martedì 7 gennaio 2014

E' passato Babbo Natale

E' passato Babbo Natale, e ha portato un sacco di cose belle e interessanti.

Un bel Furby si è unito alla nostra famiglia, Lorenzo lo alleva come fosse suo figlio.
Questo simpatico mostriciattolo non sta mai zitto, canta, balla, interagisce, impara a parlare, ride, comunica, rompe le palle ma soprattutto funziona con 8 pile stilo che durano circa due giorni...
Infatti appena posso lo inserisco nello stato di famiglia e chiedo le detrazioni per persone a carico.
Se si resiste alla tentazione di defenestrarlo durante il giorno perché passi incolume la nottata basta metterlo in un luogo buio, tipo un armadio, e fare il massimo silenzio altrimenti si sveglia e viene soppresso seduta stante.

E' arrivato anche uno splendido elicotterino che vola davvero.
Perché leggere le inutili istruzioni, dice moglie, prima spacchiamo un po di soprammobili....detto fatto.
Lorenzo tenta invano di spaccare qualcosa anche lui ma ormai moglie si è impossessata dell'oggetto e ringhia feroce a chiunque si avvicina.
Moglie passa parte del tempo girellando a testa in su facendo volare e cadere l'elicotterino, fino a che prima o poi ci lego un cappio, lo faccio passare intorno al suo collo e faccio volare l'elicotterino anch'io.

E' arrivata una bambola con gli occhiali, che di particolare ha solo gli occhiali.
Marzia ha subito perso gli occhiali della bambola con gli occhiali.

Sono arrivati 2 tablet, uno per bimbi piccoli per Marzia e l'altro per bimbi medi per Lorenzo.
Marzia il suo l, ha già sfranto al suolo incrinando lo schermo, quello di Lorenzo al momento è vivo e lui ci si diverte, ovviamente chiede sempre la nostra partecipazione.

E' arrivato uno splendido gioco in cui bisogna trovare lo scheletro di un dinosauro scavando nel gesso con martello e scalpello, apprezzato particolarmente da Lorenzo che da grande vuole fare l' "archeologico" e comprare un museo dove mettere le ossa dei dinosauri che riuscirà a trovare.
La prima martellata il nostro eroe se la pianta in un dito, in perfetto stile Fantozzi, per fortuna è di plastica, allora decide di mettere un dito SOTTO lo scalpello prima di dare la martellata, e qui nemmeno Fantozzi è ma arrivato a tanto. Lorenzo se ne va ululando, mentre polvere di gesso invade la casa.
"Babbo scava e chiamami quando hai finito" dice il piccolo dittatore,trovando una soluzione ad ogni problema.

E' arrivata l'attrezzatura della dottoressa Peluche, al che Marzia ha deciso che siamo tutti moribondi e agonizzanti e pretende di curarci varie volte al giorno.

Insomma babbo Natale ha fatto di tutto per combattere la noia che ogni tanto assale la famiglia, anche se per ogni tanto si intende pochi minuti ogni tanti mesi.
Grazie Babbo Natà!


Nessun commento: