venerdì 20 settembre 2013

Ha imparato ad andare in bici

Il rapporto tra Lorenzo e la bici è sempre stato un po conflittuale, non sembra aver particolarmente voglia di imparare ad andarci senza ruotine.

Ci è venuta l'idea di dirgli che, una volta imparato, gli avremmo comprato un gioco, per festeggiare l'evento.

Dopo due minuti: "Babbo ho deciso, voglio imparare ad andare in bici, andiamo!" 
E siamo partiti.

Ha iniziato a piangere appena messo il sedere sul sellino, probabilmente avrebbe preferito essere torturato, chi ci vedeva pensava sicuramente "Guarda quel padre degenere come obbligato quel povero piccolino ad andare in bicicletta senza rotelle, sarebbe da chiamare il telefono azzurro!"

E siamo tornati a casa, con le rotelle.
Lorenzo, che nel frattempo aveva smesso di piangere: "Orsù babbo andiamo a comprare il giochino"
"Non hai mica imparato!" ho obiettato.
"Ma ci ho provato e ho fatto anche mezza pedalata!" ha detto piccato.
Altre lacrime.

La storia si è ripetuta altre due volte, con identici risultati, piagnistei e sguardi accusatori dei passanti.

La prossima volta ti ci porta mamma, ho pensato.
La volta dopo è riuscito a cadere anche con le rotelle.
Bicicletta riposta.
Si vive bene anche con un gioco in meno, deve aver pensato.

Fino alla settimana scorsa, quando siamo andati in un agriturismo e il Lory è saltato in sella ad una bici trovata lì,munita di una sola ruotina, e ha iniziato a pedalare come se avesse sempre saputo.

Tornato a casa ha voluto la sua, ha fatto un piantino (a quello non ci si rinuncia mai) e ha iniziato a pedalare che sembrava Eddie Merckx.

Video dimostrativo:
video

E ovviamente regalino acquistato

Nessun commento: