mercoledì 7 maggio 2014

La tecnologia

Ore 6 di mattina, esco dal lavoro dopo il turno di notte.
Sono giorni che giro con lo scooter in riserva stecchita, così decido di andare a fare rifornimento prima di andare a casa a spinta.

Non ho soldi ma amo come non mai la tecnologia, ho il bancomat.

Faccio qualche km in più visti i prezzi da Alì Babà e un paio di ladroni che gestiscono il distributore più vicino e mi fermo a quello più economico, scendo e inserisco il bancomat-
Dopo tutta la trafila, dove ti chiede se è bancomat o carta di credito, il pin, se so che ore sono, dopo avermi detto che il collegamento è in corso appare lo strano messaggio: carta rifiutata.

Ci sarà un errore, penso, riprovo.
Macchinetta del distributore: "vedo che sei sempre quello di prima, lo vuoi sempre usare come bancomat? Ridimmi il pin che me lo sono scordato etc, carta rifiutata".

Boh, riprendo lo scooter e mi dirigo fiducioso ad un altro distributore, ripromettendomi di inoltrare le mie rimostranze al gestore da cui sono appena stato.

Distributore due: "la vuole utilizzare come bancomat o carta di credito?"
"E' solo bancomat,non lo vedi?!"
"E che ne so, io chiedo. Dimmi il pin."
Inserisco il pin.
"Il collegamento con la sua banca è in corso, attenda, anzi non attenda più, la benzina non te la do a meno che tu non mi elargisca qualche soldo contante."

Azz.
Riprendo lo scooter.
Terzo distributore: "la trafila la sai su"
Faccio tutto, stesso risultato.
Quindi evito il quarto distributore, escludendo,anche se non del tutto, il complotto mi dico che deve essere colpa della banca, mi dirigo verso la stessa, anche se non c'è ancora nessuno da insultare usufruisco del servizio bancomat:
inserisco la tessera, ecco la risposta, in sintesi: "Codesta tessera è scaduta un mese fa, se invece di fare il giro dei distributori tu ci avessi guardato lo avresti visto, ora vai a casa (a piedi perché senti che lo scooter assetato singhiozza) e cerca quella nuova che ti abbiamo spedito per tempo e che avrai sicuramente messo, te o moglie, in qualche luogo sperduto della vostra sala, poi vai a letto vai..."

Prendo lo scooter, arrivo miracolosamente al garage, e vado a casa.
Sono le 7, racconto a moglie le mie disavventure, mi intima di cercare il nuovo bancomat, mi accusa di averlo perso, di averlo in tasca, di averlo nel portafogli, mi intimorisce dicendo di non dare la colpa a lei dello smarrimento, dopodiché affranto vado a letto, col pensiero fisso nella testa sul fatto che qualsiasi cosa abbia una scadenza...mi sento scaduto..

Mi sveglio alle 12, mi alzo, il nuovo bancomat mi aspetta sul tavolo, moglie tornerà stasera, farò finta di niente,altrimenti si monta la testa..

Nessun commento: