domenica 10 febbraio 2013

Da solo con figli

Moglie deve fare un viaggio all'estero, non c'è nessun "Portati dietro almeno Marzia" che tenga e io devo rimanere a casa con entrambi i figli, due giorni ma soprattutto una notte.

E' la notte che mi preoccupa, Marzia prende sempre la tetta e la notte la vuole parecchio, mentre io, ahimè, ne sono sprovvisto.

Prepararli la mattina, lavarli, preparargli la colazione, e portarli all'asilo, a piedi perché mi sono reso conto questa settimana che mi è scaduta la patente due mesi fa, e moglie ovviamente non me l'ha ricordato (ergo è colpa sua), andarli a riprendere e passarci la giornata non è un problema.

O meglio, colazione:
Lorenzo vuole latte e cereali, Marzia solo i cereali, ma ne mangia uno alla volta, vuole che glieli dia col cucchiaino, ma forse preferisce l'altro tipo, ma visto che Lorenzo li mangia col latte vuole il latte anche lei, ma a lei il latte non piace quindi li sputa e li rivuole senza latte, ma forse è più buono l'altro tipo quindi meglio sputarli, ma ora basta e rovesciamo la tazza sul tavolo...il tutto scandito da un "Lorenzo mangia" ogni 2 minuti in cui il nostro eroe rimira imbambolato Carolina della posta di Yo Yo (non ha neanche tutti i torti, non so se l'avete mai vista, ottimi gusti figliolo).

Ma giunge il momento di andare a nanna.

Marzia si addormenta attaccata alla tetta quindi non ha nessuna intenzione di dormire, al che inizio a passeggiare con lei in braccio, finché si addormenta, quindi la porto a letto, la poso delicatamente e lei apre gli occhi e mi guarda con aria sogghignante che lascia trasparire un "credevi eh???"

Mi rialzo e riprendo il passeggio, fino a che non crolla di nuovo, stavolta riesco a posarla sul letto, mi preparo e la raggiungo, è fatta, penso.

Passa un'ora e mezza e la fanciulla si sveglia, tutti mi dicevano che sapendo dell'assenza d moglie non chiederà la tetta e che con qualche carezza si sarebbe riaddormentata, e infatti...
"Mammaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!!!! Tettaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!!!!!!!!!!!"
 E ora??

E ora a noi! Afferro la bottiglietta dell'acqua, ottimo sostitutivo della tetta, la porgo alla ciccina che la guarda con un espressione che lascia intendere dove dovrei mettermela, gli tira una botta e me la fa volare di mano, bagnando il letto.
Piange e mi guarda pensando a cosa potrebbe chiedermi in cambio del suo silenzio, ed eccoci, ha elaborato:
"Colloooooo!!!" (collo significa prenderla in braccio, per voi non toscani)

La prendo in braccio e passeggio come uno scemo su e giù per il corridoio buio, i gatti mi guardano pensando "questo è rincoglionito".
Si addormenta finalmente, la rimetto giù, e....."Colloooooooooooooooooooooooooooooooo!!!!" subito ripresa e cullata in giro per casa.

Dorme, la riporto a nanna, la mezzanotte è passata da poco, ma alle 1:40 "Ueeeeeeeee!!!!!!!!!!!"
Marzia che c'è??
"Come che c'è???? Tettaaaaaaaaaaaaaaa!! Anzi, collooooooooooooooooo!!!!"
E vai che ci si rialza e si ripete la storia, per altre 4 volte, fino ad arrivare alle 6, io sono stravolto, lei pare tranquilla.
Ma alle 6 appunto "Ueeeeeeeeeeee!!!"
"No basta non ce la faccio...vieni che ti abbraccio..."
Ma oltre a non smettere di piangere scalcia, calcione negli zebedei....
E si rimane nel letto, a piangere assieme...

Nessun commento: