venerdì 8 maggio 2015

Lezione di calcio

Premessa: Quando vado a prendere Lorenzo a scuola porto anche il pallone, su sua indicazione, perché essendo in mezzo a un parco i bambini rimangono a giocare.

Mega partita a pallone con amici, dopodiché arriva una bambina di un anno più piccola di lui e del suo amico, che sono rimasti a giocare.

Bambina: "Si fa una partita? Io contro voi due, va bene?"

Figlio e amico di figlio, facce soddisfatte, accettano di buon grado, sapendo che è la volta buona che vinceranno una partita.
Ti piace vincere facile eh Lore? Penso.

Inizia la partita.

I primi screzi tra figlio e amico di figlio iniziano sul 4-0 per la bambina prodigio.
"Che ci stai a fà in porta?? Non ne chiappi mezza!"
"E te li davanti?? Sembri uno stoccafisso, muoviti!"

Sul 6-0 la bambina, mossa a compassione chiede se vogliono ricominciare da zero a zero, ma i nostri eroi, punti nell'orgoglio, rifiutano categoricamente.

Azione del Lory sulla fascia, macina km fino a che intravede la porta, calcia deciso!
La prende male e la palla rotola piano piano in porta, nella direzione opposta a dove voleva tirarla (e dove la bambina l'avrebbe parata)
E' gol!

E siamo 8-1 per la bambina.
Ma l'euforia dura poco, il 9-1 arriva dopo nemmeno 30 secondi.

Amico di figlio calcia la palla lontano con rabbia, ma prende figlio, appostato a pochi metri e girato dall'altra parte, in piena nuca.
Il Lory stramazza al suolo tramortito, amico di figlio comincia a scappare, figlio si rianima subito e lo rincorre, ne nasce una colluttazione.

Giornata finita in tragedia, nemmeno il mio tentativo di mediazione ottiene successo, "Su datevi un bacino e fate la pace", loro mi guardano storto, la bambina sogghigna, andiamo a casa.

Figlio sta capendo che le donne sono fonte di guai.

Nessun commento: