sabato 9 agosto 2014

Si sta appassionando?

Lorenzo e il calcio.
Siamo partiti dal punto che quando vedeva una palla si allontanava, tante volte scoppiasse, onde evitare di morire nella deflagrazione, oppure c'era anche la possibilità che la stessa potesse contenere qualche sostanza urticante,tossica o comunque dannosa.

Poi piano piano l'evoluzione.
I primi sguardi a qualche spezzone di partita, le prime domande disinteressate, le prime considerazioni.
"Quella è una partita di calcio babbo?"
"Sì Lorenzo, per chi tifi?"
"Per quell'omino vestito di nero, quello col fischietto, chissà come si diverte lì a fischiettare"

Dopo qualche mese l'oggetto del tifo si sposta, "Io tifo per il portiere"
"Quale?"
"Tutti e due"
Da qui si fa regalare e indossa la maglia di Buffon, ma quando a scuola gli dicono che la Juve ruba gli sorge un dubbio: "Chi è il portiere della Juve? Quella squadra che imbroglia"
"Buffon"
La maglia di Buffon viene accantonata.

Nel frattempo sceglie la squadra del cuore, la Fiorentina, su consiglio mio.
Si fa regalare la maglia di Mario Gomez.

Arrivano i mondiali, vuole vedere l'Italia con me, rimane deluso, specie quando il Costa Rica ci segna il quarto gol, prima che gli specifichi che i successivi 3 sono solo replay, il gol che vede è sempre lo stesso.
"Meno male..."
Rimane deluso, ma conosce Messi,segue l'Argentina.

Vede i servizi sui mondiali al tg, guarda i gol delle partite del giorno precedente, si chiede come mai cambino squadre e punteggio ogni 2 minuti, gli spiego che sono gol registrati di più partite, non di una sola.
Vuole la maglia di Messi del Barcellona, la ottiene.
Il suo migliore amico tifa Inter.
A babbo piace il Livorno.
Dalla parte dei nonni materni, mamma compresa, tifano Torino, eccetto suo zio Daniele juventino, ma ha il divieto di tifare Juve.
Decide quindi di tifare Fiorentina, Inter, Barcellona, Torino, Livorno, Italia e Argentina.

Chiede quando si giocherà Argentina - Juventus, gli spiego che sono campionati diversi, allora chiede di vedere Argentina - Fiorentina.
Gioca alla psp, al gioco del calcio, lui tiene il Barcellona e gioca quasi sempre contro il Gubbio, perdendo.

Si compra un pallone, ci vuole giocare sempre, da solo, con gli amici e con me.
Ovviamente quando gioca con me le regole le fa lui, cioè solo i suoi gol sono validi.

Alla fine l'inevitabile richiesta: "Babbo a settembre voglio iscrivermi ad una scuola calcio"
Mamma contrariata, io non entusiasta, proverà perché è giusto che provi, anche se non so se mi farebbe piacere se si appassionasse.

"Babbo mi porti allo stadio?" mi dice qualche giorno fa.
"Certo Lore, cosa vorresti vedere?"
"Il Barcellona"
"Ma non importa stare in zona eh, possiamo anche spostarci..."
"Va bene babbo, allora andiamo a vedere l'Argentina"
Appunto..

Nessun commento: