lunedì 3 marzo 2014

Disavventure e figuracce

E' sabato mattina, partiamo per una destinazione lontana 100 km, c'è una fiera di non so cosa ma alla quale moglie tiene particolarmente.

A metà strada sento un rumore strano provenire dalla ruota posteriore sinistra.

Moglie: "Marito ho sentito un rumore provenire da dietro"
Io: "Che rumore?"
Moglie: "Tipo un CRII"
Io: "Sarà stato un grillo"
Moglie: "...."

La fiera è carina, scarseggiano i posti a sedere, così combatto in un battaglia all'ultimo sangue e conquisto una sedia, sulla quale mi siedo comodamente.

Dopo qualche minuto alzo gli occhi e c'è una ragazza con un bambino in braccio che mi guarda.
Da vero cavaliere gentiluomo mi alzo e le dico "Siediti pure"
Lei: "In realtà volevo salutarti"
E mentre metabolizzo la figura di merda che ho appena fatto mi ingegno per evitare la seconda, devo quindi trovare all'istante la risposta alla domanda "Chi è costei?".
Niente, non ce la faccio.
Facciamo mente locale, mentre vaneggio di condizioni metereologiche avverse, il governo ladro grazie al quale piove, ma niente..
Confesso, tanto figura meschina più figura meschina meno: "Di chi ti tratti?"
Me lo dice, la conosco davvero!

La fiera è carina, poi andiamo al museo della Piaggio, prometto ai pargoli che gli comprerò una vespa, non appena saranno cresciuti abbastanza:

Poi i pargoli vorrebbero la vespa limousine:

Torniamo a casa, diluvia, mentre siamo sulla superstrada una moglie visibilmente alterata mi intima di guidare per bene perché a suo dire vado un po storto.
"Moglie abbiamo bucato"
Moglie: "Stamani avremmo dovuto arrestare immediatamente il veicolo e controllare l'usura dei pneumatici, acqua, olio e assestamento delle parti elettriche,meccaniche, elettromeccaniche, incosciente!"

Scendiamo, moglie: "Su chiama il carro attrezzi"
Io: "Per cambiare una ruota? Su prendimi tutto il necessaire nel portabagagli"
Moglie mi porta tutto il necessaire, ruota compresa, poi "Dai chiama il carro attrezzi che piove".
Smonto la ruota bucata, di tutta la mia trousse di arnesi per cambio ruota manca mezza roba, a qualche gommista è rimasta in tasca.
Moglie: "Manca un sacco di roba, chiama il carro attrezzi"
Ho qualche arnese in macchina, cerco di provvedere con quelli

Armeggio alla ruota.
Moglie: "Perché non chiami il carro attrezzi?"
Io: "Perché non ti cospargi di benzina, poi prendi una scatola di fiammiferi, la accendi, la butti per terra e ti ci rotoli sopra?? E non dirmi perché piove!"
Moglie, finalmente, tace.

Con un cacciavite riesco a togliere il copricerchio (ci sarebbe l'attrezzo apposta ma non è presente..)
Alzo lo sguardo, l'acqua mi scende copiosa lungo le guance, vedo Lorenzo dal finestrino che mi prende per il culo e mi fa i versi.
Moglie ci ride mentre con l'ombrello ripara un punto imprecisato del selciato, non certo dove sono io.
Richiamo la sua attenzione.

Ruota montata:

Mani sporche, schiena a pezzi, bagnato, risalgo in macchina, accendo il motore, metto la prima, percorro due metri, improvvisamente smette di piovere.
Moglie: "Hi hi"
La fulmino con lo sguardo!
Moglie torna seria e impreca contro il meteo bizzarro.
Torniamo a casa.

Nessun commento: