venerdì 17 marzo 2017

Virussss

E' un nefasto lunedì di metà marzo, sfiga vuole che oggi ci sia l'ultimo spettacolo teatrale di una serie di 4 di cui moglie si è impegnata a portare figli facendo anche relativo abbonamento, sfiga vuole che moglie abbia un'impegno.
Vado io.

Mini figlia in platea non ci vuole andare perché basta che un bimbo alto mezzo metro le si piazzi sul seggiolino davanti e lei non ci vede più, figlio protesta perché vuole invece stare in platea dove sono i suoi amici, così spedisco figlio giù e io e figlia andiamo su.

Ci piazziamo in modo di non avere nessuno davanti, ci sono un sacco di spazi, vuoti, si spengono le luci, arrivano bimbo con relativa mamma che si piazza esattamente davanti a Marzia.
"Vieni Marzia ci si sposta" le dico.
La mamma accenna a qualche scusa che mi rifiuto pure di ascoltare.

Passano 15 minuti, figlia: "Babbo mi fa male il pancino"
Visto che l'ultima volta che le faceva male il pancino siamo andati al pronto soccorso con lei piegata in due, l'infermiera incazzosa perché non le avevo dato un'antidolorifico perché i bimbi non vanno fatti soffrire e dopo una pisciata nel bagno dell'ospedale è stata subito bene le propongo di andare in bagno.
Accetta.
Ci si alza.
"Babbo mi viene da vomitare"
Cazzo!
"Ce la fai ad arrivare in bagno??"
"No..."
"Allora vomita su quella signora che ti è venuta davanti prima, una bella svomitazzata sulla nuca"
"Quale babbo?"
"Quella li!"
"No forse arrivo in bagno..."
"Uffa"

Si arriva in bagno, si entra in quello dei maschi, Marzia produce una roba abominevole nella turca, per terra e sulle scarpe (mie), prendo le tovagliette e cerco di pulire, lo sciacquone non funziona, ovviamente in quel momento c'è una diffusa e improvvisa esigenza di svuotare la vescica da parte di mezzo teatro.
Nel frattempo figlia in versione protagonista del film L'Esorcista continua imperterrita a produrre roba verde-marroncina.
"Occupato, occupato, occupato, occupato maremma puzzolente!! Ci tieni a entrà?? Oh entra via! Guarda ganzo!! Ecco bravo torna indietro, se ti dico non entrare fidati no!"

Prendo Marzia e usciamo, avverto i gestori del cinema che qualcuno è stato male e ha vomitato, probabilmente un'elefante a giudicare dalla quantità, e scappo.
Porto figlia a casa e torno a recuperare figlio.
Arrivo a teatro, aspetto fuori, finalmente escono, scorgo la mamma che mi si era parata davanti, mi viene da vomitare, quasi quasi...
Prendo figlio e corro a casa, vomito anch'io.
Cavolo, virus in contemporanea!

Figlio non ha fame, dopo mezz'ora esclama: "Mi fa male la pancia"
No anche te!
Figlio va in bagno e vomita pure lui!
Si scansa un'attimo prima che arrivi figlia e gli caghi addosso a spruzzo.
"Levatevi che tocca a me!" Urlo entrando in bagno.

Figlio mugugna, si contorce, ulula, rantola, agonizza...figlia sta ferma sul divano, ogni tanto si alza, va in bagno, vomita, si lava la bocca e torna a sdraiarsi, la differenza tra maschi e femmine inizia già da piccini.
Io ho già un piede nella fossa.
La nostra nottata procede così..


Nessun commento: