lunedì 9 settembre 2013

Primo giorno di scuola

Primo giorno di scuola, iniziano le elementari..

Zainetto pronto, merendina pronta, acqua pronta, vestitini pronti, grembiulino pronto, Lorenzo psicologicamente pronto, babbo...no.il babbo non è preparato per niente al fatto che suo figlio stia crescendo.

Partiamo, ovviamente in anticipo, portiamo noi la cartella di Lorenzo fino alla scuola giacché lui non ce la fa.

Arriviamo davanti alla scuola, c'è una marea di bambini di tutte le età accompagnati dai genitori, lo guardo e mi sembra così piccolo, col suo grembiulino e la cartella più grande di lui che non riesce neanche a portare.

Vediamo il suo amico Alessandro, seguito dal suo migliore amico Fabio, col quale andrà in classe assieme, invece la strada con Alessandro,dopo 3 anni di materna assieme, si dividerà..

Escono le maestre, fanno l'appello, i bambini che vengono chiamati ricevono una medaglia di benvenuto da mettere al collo e si mettono in fila indiana, chiamano lui, che un po timoroso si presenta al cospetto delle maestre e si mette dietro ad Alice, un'altra bambina con cui ha fatto 3 anni di materna assieme.

Finisce l'appello, io mi struggo, tra poco inizia la sua avventura, vorrei fargli mille raccomandazioni ma alla fine non riesco a dire nemmeno una sillaba, le parole mi si sciolgono in bocca.

La fila parte dietro alle maestre, lo seguo fino al cancello, dopodiché tutti quei piccoli ometti vengono inghiottiti da quell'immenso edificio in cui passeranno 5 anni della loro vita, seguo Lorenzo con lo sguardo fino a che non entra, fino a che non sparisce dalla mia vista.

Ho un senso di vuoto nel petto, ma anche di gioia, di apprensione, mille sentimenti si intrecciano, e sì,devo ammetterlo, una piccola lacrima solca il mio viso..






Nessun commento: