martedì 25 febbraio 2014

Festa scolastica di Carnevale

Moglie: "Marito, sabato c'è una festa di Carnevale organizzata dalla rappresentante di classe dell'altra prima elementare, saranno presenti i bimbi della loro classe e della nostra, si partecipa!"
Io: "Va bene"

Sabato.
Moglie: "Ho raccolto i soldi dei genitori della nostra classe, ho comprato le patatine e qualche bibita, i bimbi li ho già vestiti, divertitevi!"
Io: "Eh?? E te??"
Moglie: "Io io io e devo fare sempre tutto io! Su andate, toglietevi dalle scatoline!"
Io: "Ma..."
Moglie: "Ma ma ma ci sono le Olimpiadi e già me le state facendo perdere, su, su!"
Io: "Ma dov'è esattamente??"
Moglie: "Ma che ne so, per la, cercala, è un quartiere, ci sarà qualcuno con le maschere di Carnevale che va a quella festa, seguili! Quante storie!"

Mando sms al babbo del migliore amico di Lorenzo:
"Per caso sai dov'è esattamente il posto?"
Risposta: "Non ne ho la minima idea..."
Perfetto.

Si parte, per dove esattamente non si sa.
Si arriva in un piazzale, dove presumibilmente dovrebbe esserci la festa, vedo un amico di Lorenzo col suo babbo.
Io: "AAALT!!! Fermi lì!!"
Si immobilizzano, impauriti.
Io: "Parcheggio ed entriamo assieme, a noi piacciono le entrate trionfali!"

Parcheggio, scendiamo di macchina, Lorenzo, vestito da Batman, inciampa e cade lungo e disteso sul marciapiede, Marzia Peppa Pig invece vorrebbe portarsi dietro tutti i giochi presenti in macchina.
Lorenzo nel frattempo piange, "Un attimo Lore, si va alla festa e poi piangi tranquillamente quando siamo dentro ok?"

Entriamo, inizia il divertimento, il più è fatto.
Se tutto va come previsto, al nostro rientro troveremo moglie in preda ad un attacco di diarrea, ma mi sa che queste maledizioni non funzionino mai...

Nessun commento: