mercoledì 16 aprile 2014

Sentirsi inutili..

Sono con moglie e figlia a recuperare figlio a scuola, moglie successivamente deve partecipare a un'assemblea scolastica mentre il programma mio e dei pargoli è di rimanere lì nel parco antistante.

Marzia si inviperisce un attimo prima che moglie entri a scuola, per futili motivi (voleva le bolle di sapone, ma visto che le voleva anche il giorno prima e quando l'ho portata in negozio ha comprato un altro troiaio deve capire che non si può tutti i giorni comprare giochi), quindi si sdraia in mezzo alla strada del parco, che per fortuna è zona blu.

E qui viene fuori la mia fortuna di avere un figlio maschio, la complicità che ci unisce è anche la mia salvezza.
Così mentre passano le altre mamme e chiedono a Marzia "Cos'hai bambina, cos'è successo??" e io che minimizzo "E' incavolata...con una sua amichetta! Sapete com'è...ora le passa...."
Su levatevi gentilmente dai coglioni e fatevi i cazzi vostri che già è difficile...
"Ma non dovrebbe stare sdraiata per terra, è sporco..."
Grazie al cazzo, se riuscissi a tirarla su probabilmente non sarei qui a disquisire piacevolmente con voi sulle insane abitudini di mia figlia.
"Eh, l'Asiu non è più quella di una volta.."

"Lorenzo figlio mio, vieni un attimo qui e convinci Marzia ad alzarsi, coinvolgila nei vostri giochi" (Marzia gioca piacevolmente con tutti, anche con gli amici di scuola di Lorenzo che hanno 3 anni in più)
La mia ancora di salvezza, penso.
"Babbo stai zitto che sto giocando a nascondino e mi fai trovare, allontanati, anzi sparisci proprio!"

Nel frattempo si avvicinano alcune bimbe, di 7 - 8 anni, la vedono per terra, mi chiedono cos'ha.
"E' un po arrabbiata" gli rispondo

Le bimbe si avvicinano, cominciano a scherzare con lei, a giocare con la bambola che tiene in mano, a chiederle il nome, il nome della bambola.
Passano pochi attimi, a Marzia si stampa un sorriso sulle labbra, comincia a ridere e a giocare con loro, mentre io mi sento inutile, lì come uno stoccafisso mentre delle bambine riescono in ciò che io ho miseramente fallito.

Si alzano e vanno nel prato a giocare, Marzia gioca con loro non curandosi minimamente di dove sono io e se ci sono, dopo un po una bambina la prende per mano e me la riporta, dicendomi: "Eccoti tua figlia, ora è tranquilla".
Poteva tranquillamente aggiungere Essere inutile, dal tono di voce.
Vaffanculo piccola arpia maledetta, vivici te 24 ore su 24 con questa belva e lo vedi quanto volte potrai dire "guarda com'è tranquilla e gne gne gne!!"
Invece bofonchio un "Grazie", prendo Marzia per mano e me ne vado abbattuto, sentendomi quantomai inutile...

Nessun commento: