è un problema.

O meglio, colazione:
Lorenzo vuole latte e cereali, Marzia solo i cereali, ma ne mangia uno alla volta, vuole che glieli dia col cucchiaino, ma forse preferisce l'altro tipo, ma visto che Lorenzo li mangia col latte vuole il latte anche lei, ma a lei il latte non piace quindi li sputa e li rivuole senza latte, ma forse è più buono l'altro tipo quindi meglio sputarli, ma ora basta e rovesciamo la tazza sul tavolo...il tutto scandito da un "Lorenzo mangia" ogni 2 minuti in cui il nostro eroe rimira imbambolato Carolina della posta di Yo Yo (non ha neanche tutti i torti, non so se l'avete mai vista, ottimi gusti figliolo).

Ma giunge il momento di andare a nanna.

Marzia si addormenta attaccata alla tetta quindi non ha nessuna intenzione di dormire, al che inizio a passeggiare con lei in braccio, finché si addormenta, quindi la porto a letto, la poso delicatamente e lei apre gli occhi e mi guarda con aria sogghignante che lascia trasparire un "credevi eh???"

Mi rialzo e riprendo il passeggio, fino a che non crolla di nuovo, stavolta riesco a posarla sul letto, mi preparo e la raggiungo, è fatta, penso.

Passa un'ora e mezza e la fanciulla si sveglia, tutti mi dicevano che sapendo dell'assenza d moglie non chiederà la tetta e che con qualche carezza si sarebbe riaddormentata, e infatti...
"Mammaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!!!! Tettaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!!!!!!!!!!!"
 E ora??

E ora a noi! Afferro la bottiglietta dell'acqua, ottimo sostitutivo della tetta, la porgo alla ciccina che la guarda con un espressione che lascia intendere dove dovrei mettermela, gli tira una botta e me la fa volare di mano, bagnando il letto.
Piange e mi guarda pensando a cosa potrebbe chiedermi in cambio del suo silenzio, ed eccoci, ha elaborato:
"Colloooooo!!!" (collo significa prenderla in braccio, per voi non toscani)

La prendo in braccio e passeggio come uno scemo su e giù per il corridoio buio, i gatti mi guardano pensando "questo è rincoglionito".
Si addormenta finalmente, la rimetto giù, e....."Colloooooooooooooooooooooooooooooooo!!!!" subito ripresa e cullata in giro per casa.

Dorme, la riporto a nanna, la mezzanotte è passata da poco, ma alle 1:40 "Ueeeeeeeee!!!!!!!!!!!"
Marzia che c'è??
"Come che c'è???? Tettaaaaaaaaaaaaaaa!! Anzi, collooooooooooooooooo!!!!"
E vai che ci si rialza e si ripete la storia, per altre 4 volte, fino ad arrivare alle 6, io sono stravolto, lei pare tranquilla.
Ma alle 6 appunto "Ueeeeeeeeeeee!!!"
"No basta non ce la faccio...vieni che ti abbraccio..."
Ma oltre a non smettere di piangere scalcia, calcione negli zebedei....
E si rimane nel letto, a piangere assieme...

martedì 5 febbraio 2013

Parla!

Marzia parla!!!

Cioè, parlava anche prima, ma si limitava a dire solo frasi contenenti una parola, cete (sete), babbo, mamma, Eccio (Lorenzo) etc.

Adesso invece fa proprio frasi complete, tipo ieri, uscendo dall'asilo, diceva "Oggi ato icio", io ci sono diventato scemo e moglie ci è diventata furba a capire cosa diceva.

Alla fine abbiamo scoperto che intendeva "Oggi ho mangiato il riso".

Meno male non s incavola come faceva Lorenzo e ce lo ripete fino allo sfinimento, anche se è tutt'altro che facile, ve lo assicuro