venerdì 25 ottobre 2013

Rappresentante di classe

Serve un rappresentante di classe per la prima elementare dove va Lorenzo.

Moglie, nel pieno delle sue manie di protagonismo, vuole assolutamente candidarsi, solo che il giorno delle elezioni è a Torino.

"Marito organizza la mia campagna elettorale e candidami!" dice moglie, anche se non ha molta fiducia sull'efficacia dei miei mezzi comunicativi.

Finiscono le elezioni, chiamo moglie:

"Moglie sei stata eletta a furor di popolo! Tutto merito mio ovviamente"

Lei: "Grande! Bravo marito! Con chi ho dovuto combattere, cioè, oltre me chi si è candidato??"

"Nessuno....."

"Ah....e cosa devo fare in qualità di rappresentante di classe?"

"Lo hanno spiegato ma non ci ho capito granché, tanto è un problema tuo, che me frega.."

"Ma il mio numero di telefono lo hai lasciato?"

"No, nessuno me l'ha chiesto...erano talmente felici che ci fosse una martire che non hanno nemmeno chiesto di chi eri la mamma"


Nessun commento: