venerdì 22 maggio 2015

Lavoretti all'asilo, coinvolgere genitori!

Iniziativa della scuola materna di figlia, realizzare dei lavoretti da vendere successivamente a offerta davanti alla Coop, per far conoscere l'asilo.

Ma andiamo per gradi, stamani figli e un genitore devono realizzare degli oggetti carini utilizzando tappi di sughero, di plastica, decorazioni, palline, brillantini etc.

Coinvolgere i genitori è una bella idea, ma non quando coinvolgono ME.

"Vado io moglie, che tanto te non ci capisci nulla" dico, Marzia è entusiasta.

Mi presento li in perfetto orario, ovviamente gli altri genitori sono arrivati prima.

Mi siedo con figlia in braccio, ho di fronte tutto il necessario per realizzare...cosa?
"Cosa devo fare??" chiedo allarmato.
"Vedi quei foglini? Ci sono tutte le cosine da poter realizzare, ti danno uno spunto, poi puoi anche inventare, utilizzando la tua fervida fantasia"

"Uh ci sono anche le pistole, ora sparo a qualcuno" penso.
Altra mamma: "La Colla ha caldo?"
"Che ne so, chiediglielo,e al limite apri la finestra!" rispondo, mentre penso che sti stranieri usano nomi veramente strani per i figli.
"No, che dici, intendevo mi passi la colla a caldo?" E meno male indica quella pistola che pare un saldatore a stagno.
"Si che  te la passo, era una battuta eh, sciocchina"
Ecco a cosa servono le pistole..

E ora?
Inizio a passare la colla in menopausa sulla tavoletta di legno, cercando di sbirciare cosa fanno gli altri, attacco un po di bella robina, Marzia mi "aiuta", un'altra bambina aiuta figlia ad aiutarmi.

Ad un certo punto sento un bruciore disumano al braccio, urlo, mi giro e vedo la bambina amica di figlia sogghignante che dice "colpito!" mentre mi ha appena folgorato con quella pistola di merda incandescente.
Gliela levo di mano e medito di incollarle un occhio, alla fine desisto, troppi testimoni.

Il lavoro è terminato, ho le dita tutte incollate tra di loro, brillantini ovunque, un'ustione di primo grado in un braccio ma sono orgoglioso del nostro capolavoro!
Fino a che non vedo il lavoretto degli altri..
Chi ha rappresentato un prato pieno di fiori, chi una barca in mezzo al mare...noi invece un'accozzaglia di roba senza senso!

Figlia abbiamo fatto il lavoretto più brutto di tutto l'asilo, ma non è colpa tua...neanche mia eh, il fatto è che....cioè... sono negato per queste cose amore dolce...
Marzia: "E' bellissimo babbo" mentre mi guarda con quegli occhioni adulanti.
Anche se mi pigli per il culo sei dolcissima amore mio, il tuo tentativo di migliorare la mia autostima è da ammirare.

Più che venderlo dovremmo pagare qualcuno perché ce lo pigli, ma lo farò di nascosto.

Sfiga vuole che una mamma ci immortali con l'obbrobrio..

Nessun commento: