giovedì 9 luglio 2015

Piccole donne rompono...cioè crescono

Alle 17 abbiamo il compleanno di un'amico di figlio, moglie ovviamente è via tutto il giorno e il pomeriggio io e i pargoli dobbiamo ancora andare a comprare il regalo.

Ore 16:30 previsto di uscire, andare a compare il regalo e andare direttamente, ci sono 5 minuti di macchina.

Ore 16:25, tremendo errore: "Marzia stiamo per uscire, ti scappa la pipì?" E subito dopo penso "Perché gliel''ho chiesto, perchè..."
"Sì babbino"
"Dai su che ti aiuto che si fa prima."

Figlia si siede sul vasino, l'orologio segna le 16:26.

Ore 16:30 "Figlia hai fatto?"
"No"
Ore 16:33 "Figlia hai finito?"
"Sì..."
"Andiamo che ti lavo e si esce"
"...di fare la pipì, ora faccio la cacca"
Occristo.
Inizio ad agitarmi.

16.37 "Figlia hai finito?"
"Ho sete, bibita ghiacciata con cannuccia please"
Ora la strozzo.

16.39 "Tieni amore, la bibitina, maremma impestatina. Intanto vado a mettermi le scarpe, Lorenzo è già pronto, su caga!"
"Non andare via, ho paLura a stare qui nel bagno da sola!"
"Dai devo anche restare qui a odorare il tuo puzzo di merd...l'odore della tua santa cacchina?"

16:43 "Amorina a che punto siamo??"
"Ho finito, mi manca solo l'ultimo pezzettino"
Figlio: "Babbo si va??"
Io: "Aspetta che tua sorella finisca di fare i suoi bisognini"
Figlio: "Se ci sto io a fare la cacchina con la play station tutto quel tempo mi sgridi però, non è giusto, perché lei può e io no??"
Ha ragione figlio, cavolo, così piccina e già così donna...

Ore 16:48 esco di casa e mi precipito a casa dei miei, che abitano di fronte, "Babbo vai un attimo di la a fare compagnia a tua nipote che fa la cacca, io esco con Lorenzo, poi ti spiego!"
Lui: "Eh??"
Figlia urla, vi ricordo che oggi ha paLura di stare da sola in bagno.
"Senti come urla tua nipote, ti vuole, vai!!"

Mi precipito con Lorenzo a comprare il regalo, torno, la reucupero (nel frattempo ha finito), andiamo a corsa alla macchina, partiamo sgommando, arriviamo alle 17:03, sono un mito!
Entriamo, non c'è nessuno, solo il festeggiato e sua mamma.
Dopo 20 minuti una domanda mi sorge spontanea, "Ma a che ore è la festa?"
Mamma dell'amico di figlio: "Alle 17:30, perché?"
 "No va beh lo sapevo, ma ci piace essere sempre i primi, manie di protagonismo sai..."
(Marito e moglie in seguito si accusano a vicenda scaricandosi reciprovamente la colpa)

Ah, eccovi un'istantanea dei momenti precedentemente descritti: