lunedì 15 aprile 2013

Non è colpa tua

Siamo in fase di cambiamento, la cucina vecchia è stata rottamata e siamo in attesa di quella nuova, nel frattempo bisogna pulire, stuccare le crepe e i buchi e dare il bianco alle pareti.

Oggi giornata di bianco.
Diamo due mani, una moglie quando torna da lavoro e una io il tardo pomeriggio, quando esco dal lavoro in cui mi pagano.
Ringrazio di cuore moglie che si è offerta di organizzare il tutto e di passare lei la prima mano.
Per ringraziarla le ho scritto una poesia.
Si intitola "Non è colpa tua"

Cara moglie,
non è colpa tua se con meno di mezzo secchio di vernice pretendevi che imbiancassi tutta la cucina, avevi solo calcolato male le dosi;
non è colpa tua se ieri ti sei dimenticata di fare il soffitto, non ci si può ricordare tutto;
non è colpa tua se, visto che il soffitto dici di averlo fatto, è l'unica parete che necessita di TRE mani invece di due, non tutte le pareti sono uguali;
non è colpa tua se metà tempo l'ho passato a raschiare con la spatolina le sgocciolature che avevi fatto tu, volevi solo aiutarmi;
non è colpa tua se rincasando la sera e vedendomi in cima alla scala mentre passavo il rullo su e giù mi hai chiesto "cosa ci fai lassù", ti è solo venuta in mente la domanda sbagliata;
non è colpa tua....no stai a vedè è colpa mia!!! Domani lascia stà e vai a fa la spesa vai!!

Nessun commento: