venerdì 23 settembre 2016

Una dote fondamentale del partner

Per quanto mi riguarda il partner deve avere una dote importante, ovvero riuscire a farmi ridere.

E moglie su questo non la batte nessuno.

Abbiamo figlio e figlia nella stessa scuola, figlio fa la quarta e figlia la prima.

Arriva una mamma e ci saluta, moglie coglie la palla al balzo per farle una domanda: "Hai visto che ci hanno assegnato la seconda maestra? Ti piace? Che ne pensi?"
La mamma: "Ma veramente? Non lo sapevo mica, credevo che ancora non ce l'avessero assegnata".
Moglie: "Sì, da ieri" e mi guarda con espressione che pare dire "Eh eh ho finalmente trovato una più stordita di me"

Poi però l'espressione di moglie muta,si fa perplessa, e finalmente si capisce cosa la perplime, e pone la fatidica domanda: "Ma te hai il figlio, o figlia che sia, in prima vero??" mentre pensa "Dimmi di si ti pregooooo!!!!"
La mamma la guarda e dice: No sono la mamma di ...., che va in classe con Lorenzo"
Moglie: "Hi hi mi sa che mi devo ancora svegliare bene..."
Io: "Ma no, sono solo le 13:15, fai con calma..."

La mamma se ne va con espressione dubbiosa, probabilmente si chiede se davvero nei 4 anni precedenti non sia mai stata notata.

Anch'io mi allontano, mai come questa volta è bene far finta di non conoscerla

martedì 20 settembre 2016

Marzia, primo giorno di scuola

 Guardo dalla finestra, i bambini entrano all'asilo (che è sotto casa).
"Oddio, Marzia vieni qui mettiti la maglietta e i pantaloncini sbrigati che ci siamo dimenticati che oggi inizia l'asilo dai vestiti è tardiiiiiiiiiiiiiiiiii!!!!"
"Ma quest'anno non vado a scuola?"
Toh....è vero....
"Ti s'è fatto uno scherzo amorina"
Abbiamo rifiutato la realtà fino ad oggi, ma non si può più far finta di nulla, è ora di farsi assalire dall'ansia.

E ci siamo, ahimè.
E' la vigilia del primo giorno di scuola, Lorenzo è ormai un veterano, Marzia invece sta per iniziare un'altra fase della sua vita.

"Marzia sei emozionata?"
"No"
Io si.
"Marzia sei agitata?"
"No"
Io sì.

Mattina dopo

"Marzia hai dormito?"
"Sì"
Io no.
Andiamo.

Siamo davanti alla scuola, Marzia vede le sue due amichette dell'asilo, si abbracciano e non si lasciano più, poi si tengono per la manina fino ad arrivare nei pressi della maestra, che sta aspettando tutti per entrare.
Sono un po intimorite, spaesate, ma allo stesso tempo allegre ed emozionate, non sanno cosa le aspetta e sono curiose di scoprire cosa c'è al di la di quel portone.

Marzia mi prende la mano e me la stringe forte forte, entriamo ed arriviamo in classe, si mette vicino ad una delle sue due amichette.

La vedo così piccola su quella sedia, le manine su quel grande banco, un po spaesata.

Nella classe accanto c'è Lorenzo, che sicuramente, pieno di gioia, penserà "Noo, anche qui??", ma poi credo che sarà un po un punto di riferimento, perché si vogliono un gran bene.

Il momento in cui noi genitori dobbiamo uscire è sempre più vicino, Marzia mi butta le braccia al collo e non mi molla più.

Mi avvio verso la porta, mi volto per un'ultimo sguardo, ma lei probabilmente mi ha già rimosso, sta tenendo banco con le sue amichine, tutti i bambini seduti composti e lei che chiacchiera come se non ci fosse un domani.
In bocca al lupo!
Alle maestre...


martedì 13 settembre 2016

L'importanza dell'approccio allo sport

Inizia la stagione sportiva 2016/2017, figlia inizia uno dei 14 sport che le piacerebbe fare quest'anno.

"Com'è andata la prima lezione di ginnastica ritmica figlia?"
"Si chiama ginnastica ritma!" mi risponde.
"Ok, com'è andata la prima lezione di ginnastica ritmA figlia?"
"Uh bene, ad un certo punto ci hanno fatti sdraiare a terra con gli occhi chiusi"
"Ah, e poi?"
"E poi mentre ero così mi sono addormentata"
"Eh?"
"Sì ma poi m'hanno svegliato"
"Ah..."


domenica 11 settembre 2016

Padre e figlia, dolce risveglio

Ogni mattina in cui non vado a lavorare la mia Marzietta mi viene dolcemente a svegliare.

Adoro questo momento, in cui lei è la prima cosa che vedo quando apro gli occhi e la sua vocina è la prima cosa che sento.

Come stamattina.


Quando ho aperto gli occhi ho avuto paura di vedere Mercoledì della famiglia Addams..